Prenota la tua traversata !!!
Clicca sul traghetto

TRASPORTI IN ITALIA

| AEREO | AUTO, CAMPER | AUTOBUS | BARCA |
| BICI | MOTO | FUNIVIA, FUNICOLARE | METRO-TRAM |
| MEZZI ALTERNATIVI | NAVE, TRAGHETTO, FERRY | TAXI | TRENO |

| Trasporti all'estero | Norme di ingresso da/per l'estero |

| Consigli per il viaggio | E nella sua valigia ? |
| Gli autogrill in Europa |

AUTO, CAMPER, FURGONI

Un cane o un gatto, di qualsiasi taglia, possono viaggiare sul sedile posteriore dell'auto, purchè non costituiscano "impedimento o pericolo per la guida". ATTENZIONE PERO' alla temperatura dell'abitacolo !
Non lasciate mai in macchina Fido o Micia al sole !

Vai a Consigli per il viaggio


Lilly, con i suoi, trasloca e viaggia sul furgone

Ira viaggia in camper con la sua famiglia


Luglio 2003, le nuove norme (patente a punti):

Art. 169, 6° comma - E' vietato il trasporto di animali domestici in numero superiore a uno e comunque in condizioni da costituire impedimento o pericolo per la guida. E' consentito il trasporto di soli animali domestici, anche in numero superiore a uno, purchè custoditi in apposita gabbia o contenitore o nel vano posteriore al posto di guida appositamente diviso da rete od altro analogo mezzo idoneo che, se installati in via permanente, devono essere autorizzati dal competente ufficio provinciale della Direzione generale della M.C.T.C. Non è quindi necessaria la rete se si trasporta un solo animale domestico.
Violazioni: pagamento di una somma da euro 68,25 a euro 275,10.
Punti decurtati dal bonus: 1 punto
Ovvero: non è cambiato nulla, eccetto il fatto che sono più care le multe e che verrà tolto un punto dalla patente.


Il nostro Chaac in ferie, nel suo posto dedicato in macchina - notare la sua cintura di sicurezza, a sinistra nella prima foto, vicino al musotto :o)

Ricordate che la cintura risparmia Fido dall'essere proiettato fuori dai vetri in caso di incidente...


Betty e Massimo in viaggio con il furgone con
i loro cani Lupo e Lilly e i loro gatti

Asja con Valentina in camper:
tappa a Berlino durante le ferie 2006

Teddy di Raffaella e Alex
va in Croazia in macchina: roonf... zzzz !!!

Leo di Patrizia e Fulvio in viaggio in camper... comprato apposta per lui !

La bau di Gemma in camper in Croazia a luglio 2007 ! Ottima vacanza !

Anche la bau di Sandra ci fa vedere come è bello andare in vacanza in camper...

Qui addirittura abbiamo 2 simpaticissimi bau che vogliono mettersi al volante... ;o)

Sunny e Schony di Walter viaggiano in camper verso la Germania, per andare con la famiglia a vedere i mercatini di Natale !
Guidatore e navigatore !!!

Anche Bull viaggia in camper con i suoi !!! Ci scrive Pierpaolo, il suo amico bipede: "Sono stato in vacanza varie volte: Val Badia, Austria, Lienz, Spagna, Portogallo, dove sono sempre stato bene accolto, perchè sono simpatico e bello" ;o)

 

Vecchio regolamento, sino al 2003: Comma 6 dell’art. 169 del “Codice della strada”: “Sui veicoli diversi da quelli autorizzati a norma dell’art. 38 del decreto del Presidente della Repubblica, n. 320, è vietato il trasporto di animali domestici in numero superiore a uno e comunque in condizioni da costituire impedimento o pericolo per la guida. E’ consentito il trasporto di soli animali domestici, anche in numero superiore, purché custoditi in apposita gabbia o contenitori, o nel vano posteriore al posto di guida appositamente diviso da rete od altro analogo mezzo idoneo che, se installati per via permanente, devono essere autorizzati dal competente ufficio provinciale della Direzione generale della M.C.T.C.” Le violazioni alle succitate disposizioni sono punite con una sanzione amministrativa di euro 60,68”.

VADA (Grosseto) - Chiuso in macchina al sole, senza possibilità di sfuggire all'impietosa calura nell'abitacolo che è diventato una trappola.
Una trappola mortale per il cane di piccola taglia che ieri pomeriggio ha fatto mobilitare vigili urbani e vigili del fuoco nel tentativo di liberarlo, di strapparlo a una fine così terribile. La prima segnalazione è arrivata, a metà pomeriggio di ieri, alla Polizia municipale di Rosignano. La pattuglia ha chiamato subito i vigili del fuoco di Cecina, accorsi nella piazza Garibaldi, di fronte alla chiesa di Vada. Il cagnolino era visibilmente sofferente - racconteranno i testimoni - e dopo alcuni tentativi di aprire le portiere dell'auto - una station wagon di fabbricazione coreana, ampia e confortevole ma non abbastanza perché la bestiola chiusa dentro potesse sopravviverci a lungo - hanno deciso di rompere un vetro della vettura. Il tentativo è stato fatto, ma ormai era troppo tardi: il cagnolino era morto. I vigili hanno chiamato un veterinario dell'Usl di Livorno e hanno ascoltato i proprietari della bestiola, marito e moglie, abitanti a Vada. Avrebbero dapprima detto di «aver smarrito il cane». Ma come era possibile, visto che era chiuso in macchina? Ora la coppia rischia una denuncia. Un fatto grave, destinato a sollevare polemiche e tanta compassione per la piccola, indifesa vittima.
Da: lanazione.it, 09/09/2002

La foto di un adesivo che abbiamo visto su un'auto in Francia:
QUANDO FA CALDO, NO AL CANE IN AUTO !!!
Niente cani nell'auto d'estate !!!



I bau di Nicoletta nella jeep di uno degli Hotel
segnalati da Dogwelcome :o) (inverno 2006)

I bau di Rolando viaggiano in camper...
Comodi comodi...


Bessy di Mariella nella sua Dune Buggy...

Thor con i suoi fratellini umani Elli e Nikolas in auto


I tre bau di Ornella in partenza per le Dolomiti !

La piccolina di Marta viaggia in auto in totale relax...

Paride e Isotta di Moira, Matilde e Leonardo in auto per il viaggio !

Yawwwnnn... che sonno... Lynus di Grazia dormicchia beato in auto... ZZZZ...

Il bau di Betty in viaggio in giro per la Francia !!!

Non si può correre per salvare un cane - Cassazione conferma multa a veterinario
LIVORNO. Correre in auto e infrangere quindi il codice della strada per soccorrere un cane investito da un altro automobilista non si può. È l’ultima parola, quella della sentenza della Cassazione, su una storia che si trascinava ormai da qualche anno. Una veterinaria livornese era infatti stata multata perché si era trovata ad assistere all’investimento del cane e non aveva potuto esimersi dal raccoglierlo cercando di raggiungere al più presto uno studio attrezzato per le cure. Multata dalla Polizia Stradale di Livorno la giovane professionista, tramite il padre che era proprietario dell’auto, aveva fatto ricorso al Giudice di Pace di Cecina che, con una sentenza del 2004, le aveva dato ragione annullando la multa. Ma il Ministero degli Interni, da cui dipende la Polzia Stradale , ha rilanciato e si è appellato alla Cassazione. Che, in una sentenza della Seconda sezione civile uscita in questi giorni, ha ribaltato la decisione del Giudice di Pace imponendo alla dottoressa di pagare la multa. La Corte di Cassazione infatti ha ribadito come lo «stato di necessità «non possa essere esteso a tutti gli esseri viventi compresi gli animali. Il soccorso infatti è ammesso soltanto in caso di danno grave alla persona». Non era insomma uno «stato di necessità» quello che portò la professionista a spingere il piede sull’acceleratore nella speranza di arrivare in tempo in sala operatoria e l’infrazione «per necessità» non ha impedito che il veterinario fosse multato. Un caso analogo è capitato recentemente anche a un veterinario livornese, Gianni Novantini: sul suo scooter aveva caricato un cane ferito e stava percorrendo la parte di Corso Amedeo vietata al traffico non residente, nonostante non avesse l’autorizzazione. I vigili lo hanno fermato e multato. E inutile in questo caso è stato il ricorso al Giudice di Pace che ha confermato la sanzione. Giudice di Pace «a favore del cane» invece a Pisa: un automobilista multato dalla polizia municipale perché intercettato dall’autovelox è riuscito a vincere il ricorso. Il Giudice di Pace, ha infatti riconosciuto lo stato di necessità, ossia l’urgenza di trasportare il cane, che aveva ingerito del veleno, dal veterinario.
Da: Il Tirreno, 20 novembre 2008


AUTOBUS Italia - AUTOBUS Estero

FNMA (Ferrovie Nord Milano Autobus) - Trasporto animali domestici:
28) Il trasporto di piccoli animali, così come specificato al successivo punto 31) è ammesso solamente sulle autolinee di Gran Turismo, ma non su quelle internazionali.
29) Ogni viaggiatore, munito di documento di viaggio, può portare con sé un animale domestico di piccola taglia al quale sia stato applicato un congegno atto a renderlo inoffensivo (museruola, guinzaglio, gabbiette, scatole, ecc.); é cura dell’accompagnatore evitare che l’animale salga sui sedili, insudici o deteriori la vettura o rechi danni ai viaggiatori. Ove ciò succeda, l’accompagnatore è tenuto al risarcimento degli eventuali danni.
30) Il trasporto di animali, esclusi i cani guida, può essere rifiutato in caso di affollamento dell’autobus.
31) I cani guida sono ammessi gratuitamente a meno che il non vedente sia assistito da accompagnatore con viaggio gratuito; per tutti gli altri animali domestici deve essere acquistato il relativo biglietto alla tariffa in vigore, pari al 50% del biglietto di corsa semplice.
Aggiornato a settembre 2007

ATM Milano - Il Consiglio Comunale con delibera del 23.03.02 n. 20/2002 ha modificato il regolamento in oggetto che prevede quanto di seguito indicato: Sono ammessi sui mezzi di trasporto pubblico ATM in servizio nell'area urbana anche i cani di taglia media. Tutti i cani, di taglia piccola e media, devono essere muniti di museruola e tenuti al guinzaglio. L'accesso ai cani di taglia sopra indicata è vietato nelle ore di maggior traffico, ossia dalle ore 7.30 alle 9.30 e dalle ore 17.30 alle 20.30. Sono esclusi da questa limitazione i cani che accompagnano le persone non vedenti o ipovedenti.
Segnalato da: Stefano G.

Autolinee locali Cinisello Balsamo (MI) - Gli animali domestici possono essere trasportati sugli autobus. Ogni viaggiatore acquistando il biglietto con la tariffa in vigore (anche per l’animale) può portare con sè animali domestici di piccola taglia con musuerola, guinzaglio o gabbiette scatole ecc.. Sarà cura dell’accompagnatore evitare che l’animale salga sui sedili, insudici o deteriori la vettura o rechi danni ai viaggiatori. Il viaggiatore è tenuto al risarcimento degli eventuali danni provocati dall’animale. Note : Il trasporto di animali, esclusi i cani guida può essere rifiutato in caso di affollamento dell’autobus; i cani guida sono ammessi gratuitamente a meno che il non vedente sia assistito da accompagnatore con viaggio gratuito.

AVT Varese - Ai passeggeri è vietato far salire cani od altri animali, salvo le particolari concessioni riguardanti i cani guida per ciechi, i cani da caccia limitatamente alla stagione venatoria ed i cani di piccole dimensioni, per i quali vigono le seguenti norme:
a. ogni viaggiatore può portare con sé un solo cane guida o da caccia o di piccole dimensioni, munito di museruola a paniere. Mentre i cani guida sono ammessi gratuitamente, per tutti gli altri cani deve essere acquistato il biglietto alla tariffa minima in vigore;
b. il cane da caccia deve essere tenuto al guinzaglio dal viaggiatore munito di licenza di caccia e portato verso l'uscita in modo da non ingombrare il passaggio, mentre il cane di piccole dimensioni deve essere tenuto in modo da non arrecare disturbo agli altri viaggiatori;
c. i cani guida ed i cagnolini sono ammessi in vettura senza limitazione di orario; l'ammissione dei cani da caccia dall'inizio del servizio alle ore 8 e dalle ore 20 al termine del servizio. (Circolari Ministero dei Trasporti n. 2050/F dell'8 novembre 1950 e n. 5403 del 27 dicembre 1950);
d. ove il cane insudici o deteriori la vettura o rechi danno ai passeggeri o cose, la persona che l'accompagna è tenuta al pagamento di una ammenda ed al risarcimento dei danni.

Comune di Collegno (TO) - Art. 14 - 1. E’ consentito l’accesso degli animali su tutti i mezzi di trasporto pubblico operanti nella città di Collegno nei limiti di quanto previsto dal regolamento per l’utilizzo dei mezzi di trasposto pubblico redatto dall’Azienda incaricata del servizio.
2. Il proprietario, o detentore a qualsiasi titolo, che conduce animali sui mezzi di trasporto pubblico dovrà aver cura che gli stessi non sporchino o creino disturbo o danno alcuno agli altri passeggeri o alla vettura.
3. Non potranno essere trasportati sui mezzi di trasporto pubblico animali appartenenti a specie selvatiche di comprovata pericolosità.

ATM Torino - Il passeggero può portare con sè sui mezzi aziendali - senza il pagamento del prezzo del biglietto - animali, alle seguenti condizioni:
- devono essere di piccole dimensioni
- non devono arrecare disturbo
- non devono essere pericolosi
- devono essere tenuti in braccio e/o in appositi contenitori/gabbiette coperti per evitare reazioni di paura negli animali e nei passeggeri
- in ogni caso devono essere dotati di strumenti, quali museruola, guinzaglio, ecc., che impediscano loro di nuocere agli altri passeggeri.
Ove gli animali insudicino o deteriorino la vettura, il proprietario è tenuto a provvedere all'immediata e sommaria disinfezione: qualora ciò non avvenga verranno applicate le sanzioni previste ed è tenuto al risarcimento dei danni.
I cani che accompagnano i passeggeri non vedenti hanno libero accesso ai mezzi ATM.
Il trasporto degli animali potrà essere rifiutato in caso di notevole affollamento dei mezzi pubblici.

SAIA Brescia - Ogni viaggiatore, munito di regolare documento di viaggio, può portare con sé un animale domestico di piccola taglia a condizione che vengano utilizzati gli accorgimenti necessari per poterlo rendere inoffensivo (museruola, guinzaglio gabbiette, scatole etc.) E' compito del possessore evitare che l'animale salga sui sedili, insudici o deteriori la vettura o rechi danno o disturbo agli altri viaggiatori. Nel caso ciò accada, il possessore è tenuto al risarcimento degli eventuali danni arrecati. Il trasporto di animali, esclusi i cani guida, può essere rifiutato in caso di sovraffollamento dell'autobus. I cani guida sono ammessi gratuitamente a meno che il non vedente sia assistito da accompagnatore al quale è riconosciuto il diritto a viaggiare gratuitamente; per tutti gli altri animali domestici deve essere acquistato il relativo biglietto alla tariffa in vigore (di importo pari al prezzo di un biglietto ordinario della prima classe di tariffa per percorrenze fino alla classe tariffaria F e di importo pari al prezzo di un biglietto ordinario della seconda classe di tariffa per quelle successive).

APTrasporti Gorizia - Per trasportare animali domestici - premesso che è previsto il trasporto gratuito, senza limitazione, su tutte le vetture dei "cani guida" che accompagnano le persone non vedenti, purché muniti di museruola e al guinzaglio - il passeggero farà ricorso al relativo pagamento per animali di piccola taglia sistemati in apposito contenitore o dotati di museruola, dalle dimensioni dei normali colli ammessi (cm 25x30x50), dai quali non sia possibile uscire durante il percorso. L’animale potrà essere allontanato, senza diritto al rimborso del biglietto, ad insindacabile giudizio del personale Aziendale, in caso di notevole affollamento della vettura o qualora arrechi, in qualsiasi modo, disturbo ai viaggiatori. Se l’animale insudicia, deteriora la vettura o provoca un danno a persone o a cose il proprietario è tenuto al risarcimento del danno causato, restando l’Azienda libera da qualsiasi responsabilità a riguardo.

TT Trieste - È autorizzato l’accesso ed il trasporto di animali domestici secondo i seguenti criteri e limiti:
- trasporto gratuito, su tutte le vetture, dei cani guida che accompagnano i non vedenti. I cani dovranno essere muniti di museruola e tenuti al guinzaglio;
- trasporto gratuito di animali domestici di piccola taglia sistemati in apposito contenitore delle dimensioni dei normali colli già ammessi (25x30x50), che impedisca loro qualsiasi contatto con l’esterno;
- è ammesso il trasporto di un solo contenitore con animali per passeggero e non più di due contenitori con animali per vettura, non comprendendo in tale computo i cani guida per non vedenti;
- qualora l’animale insudici, deteriori la vettura o provochi in qualunque modo un danno a persone o cose, il proprietario è tenuto a dichiarare le proprie generalità al personale aziendale ed al risarcimento del danno relativo, anche con successiva quantificazione, restando la Trieste Trasporti S.p.A. libera da qualunque responsabilità al riguardo.
Il trasporto di animali potrà essere rifiutato o interrotto senza diritto al rimborso del biglietto ai proprietari degli stessi, ad insindacabile giudizio del personale aziendale, in caso di notevole affollamento delle vetture, di pregiudizio della sicurezza dei passeggeri, del personale o del mezzo o qualora arrechi in qualsiasi modo disturbo ai viaggiatori.
Aggiornato a settembre 2007


Sugar guarda il panorama dal finestrino...

Mestre (VE) - Ammessi sugli autobus i cani di piccola taglia, con museruola e guinzaglio, a tariffa intera.

ACTV Venezia - È assolutamente vietato il trasporto in autobus di cani di media o grande taglia.
A bordo dei Mezzi sono ammessi al trasporto previo pagamento della tariffa ordinaria:
- cani di piccole dimensioni solo se tenuti in braccio o al guinzaglio con museruola;
- altri animali di piccole dimensioni (gatti, uccelli, ecc.) purche' chiusi in appositi contenitori, gabbie o altri contenitori di dimensioni ridotte inferiori a 50 cm per ogni lato che impediscano, anche solo accidentalmente, il contatto fisico con l'esterno. Le gabbie ed i contenitori, durante il trasporto, devono essere tenuti in modo tale da non recare fastidio e/o danno a persone e cose.
- E' ammesso il trasporto gratuito di cani guida per non vedenti, comunque muniti di museruola;
- Il trasporto dei suddetti animali (ad eccezione dei cani guida per non vedenti) potra' essere comunque limitato od escluso, ad insindacabile giudizio del personale incaricato.
In ogni caso, la persona che accompagna l'animale e' unica responsabile dei danni provocati a cose e/o persone quale conseguenza diretta o indiretta di comportamenti o fatti provocati dallo stesso animale.
Aggiornato a settembre 2007

ATR (Rete autobus Forlì, Cesena, Cesenatico) - E' vietato il trasporto di qualsiasi animale ad eccezione di:
- cani accompagnatori di non vedenti, a cui è consentito il trasporto gratuito, purché muniti di museruola a maglie fitte e tenuti al guinzaglio;
- piccoli animali portati in braccio e muniti di museruola a maglie fitte o collocati entro appositi contenitori per il trasporto, previo pagamento di biglietto ordinario. Ogni passeggero può portare con sé un solo animale. Se l'animale insudicia o deteriora il mezzo durante il trasporto, la persona che lo accompagna è tenuta a risarcire il danno. Il rilevamento, da parte del personale aziendale, del mancato rispetto delle norme sopracitate, comporta l'allontanamento dell'animale e l'interruzione del viaggio senza alcun diritto di rimborso del biglietto pagato;
- l'animale può essere allontanato, senza diritto al rimborso del biglietto, ad insindacabile giudizio del personale aziendale, in caso di notevole affollamento delle vetture, di pregiudizio della sicurezza dei passeggeri, del personale o del mezzo e qualora arrechi in qualsiasi modo disturbo ai viaggiatori.

ACTRE Reggio Emilia - E' ammesso il carico di animali sui mezzi di linea ACT purché gli stessi siano contenuti in gabbie o ceste di dimensioni non superiori a quelle ammesse per i bagagli al seguito.

Norme bagagli al seguito:
- Il viaggiatore può portare con se gratuitamente bagagli o colli di peso non superiore a kg. 10 e di dimensioni non superiori a cm 50 x 20 x 25;
- per gli altri bagagli che il viaggiatore porti con se, entro il limite del peso massimo complessivo di kg. 20 e per i quali la somma delle tre dimensioni complessivamente per tutti i bagagli non sia superiore a cm 150, sempre che, per ciascun collo, due di tali dimensioni non superino i cm 50, si applicano le tariffe risultanti dalle tabelle prezzi.

· Sono ammessi i cani di piccola e media taglia purché siano tenuti in braccio dal passeggero e/o siano muniti di museruola e guinzaglio.
· Sono ammessi i cani da caccia, durante la stagione venatoria e solo tra l'inizio del servizio e le ore 8,00 e tra le ore 18,30 e la fine del servizio.
· I cani da caccia devono essere singolarmente accompagnati.
· Chi viaggia con animali al seguito ne è responsabile.
· Gli animali tenuti in ceste o gabbie sono soggetti alla tariffa dei bagagli al seguito, quelli tenuti in braccio o al guinzaglio sono soggetti alla stessa tariffa del viaggiatore. Fanno eccezione i cani guida per ciechi che possono accompagnare gratuitamente il viaggiatore.
www.actre.it

ATC Bologna - Trasporto animali:
1. i cani che accompagnano i passeggeri non vedenti possono salire liberamente sui mezzi aziendali.
2. gli animali di piccola taglia possono viaggiare gratuitamente, portati in braccio o dentro gabbiette o contenitori protetti le cui dimensioni siano inferiori a cm 50x30x30 (limite previsto per gli oggetti trasportabili senza il titolo di viaggio); gli altri animali possono viaggiare, a pagamento, dentro apposite gabbie o contenitori protetti che comunque non superino le dimensioni massime consentite per il trasporto di oggetti, come indicato all'articolo successivo (cm 40x60x80)
3. i cani portati in braccio devono essere muniti di un'adeguata museruola.
4. ogni passeggero può accompagnare un solo animale. In caso di notevole affollamento del mezzo, per motivi di sicurezza dei passeggeri, il personale aziendale o gli agenti di forza pubblica potranno non consentirne il trasporto.
Se l’animale insudicia, deteriora la vettura, o provoca in qualunque modo un danno alle persone ed alle cose, il proprietario è tenuto al risarcimento del danno

ATAMAR Arezzo - Gli animali ammessi al trasporto sui mezzi della rete aziendale sono solo ed unicamente quelli riportati nella tabella seguente:
- cani da guida per ciechi: sono ammessi se in accompagnamento di persona non vedente, al guinzaglio e con museruola
- cani di piccole dimensioni: è considerato tale l’animale che possa tenersi comodamente in braccio purché al guinzaglio e con la museruola e previo pagamento del biglietto a tariffa ordinaria
- cani da caccia o comunque cani di dimensioni medie, al guinzaglio e con la museruola e o previo pagamento del biglietto a tariffa ordinaria
Tutti i cani di cui sopra ammessi a salire in vettura devono essere tenuti in modo da non arrecare disturbo o ingombro per gli altri passeggeri. Non sono ammessi più di due cani per vettura.
- uccelli, gatti, pesci o pulcini sono ammessi al trasporto all’interno di ceste, gabbie, contenitori a condizione che questi non superino le dimensioni 40x30x30
- le ceste, le gabbie o i contenitori non presentino spigoli vivi o taglienti, non siano sudicie e maleodoranti e siano prive di becchime abbeveratoi colmi
Durante il trasporto che deve avvenire previo pagamento di biglietto a tariffa ordinaria, devono essere tenuti in modo da non arrecare danno o disturbo agli altri viaggiatori. Ogni passeggero può trasportare al massimo due ceste o gabbie o contenitori.
I passeggeri che recano con sé animali sono tenuti al risarcimento dei danni causati all’Azienda o ad altri passeggeri.

ATC La Spezia:
E' ammesso il trasporto gratuito sugli autobus di animali domestici di piccola, media taglia da potersi tenere in braccio e che comunque non arrechino disturbo agli altri passeggeri. E' ammesso il trasporto gratuito di cani da guida per ciechi. Il trasporto di cani di grossa taglia è ammesso solo se tenuti saldamente a corto guinzaglio, non occupino posti a sedere e solo in numero massimo di 2 per vettura dietro pagamento di un biglietto a tariffa ordinaria corsa semplice e comunque solo nelle fasce orarie da inizio servizio alle 7.00 e dalle 20.00 a fine servizio. In ogni caso tutti i cani devono essere muniti di museruola a maglie fitte. In caso di affollamento della vettura, il conducente, a suo insindacabile giudizio, può limitare od impedire il trasporto di animali.

CAT Massa, Carrara e Sarzana (SP) - alcune corse arrivano fino a La Spezia
Trasporto Animali: A bordo dei mezzi non sono ammessi animali a eccezione dei casi e alle condizioni che seguono.
È ammesso il solo trasporto gratuito di:
- cani guida per non vedenti, muniti di museruola;
- cani di piccola taglia, tenuti in braccio e muniti di museruola;
- altri animali di piccola taglia (gatti, uccelli ecc.) racchiusi in ceste, gabbie o altri contenitori di dimensioni ridotte che impediscano, anche solo accidentalmente, il contatto fisico con l’esterno. In ogni caso, la persona che accompagna l’animale è tenuta al risarcimento dei danni provocati a cose e/o persone e rispondere qualora l’animale insudici la vettura o le sue pertinenze. - luglio 2008

Firenze - Accesso degli animali sui servizi di trasporto pubblico:
1. A bordo delle vetture non sono ammessi animali ad eccezione dei casi ed alle condizioni che seguono.
2. E’ ammesso il trasporto gratuito di:
a) cani guida per non vedenti, comunque muniti di museruola;
b) cani di piccola taglia, purché tenuti in braccio e muniti di museruola a fitte maglie
c) altri animali di piccola taglia purché racchiusi in ceste, gabbie o altri contenitori di dimensioni ridotte che impediscano, anche solo accidentalmente, il contatto fisico con l’esterno. Le gabbie ed i contenitori, durante il trasporto, devono essere tenuti in modo tale da non recare fastidio e/o danno a persone e cose.
3. Il trasporto dei suddetti animali (ad eccezione dei cani guida per non vedenti) potrà essere limitato od escluso, ad insindacabile giudizio del conducente della vettura, in caso di affollamento della stessa.
4. In ogni caso, la persona che accompagna l’animale è tenuta al risarcimento dei danni provocati a cose e/o persone.
Aggiornato febbraio 2007 - valido a maggio 2008

Alla C.A. ATAF Firenze - Oggetto: Reclamo relativamente all'impossibilità di trasportare cani sui vostri mezzi di trasporto. Dal vostro sito internet vengo a conoscenza con dispiacere che: 1. A bordo delle vetture non sono ammessi animali ad eccezione dei casi ed alle condizioni che seguono. 2. E’ ammesso il trasporto gratuito di: a) cani – guida per non vedenti, comunque muniti di museruola; b) cani di piccola taglia, purché tenuti in braccio e muniti di museruola a fitte maglie; c) altri animali di piccola taglia purché racchiusi in ceste, gabbie o altri contenitori di dimensioni ridotte che impediscano, anche solo accidentalmente, il contatto fisico con l’esterno. Le gabbie ed i contenitori, durante il trasporto, devono essere tenuti in modo tale da non recare fastidio e/o danno a persone e cose. 3. Il trasporto dei suddetti animali (ad eccezione dei cani – guida per non vedenti) potrà essere limitato od escluso, ad insindacabile giudizio del conducente della vettura, in caso di affollamento della stessa. 4. In ogni caso, la persona che accompagna l’animale è tenuta al risarcimento dei danni provocati a cose e/o persone.
Quindi io che non ho un cane di piccola taglia, e non sono non vedente, non posso circolare sui vostri mezzi pubblici con il mio Labrador (uno dei cani più docili al mondo), neppure con la museruola, però nello stesso documento scopro che: Possono essere trasportati gratuitamente anche: - carrozzine e passeggini per bambini, purché ripiegati; - piccoli strumenti musicali; - canne da pesca e sci; - fucili da caccia, purché smontati e tenuti nella custodia.
Quindi posso trasportare dei fucili da caccia (!?!) ma non un Labrador ??
A me questa sembra una cosa completamente assurda e completamente fuori dalla logica, e che istiga all'abbandono degli animali.
Invitandovi a riflettere su questa cosa si porgono distinti saluti

Luca Bettinelli - maggio 2008

CPT Pisa - Il regolamento prevede l'accesso solo ai cani di taglia piccola
Dogwelcome condivide appieno la campagna pisana "Comitato Bau" che chiede modifiche nel regolamento - aprile 2008

Prato - Accesso degli animali sui servizi di trasporto pubblico:
1. E' consentito l'accesso degli animali su tutti i mezzi di trasporto pubblico operanti nel Comune di Prato, secondo la carta della mobilita' redatta dal gestore del trasporto pubblico.
2. L'animale dovrà in ogni caso essere accompagnato dal padrone o detentore a qualsiasi titolo; per i cani è obbligatorio l'uso del guinzaglio e della museruola.
3. Il proprietario, o detentore a qualsiasi titolo, che conduce animali sui mezzi di trasporto pubblico dovrà aver cura che gli stessi non sporchino o creino disturbo o danno alcuno agli altri passeggeri o alla vettura.
4. Non potranno essere trasportati sui mezzi di trasporto pubblico animali appartenenti a specie selvatiche di comprovata pericolosità.

APM Perugia - Il passeggero è autorizzato a portare con se' previo acquisto di idoneo titolo di viaggio, gatti o cani di piccola taglia se trasportati in modo tale da non arrecare disturbo e molestia agli altri passeggeri; possono viaggiare gratuitamente cani guida per non vedenti. Nelle fasce orarie di morbida e' consentito l'accesso negli autobus anche ai cani di grossa taglia purche' condotti al guinzaglio, muniti di museruola fitta e solida e previo acquisti di idoneo biglietto.

ATP Nuoro Art. 4 - Trasporto cani:
Ai passeggeri delle vetture è fatto divieto di portarvi cani o altri animali, salvo le particolari concessioni riguardanti i cani da guida per i ciechi, ed i cani di piccole dimensioni, per i quali vigono le seguenti norme: a) ogni viaggiatore può portare con sé un solo cane guida o da caccia, o di limitata dimensione. Il cane deve essere munito di museruola a paniere. Mentre i cani guida sono ammessi gratuitamente, per tutti gli altri cani, deve essere acquistato il biglietto a tariffa in vigore; b) Il cagnolino di dimensioni limitate deve essere tenuto in modo da non recare disturbo agli altri viaggiatori; c) I cani guida ed i cagnolini sono ammessi in vettura senza limitazioni di orario; d) Ove il cane insudici o deteriori la vettura o arrechi danno a passeggeri e cose, la persona che l’accompagna è tenuta al risarcimento dei danni.

ARST Sardegna - Volevo segnalare il fatto che qualche tempo fa una nostra cliente diretta a Olbia, si è presentata alla fermata dell' autobus della linea ARST che copre la maggior parte delle tratte sarde, con il suo cagnolino, regolarmente vaccinato e tenuto al guinzaglio e le è stato impedito di usufruire del servizio, nonostante l'autobus fosse vuoto, perchè l'autista non gradiva la presenza del cagnolino (mi sono informata e praticamente non esiste una normativa, l'accettare o no animali è a discrezione dell' autista, dipende praticamente da come si è svegliato la mattina). Ho mandato una e mail e un fax alla sede centrale di Cagliari per spiegare l'accaduto, sottolineando il fatto che con questo comportmento viene vanificato il lavoro di tante persone che si adoperano per far sì che i proprietari di animali vedano questi ultimi come buoni compagni di viaggio, anzichè come ostacoli alle proprie vacanze, ma a tutt'oggi non ho ricevuto alcuna risposta. E' necessario e urgente che questa compagnia su cui viaggiano tutte le persone che non vengono in Sardegna con mezzo proprio, prenda posizione e che non lasci nelle mani di un loro addetto la discrezionalità di decidere il buon esito della vacanza delle persone e dei loro amici a 4 zampe. Pensavo che forse se arrivasse loro un "suggerimento" da una voce più autorevole come la Vostra, magari prenderebbero in considerazione la richiesta.
Segnalato da: Caterina Lantieri, aprile 2007
E noi ci proviamo ! :o) [Annalaura, Dogwelcome]

ATAC Roma - Cani ammessi, no taglia grossa.
Sono ammessi i cani di piccola e media taglia, paganti il biglietto ordinario. Devono essere muniti di guinzaglio e museruola a paniere.
Durante il trasporto devono essere tenuti in modo da non arrecare fastidio e danno a persone o cose, non ingombrare i passaggi né le porte.
Sono ammessi non più di due cani per vettura. Sono ammessi al trasporto gratuito i cani guida per non vedenti.
Gatti e uccelli:
E' consentito il trasporto in gabbie o ceste di dimensioni non superiori a cm. 25x45x80 [Attenzione: nell'ultimo aggiornamento del regolamento (ottobre 2007) non vi è la specifica delle dimensioni].
Le gabbie ed i contenitori durante il trasporto devono essere tenuti in modo da non arrecare fastidio e danno a persone o cose.
I passeggeri che accompagnano gli animali sono tenuti a risarcire eventuali danni provocati alla vettura, a cose o ad altri viaggiatori.
NB.: II trasporto degli animali e dei bagagli può essere limitato o rifiutato per esigenze legate al servizio, a giudizio del personale aziendale
Aggiornato a: 31 gennaio 2008

ACTPN Napoli - Il trasporto di piccoli animali (gatti - scimmie - uccelli) può essere consentito solo sulle autolinee extraurbane purché racchiusi in cesti od altri imballaggi sicuri ed ospitati sul portabagagli sull'imperiale o nel bagagliaio (ove esistano); il corrispettivo del trasporto e pari al biglietto di un viaggiatore.
Il trasporto dei cani é limitato a piccoli cani, ai cani da caccia ed ai cani che guidano i non vedenti, secondo le norme appresso indicate e con l'applicazione degli stessi prezzi previsti per il trasporto di persone.
A) Cani da caccia (siiiigh !!! [N.d.R.] )
Il trasporto e consentito solo sulle linee extraurbane e durante la stagione venatoria dall'inizio servizio fino alle ore 8,00 e dalle 20,00 a fine servizio; altrimenti nella prima e ultima corsa. Devono essere condotti da persona munita di licenza di caccia ed il loro trasporto e ammesso solo se muniti di guinzaglio, museruola e non vi siano proteste da parte degli altri viaggiatori.
B) Cani guida per i non vedenti e piccoli cani
Sono trasportati gratuitamente in ragione di un cane per ogni non vedente. Ogni viaggiatore può portare con se un solo cane ed in ciascun autobus non possono essere ammessi complessivamente più di quattro cani.
In tutti i casi il cane deve essere munito di museruola a maglie fitte e tenuto in braccio, quando trattasi di piccolo cane e al guinzaglio presso la persona che lo conduce, negli altri casi, in modo da non ingombrare la corsia o le porte e da non arrecare disturbo agli altri viaggiatori. In caso contrario il viaggiatore dovrà essere allontanato senza diritto al rimborso del biglietto. In caso di affollamento è vietato il trasporto dei cani, esclusi quelli che guidano i non vedenti. La persona che conduce il cane è tenuta a risarcire i danni qualora lo stesso insudici o deteriori in altro modo l'autobus.

Campobasso - E' consentito l'accesso degli animali su tutti i mezzi di trasporto pubblico operanti nel Comune.
L'animale dovrà in ogni caso essere accompagnato dal padrone o detentore a qualsiasi titolo; per i cani è obbligatorio l'uso del guinzaglio e della museruola.
Il proprietario, o detentore a qualsiasi titolo, che conduce animali sui mezzi di trasporto pubblico dovrà aver cura che gli stessi non sporchino o creino disturbo o danno alcuno agli altri passeggeri o alla vettura.
Non potranno essere trasportati sui mezzi di trasporto pubblico animali appartenenti a specie selvatiche di comprovata pericolosità.

Capri (NA) - In occasione di una gita a Capri avendo bisogno di un taxi per raggiungere Capri centro dal porto possedendo due cagnoline di razza Westi che stanno bene in braccio mio e di mia moglie mi è stato rifiutato il trasporto in taxi come pure in autobus e in funicolare. Faccio presente che una mia malattia mi impedisce di camminare per lunghi tratti e che la gita a Capri è stata una triste esperienza.
Segnalato da: anonimo, settembre 2007

Quello che è capitato a noi lo scorso fine settimana a Capri: con il cane (peso: 5 kg) sugli autobus non ci hanno fatto salire. E' da notare che a Capri non ci si può andare con i mezzi propri e che la strada da Capri ad Anacapri (che abbiamo dovuto percorrere a piedi) è notevolmente pericolosa e inadatta al passeggio...
Segnalato da: Laura B. - ottobre 2007

Sais autolinee ed Autobus Prestia e Comandè (Palermo)- Se doveste inopportunamente venire in vacanza in Sicilia sappiate che:
1- i cani non possono balneare mai in nessuna delle spiagge dell'isola; 2 - le suddette compagnie di autolinee che collegano Palermo a Catania e Messina, e Palermo con l'aeroporto obbligano al trsporto di cani negli appositi trasportini a terra, nonostante si paghi un intero biglietto, anche se con guinzaglio e museruola e talvolta non prendono affatto i cani a bordo. Viaggio spesso in aereo perchè il mio è di piccola taglia (viene con me in cabina) e l'autobus per l'aeroporto mi ha spesso lasciato a terra. Se atterrate in Sicilia prendete il Trinacria Express nel piano interrato dell'aeroporto. Sono siciliana e la mancanza di rispetto per i cani e gli animali in genere nell'isola, mi fa arrossire.
Inviato da: Luisa, con Ottaviano - maggio 2008


METRO e TRAM Italia - METRO e TRAM Estero

ATM Milano
Animali ammessi a bordo (non più di due per vettura):
- Cani guida per ciechi con museruola e guinzaglio(viaggiano gratis)
- Cani di piccola dimensione che possono essere tenuti comodamente in braccio sempre con museruola e guinzaglio (pagano).
- Cani da caccia dall'nizio del servizio fino alle 8 e dalle 20 fino al termine del servizio (pagano).
Tutti gli altri cani che non vengono citati non possono essere trasportati.
- I gatti chiusi nel trasportino purchè ci sia compatibilità con un eventuale cane presente sulla vettura. (pagano)
- Uccelli con un massimo di due gabbie per passeggero
- Pesci con un massimo di due per passeggero
- Pulcini con un massimo di due per passeggero

Dal 23.03.02 n. 20/2002 sono ammessi sui mezzi di trasporto pubblico ATM in servizio nell'area urbana anche i cani di taglia media. Tutti i cani, di taglia piccola e media, devono essere muniti di museruola e tenuti al guinzaglio. L'accesso ai cani di taglia sopra indicata è vietato nelle ore di maggior traffico, ossia dalle ore 7.30 alle 9.30 e dalle ore 17.30 alle 20.30. Sono esclusi da questa limitazione i cani che accompagnano le persone non vedenti o ipovedenti.
Segnalato da: Stefano G.

ATM: Gatto «discriminato» in metrò, meglio viaggiare nella borsa
Gatto in gita sul metrò. Per il regolamento Atm, la bestiola paga un biglietto come gli umani. E come i cani. Rispetto a questi ultimi però, il felino è discriminato: in caso di tensione, dovrà esser lui a lasciare il mezzo.
La regola: «Qualora nella vettura o nelle stazioni fosse presente un cane, ove si evidenziasse incompatibilità di coabitazione fra le specie, il possessore del gatto deve essere invitato a occupare un altro posto, a cambiare vettura, al limite abbandonare il mezzo di trasporto o la stazione». È giusto?
Giorgio Lucci, Il Corriere della Sera.it


ATAC Roma - Cani ammessi, no taglia grossa, e solamente nel primo e nell'ultimo vagone.
Sono quindi ammessi i cani di piccola e media taglia, paganti il biglietto ordinario. Devono essere muniti di guinzaglio e museruola a paniere.
Durante il trasporto devono essere tenuti in modo da non arrecare fastidio e danno a persone o cose, non ingombrare i passaggi né le porte.
Sono ammessi non più di due cani per vettura. Sono ammessi al trasporto gratuito i cani guida per non vedenti.
Gatti e uccelli:
E' consentito il trasporto in gabbie o ceste di dimensioni non superiori a cm. 25x45x80 [Attenzione: nell'ultimo aggiornamento del regolamento (ottobre 2007) non vi è la specifica delle dimensioni].
Le gabbie ed i contenitori durante il trasporto devono essere tenuti in modo da non arrecare fastidio e danno a persone o cose.
I passeggeri che accompagnano gli animali sono tenuti a risarcire eventuali danni provocati alla vettura, a cose o ad altri viaggiatori.
NB.: II trasporto degli animali e dei bagagli può essere limitato o rifiutato per esigenze legate al servizio, a giudizio del personale aziendale
Aggiornato a: 31 gennaio 2008


FUNIVIE, FUNICOLARI, SEGGIOVIE Italia - FUNIVIE, FUNICOLARI, SEGGIOVIE Estero


Il pelosino di Stefano in seggiovia al Cermis (TN)

ITALIA NORD

LOMBARDIA

Funivia Barzio-Piani di Bobbio (LC)
Risalita (estiva) per cani gratuita

Funivia Piani di Erna (LC)
Risalita gratuita (obbligo di museruola, acquistabile alla partenza a 5 € per chi ne è sprovvisto)
Segnalate da: Stefano e Alessia, con Sherwood - segugi Dogwelcome !

Cabinovia "Larici" di Madesimo (SO)
Gli addetti agli impianti sono stati molto disponibili, e così Sherwood e anche molti altri cani sono potuti salire al rifugio Larici dove per di più è consentito l'accesso ai cani (tenuti naturalmente al guinzaglio).
Segnalata da: Stefano e Alessia, con Sherwood - segugi Dogwelcome !

FRIULI

Ovovia del Monte Lussari (Tarvisio, UD)
Ci siamo andati con i nostri due terranova, Juni e Woopi (il biglietto non lo pagano) e siamo andati a respirare un po di aria fresca (c'era ancora un po di neve). Quando siamo arrivati per farle salire l'addetto all'ovovia ha fatto rallentare la macchina in modo che loro due potessero salire con calma stessa cosa per quando siamo scesi.
Segnalata da: Stefania, da Udine

TRENTINO ALTO ADIGE

Funivia dell'Alpe di Siusi (a 5 min. di bus da Fiè allo Sciliar, BZ)
Emma è salita sull'autobus che porta alla funivia e sulla funivia stessa senza lamentele di nessuno...
Segnalato da: Katia, Antonio e la piccola Emma, febbraio 2007

Funivie Madonna di Campiglio (TN)
E' possibile portare i cani sulle funivie e sulle cabinovie con guinzaglio e museruola
www.funiviecampiglio.it - Info inverno 2005-2006, su richiesta da parte di Dogwelcome

Cabinovia "Piz Sorega", S. Cassiano in Val Badia (BZ)
Quest'anno abbiamo fatto la prima vacanza sulla neve con Yuma, golden retriever che a febbraio 2007 aveva 5 mesi. Gli addetti della cabinovia erano molto attenti alla protezione della cucciola. Non appena vedevano che io con mia moglie arrivavamo per prendere la cabinovia - 12 posti - facevano in modo tale che salissimo da soli, di modo tale da non farla spaventare, chiudendo subito le porte della cabina. Nei momenti di maggior calca, facevano in modo di non fare salire più di altre 4 o 5 persone oltre a noi.
Segnalato da: Luca D. di Piacenza con Yuma, marzo 2007

Funivia Hirzer - Val Passiria, Merano (BZ)
Consente ai cani di viaggiare e, per di più, gratis.
Segnalato da: Claudia C., ottobre 2006

Funivia di Vigo di Fassa (BZ)
In centro a Vigo parte una funivia che porta su un altopiano a 2000 m, da dove partono diversi sentieri... Noi ci siamo andati con i nostri pelosi; in funivia è richiesta la museruola, noi gliel'abbiamo appesa al collo (non sono abituati a portarla) e nessuno ha detto niente; da notare che i cani non pagano.
Segnalato da: Lisa e Mario, con Lucky e Red - agosto 2008

Seggiovia di Trafoi (BZ)
E' possibile portare i cani sulla seggiovia avendo cura di tenerseli ben stretti in braccio !!All'inizio Lear aveva un pò paura, ma poi si è subito tranquillizzato ! Il personale è stato carinissimo e ha rallentato l'impianto per consentirci di salire e scendere più agevolmente ! :-)
Segnalato da: Martina, con Lear - segugi Dogwelcome ! - febbraio 2007

Funivia dello Speikboden, da Campo Tures (BZ)
Non hanno detto nulla per il cane, Hay Lin non ha pagato il biglietto
Segnalato da: Robby, con Hay Lin - ottobre 2007


<--- Hay Lin in funivia


...nei prati atesini...

Funivia del Klausberg, da Cadipietra (BZ)
La prima salita in funivia per Hay Lin, che non ha pagato il biglietto. I cani viaggiano gratis
Segnalato da: Robby, con Hay Lin - ottobre 2007

Ovovia per Boè (Corvara in Badia, BZ)
Cani ammessi
Segnalata da: Giulia, con Hester - gennaio 2008

Cabinovie e seggiovia del Cermis (TN)
e
Seggiovia Passo Rolle (con partenza dalla Malga Rolle) (TN)
Ci sono andato con il mio Billy... In entrambe le seggiovie, oltre che nelle due cabinovie del Cermis, ho visto salire cani. Anche un meticcio di rottweiler (non ho avuto modo di parlare coi proprietari), e ho notato che gli operatori, ben lontani dal lamentarsi, hanno invece rallentato la seggiovia per consentire al proprietario del cane di prenderlo in braccio per farlo salire. Il cane stava in braccio al padrone sulla seggiovia...
Segnalate da: Stefano, luglio 2007


La bau di Giulia in ovovia a Corvara, estate 2007


VALLE D'AOSTA

Funivie e Ovovie in Valtournanche (AO)
Accesso ai cani anche di taglia grossa, con l'uso della museruola
Segnalato da: Maria Beatrice ed Evaristo, con Nessie e Wallace, estate 2006

VENETO

Funivia Monte Baldo (Malcesine, VR)
Il 23 aprile 2008 sono stata sul monte Baldo, ho preso la funivia a Malcesine. I cani sono ammessi sulla funivia, obbligo di museruola e guinzaglio. I cani pagano euro 4.50. Arrivati abbiamo trovato la neve:-))))), è a 1800 metri. La cagnolona Hay Lin si è divertita tantissimo a giocare sulla neve, quante corse che ha fatto... Siamo stati anche nel bar della funivia e per Hay Lin non ho avuto nessun problema. E' entrata tranquillamente !
Segnalato da: Robby e Roby, con Hay Lin - maggio 2008


Foto di: Robby, con Hay Lin

ITALIA SUD

CAMPANIA

Capri (NA)
In occasione di una gita a Capri avendo bisogno di un taxi per raggiungere Capri centro dal porto possedendo due cagnoline di razza Westi che stanno bene in braccio mio e di mia moglie mi è stato rifiutato il trasporto in funicolare come pure in taxi ed in autobus. Faccio presente che una mia malattia mi impedisce di camminare per lunghi tratti e che la gita a Capri è stata una triste esperienza.
Segnalato da: anonimo, settembre 2007


TAXI Italia - TAXI Estero

Comune di Collegno (TO)
Art. 14 - 4. Nel caso specifico del trasporto pubblico su taxi, i conducenti degli stessi hanno la facoltà, tramite preventiva comunicazione telefonica, di rifiutare il trasporto di animali di grossa taglia; quelli di piccola taglia, quali ad esempio gatti e piccoli cani, sono ammessi al trasporto.

Comune di Como
Radio Taxi satellitare Como: chiamando lo 031-261515 si potrà avere su richiesta telefonica una vettura che accetta i nostri Fido a bordo.
Sito WEB

Comune di Milano
Volevo segnalare che a Milano i taxi si rifiutano di prendere in auto i cagnolini. Il loro atteggiamento a riguardo è peggio che se fossero dei lebbrosi. Ho uno schnauzer nano molto molto tranquillo ed educato. Mi è capitato di restare in panne con la mia auto e quindi ho cercato un taxi per recarmi urgentemente al lavoro. 4 taxisti alla sola vista del cagnolino mi hanno fatto cenno con la mano di NO. La settimana scorsa ho avuto necessità di chiamare un taxi e al telefono ho avvisato che avevo un cagnolino. Mi è stato subito chiesto se me lo tenevo in braccio. Arrivato il taxi, per salire in auto e sistemarsi sul tappetino sotto i sedili il cane ha urtato con la zampina il fianco del sedile posteriore e subito il tassista si è lamentato di non far salire il cane sul sedile e non sporcare. Giuro! ha sfiorato solo il bordo nel girarsi!!!!! Sono esterrefatta di tale comportamento.
Segnalato da: Roberta, luglio 2006

"Chiamapluto" servizio taxi per animali
Via Facchinetti, 6 - 20138 Milano - Tel. 02/70121119
Sito WEB
Il mio mezzo di trasporto attuale è un Renault Kangoo non furgonato ma per uso promiscuo. Gli animali trasportabili possono arrivare anche a 5 o 6, senza gabbie, però. Allo stato attuale mi è capitato di trasportare un massimo di 4 pastori tedeschi logicamente dello stesso padrone. Se eventualmente necessiteranno gabbie per il trasporto mi attrezzerò (anche se l'idea di un cane in gabbia non mi piace mai!!). Per quanto riguarda le località in cui posso trasferire gli amici pelosi, tendenzialmente arriverei massimo al Lazio (per adesso)
Segnalato da: il proprietario, Mauro Rizzo

Comune di Pavia
Taxi blu per gli animali al costo di 10 € l'ora: Tel. 335.670.70.09 - se la destinazione è fuori città o se l'animale non è accompagnato dal padrone, la tariffa è di 15 €

Comune di Bologna
Cani ammessi su alcune vetture (avvertire con antecedenza), con supplemento di 1 euro sulla tariffa

Comune di Forlì
Art. 24 - Trasporto bagagli ed animali
1. E' obbligatorio il trasporto dei bagagli a seguito del passeggero, sempreché trattasi di effetti personali di limitato ingombro, alle condizioni tariffarie stabilite ai sensi dell'art. 22.
2. E' inoltre obbligatorio e gratuito il trasporto dei cani, muniti di museruola, accompagnatori di persone non vedenti, mentre è facoltativo il trasporto di animali al di fuori di tale specifica fattispecie.
www.comune.forli.fo.it/Spun/normativa/taxi.html

Comune di Modena
Articolo 28 - Diritti dei conducenti dei taxi
1. I conducenti del servizio di taxi e del servizio di noleggio con conducente durante l'espletamento del servizio, hanno i seguenti diritti:
a. richiedere all'utente un anticipo dell'importo pattuito o presunto qualora il servizio, da effettuarsi anche fuori dal territorio comunale, possa comportare una spesa rilevante per l'utente, o l'utente stesso risulti notoriamente insolvente;
b. rifiutare il trasporto di animali fatto salvo i cani accompagnatori di non vedenti;

Comune di Massa
Accettati cani nei taxi su richiesta, alla tariffa ad applicazione facoltativa di 0,50 €

Un bau in auto in Giappone
Un bau in auto, in Giappone - Foto di Massimo M. per Dogwelcome.it

Comune di Firenze
Art. 14 - Accesso degli animali sui servizi di trasporto pubblico.
1. E' consentito l'accesso degli animali su tutti i mezzi di trasporto pubblico operanti nel Comune di Firenze.
2. L'animale dovrà in ogni caso essere accompagnato dal padrone o detentore a qualsiasi titolo; per i cani è obbligatorio l'uso del guinzaglio e della museruola.
3. Il proprietario, o detentore a qualsiasi titolo, che conduce animali sui mezzi di trasporto pubblico dovrà aver cura che gli stessi non sporchino o creino disturbo o danno alcuno agli altri passeggeri o alla vettura.
4. Non potranno essere trasportati sui mezzi di trasporto pubblico animali appartenenti a specie selvatiche di comprovata pericolosità.
5. Nel caso specifico del trasporto pubblico su taxi, i conducenti degli stessi hanno la facoltà, tramite preventiva comunicazione telefonica, di rifiutare il trasporto di animali di grossa taglia; quelli di piccola taglia, quali ad esempio gatti e piccoli cani, sono ammessi al trasporto.

Comune di Pisa
Art. 17 - Comportamento degli utenti in taxi
1. Agli utenti del servizio taxi è fatto divieto di:
c) pretendere il trasporto di animali senza aver adottato in accordo con il tassista, tutte le misure utili ad evitare il danneggiamento o l'imbrattamento dell'autovettura

Comune di Prato
Accesso degli animali sui servizi di trasporto pubblico: Vedi Comune di Firenze, il regolamento è identico

Comune di Roma
Ammessi i cani in alcune autovetture: avvisare telefonicamente riguardo la presenza dell'animale. Ecco alcuni numeri da chiamare (Radio taxi): 06/3570-63898 - 06/3551 - 06-88177 - 06/4994 - 06/6645 - 06/4157 - Taxi a Roma

Però... leggete qui sotto, situazione vergognosa come al solito:

In giro per Roma non abbiamo trovato un taxi che facesse salire il 4 componente della famiglia (il nostro cane). Che schifo !!!
Segnalazione di: Pia - aprile 2007

Comune di Campobasso
E' consentito l'accesso degli animali su tutti i mezzi di trasporto pubblico operanti nel Comune.
L'animale dovrà in ogni caso essere accompagnato dal padrone o detentore a qualsiasi titolo; per i cani è obbligatorio l'uso del guinzaglio e della museruola. Il proprietario, o detentore a qualsiasi titolo, che conduce animali sui mezzi di trasporto pubblico dovrà aver cura che gli stessi non sporchino o creino disturbo o danno alcuno agli altri passeggeri o alla vettura. Non potranno essere trasportati sui mezzi di trasporto pubblico animali appartenenti a specie selvatiche di comprovata pericolosità.
Nel caso specifico del trasporto pubblico su taxi, i conducenti degli stessi hanno la facoltà, tramite preventiva comunicazione telefonica, di rifiutare il trasporto di animali di grossa taglia; quelli di piccola taglia, quali ad esempio gatti e piccoli cani, sono ammessi al trasporto.

Capri (NA)
In occasione di una gita a Capri avendo bisogno di un taxi per raggiungere Capri centro dal porto possedendo due cagnoline di razza Westi che stanno bene in braccio mio e di mia moglie mi è stato rifiutato il trasporto in taxi come pure in autobus e in funicolare. Faccio presente che una mia malattia mi impedisce di camminare per lunghi tratti e che la gita a Capri è stata una triste esperienza.
Segnalato da: anonimo, settembre 2007



Foto mandataci da Booz di edendesign

Foto scovata da Feo di Dogwelcome
BICICLETTA
Carlotta con Maurizio
Carlotta e Maurizio in gita in bici
Isola d'Elba in bici con il peloso
Foto di Paolo Onesti

Art. 182 del Codice della Strada: Circolazione dei velocipedi
3. Ai ciclisti è vietato trainare veicoli, salvo nei casi consentiti dalle presenti norme, condurre animali e farsi trainare da altro veicolo.
Per quanto riguarda il trasporto sulla bici, valgono le stesse norme come all'Art. 170, sulla circolazione di veicoli a motore a due ruote (vedi sotto)

Le due bau di Roberto trainate dalla bici !!!



La piccina di Vera e Cleo [un'altra Tea ciclista !!! :o) ]
in bici a Firenze

La pelosina di Nicoletta a Riccione in bicicletta
(fa anche rima...) !!!

Sam di Paolo a Riccione in bici !

L'amica pelosa quattordicenne di Stefania e Maurizio gira comoda con i suoi...

Vai in bici con il cane al guinzaglio ? Rischi una multa fino a 500 euro
Agropoli (SA) - Vietato andare a spasso in bicicletta con il cane al guinzaglio. Succede ad Agropoli, dove il sindaco Franco Alfieri ha previsto multe dai 25 ai 500 euro per chi ha l'abitudine di portare a spasso il cane, durante la passeggiata in bicicletta. Contravvenzioni anche per i padroni maleducati che non si muniscono di paletta e bustine, mentre camminano per le strade comunali con i propri amici a quattro zampe. Dura vita per i proprietari, il fedele amico dell’uomo, infatti, non potrà nemmeno vagare liberamente nei parchi pubblici, nei giardini e in qualsiasi area verde della città. Anche le spiagge saranno off limits: parte il divieto di balneazione per i cani. Si dice così addio alla passeggiata di relax per i padroni, gli animali dovranno essere continuamente sorvegliati per evitare che sporchino. Il Comune ha deciso di far scattare il provvedimento dopo aver ricevuto, nei giorni scorsi, un gran numero di segnalazioni circa strade, piazze, marciapiedi e parchi pubblici letteralmente invasi dagli escrementi dei cani.
Corriere del Mezzogiorno, 5/6/2008

MOTO

Olivia, cane in moto ! Olivia, la Biker più tosta del mondo, in sella con Sabrina !

Un altra BauBiker !! Questa piccina è Zerlina, e ama girare con Alessandro su è giù per l'Italia in moto ! Che tenerina !!! :o)
Dice Alessandro: "Effettivamente, ripensando a quanto mi hai scritto e guardando le foto che ci sono sul vostro portale penso sia importante che il corredo borsa, occhiali e casco sia perfettamente visibile: senza occhiali E casco non ci sarebbe protezione per il peloso (occhi e orecchie, non parlo di incidenti),
mentre senza una borsa apposita con un sistema saldo e serio si diventa un rischio per se stessi e per gli altri
(oltre alle violazioni del codice della strada)" -
Bravissimo Alessandro !! [Noi di Dogwelcome]

Portate con voi il peloso in moto SOLO SE SIETE CERTI CHE NON SI SPAVENTI !!!
Fate molta attenzione: il peloso deve avere piena fiducia in voi e NON DEVE FARSI PRENDERE DA ATTACCHI DI PANICO CAUSATI DA FORTI RUMORI (es. un TIR che passa vicino vicino o simili) Se il cane (non portate il gatto in bici, per favore !!! E in moto, poi... non se ne parla nemmeno !!!) si fida ciecamente di voi sa che non c'è pericolo perchè voi siete lì accanto, ma se la paura dovesse prendere il sopravvento, potrebbe essere un brutto momento per Fido.

Foto mandataci da Massimo M., scattata a Bangkok Eh, questi orientali, che simpatia !... :o)

Ecco qui il punto 5 dell’art. 170 del “Codice della Strada”, che riguarda il trasporto di animali su veicoli a motore a due ruote: “... è vietato trasportare oggetti che non siano solidamente assicurati, che sporgano lateralmente rispetto all’asse del veicolo o longitudinalmente rispetto alla sagoma di esso oltre i cinquanta centimetri o limitino la visibilità al conducente. Entro i predetti limiti è consentito il trasporto di animali purché custoditi in apposita gabbia o contenitore”.
La violazione alle norme del succitato disposto sono punite con sanzione amministrativa di euro 31,30
Il Resto del Carlino, 28/5/2002

Bella, di More e Alex, in vacanza in moto !!!
Bella, di More e Alex, in vacanza in moto !!!

Xena di Massimo in Sardegna in moto

Anche il pelosino di Carlo va in moto !!

Foto scovata da Giuseppe e Tathiana

Nuove norme, luglio 2003 (patente a punti):

Art. 170, 5° comma - Sui veicoli di cui al comma 1 è vietato trasportare oggetti che non siano solidamente assicurati (animali compresi), che sporgano lateralmente rispetto all'asse del veicolo o longitudinalmente rispetto alla sagoma di esso oltre i cinquanta centimetri, ovvero impediscano o limitino la visibilità al conducente. Entro i predetti limiti, è consentito il trasporto di animali purché custoditi in apposita gabbia o contenitore".
Ovvero: è necessario trasportare gli animali in appositi contenitori in moto e bici.
Sanzioni previste: pagamento di una somma da € 32,80 a € 131,20.
Punti decurtati dalla patente: 1
Quindi: non è cambiato nulla, se non che si è alzata la cifra da pagare in caso di multa, e che si perde un punto dalla patente.

ATTENZIONE: nuova legge 23 agosto 2005 del Codice della Strada - art. 213, comma 2

Sanzionato il trasporto di animali senza gabbia con il sequestro del veicolo e la sua vendita all'asta - estate 2006: cancellata questa norma


Foto scattata a Santo Domingo, inviataci da Massimo M.


Che confusione... In scooter col cane, ma senza guinzaglio: multato

GRADARA - Era partito da Gradara con la sua cagnetta accucciata sul motorino. Forse il proprietario non lo sapeva né lo immaginava, ma la bestiola di nome Dolly, sei anni di vita, 9 kg di peso, alta 30 cm, doveva andare in giro con la museruola e un guinzaglio. I vigili di Riccione non hanno fatto sconti: hanno fermato lo scooter e multato il proprietario della cagnetta per 242 euro. Nel verbale è scritto: «Teneva il cane senza guinzaglio sulla pedana dello scooter». Il proprietario dell'animale non intende fare ricorso al giudice di Pace attraverso un avvocato. Costerebbe ben oltre il prezzo della multa, ma non per questo intende rinunciare a lanciare le sue rimostranze. Il proprietario del cane aveva cercato di ribattere ai vigili che non «trasportava» l'animale, né passeggiava con esso, neppure che avrebbe potuto lasciare a terra i suoi bisognini visto che Dolly non era mai scesa dalla pedana dello scooter. Niente da fare.
E allora il padroncino della cagnetta ha scritto al prefetto di Rimini, per chiedere lumi e l'annullo della multa, perché «Dolly» era sulla pedana del motociclo e «quindi si configurerebbe la proprietà privata, non la strada; diversamente il vigile avrebbe dovuto multare ai sensi dell'art. 170 del Codice della strada che riguarda il trasporto di cose e persone sui veicoli a motore a due ruote». In quei giorni a Riccione, era scattata un'operazione di controllo sui cani che ha portato a decine di multe per coloro (ed erano tanti) che avevano lasciato il proprio cane senza custodia né museruola.
Un'analoga ordinanza è in vigore anche a Pesaro. Le multe che vengono generalmente fatte riguardano soprattutto i padroncini che lasciano liberi i cani nei giardini pubblici, pur osservandoli a breve distanza. Quasi sempre quelle aree sono segnalate adeguamente, ma spesso non basta ad evitare le violazioni.
Petnews, 2002

Vengono in quest'ordine: cagnoline affettuose, moto (Guzzi se possibile), wurstel di gatto [ma no, dai Argooo... :o))) ] e... il mio amico Carlo. Un bau da Argo, "volpinus italicus transit cum motoitalica"

 



ZAINETTO, ed altro... (mezzi alternativi ;o) )
Ecco come portare comodamente un minicagnolino a spasso se dovete camminare molto e magari lui/lei si stanca, con le sue zampettine corte deve fare un miliardo di passettini... [Noi di Dogwelcome]
Foto di Sabrina
Bea, la cagnolina di Sabrina
Rudy, il bau di Sandra "Che fatica camminar per sentieri... per fortuna i miei padroni avevano pensato a tutto !!"
Il bau di Sandra


Ad Osaka, bautrasporto alternativo :o))
Foto di: Massimo Morri, per Dogwelcome


Palluzza di Dogwelcome si addormenta nel suo mezzo...

Enea di Priska a fare shopping... :o)

La bau di Luisa comoda comoda...

Trucci viaggia su Gabriele ;o)

 


Qualche consiglio per non rischiare sorprese:

  • Se dovete prendere un traghetto, NON LASCIATE MAI IL CANE IN MACCHINA NELLA STIVA !!!
    Nelle stive NON c'è l'aria condizionata, ed il cane potrebbe morire di caldo: le temperature arrivano fino a 60 gradi !!!

    I quattrozampe, di solito, possono stare sul ponte assieme al padrone. Alcune compagnie hanno gabbie apposite sui ponti all'aria aperta, dove a volte i cani di grossa taglia sono obbligati a restare per tutta la durata del viaggio. In questo caso, andate a fargli compagnia, se alloggiate per il viaggio in una comoda e fresca cabina :-) !!!
  • In caso di viaggio in macchina, ricordate di fare soste frequenti: anche il quattrozampe deve sgranchirsi e soprattutto fare pipì, proprio come voi. Tenete acqua fresca sempre a portata, in un recipiente con coperchio ermetico, sempre pronto a fare bere Fido e Micia.
  • Non lasciate MAI i vostri amici pelosi in macchina al sole, nemmeno con i finestrini abbassati ! Il sole gira, e dove c'è ombra, dopo dieci minuti può esserci il sole !
I due bau di dogwelcome in vacanza
I nostri Chaac e Ken-di in vacanza in Costa Azzurra
ben assicurati con la loro cintura da auto
  • In macchina tenete un vaporizzatore d'acqua se le temperatura è alta. I cani gradiscono una rinfrescatina ogni tanto. Ma attenzione alle orecchie ! Se sono bagnate e dal finestrino entra aria, è possibile che il cane prenda un'otite. E' anche possibile che gli occhi si infiammino con troppa aria, per prevenire una congiuntivite è meglio fare attenzione.
    Per quanto riguarda i gatti, che non gradiscono essere vaporizzati con acqua, è comunque meglio non facciano viaggi molto lunghi: se proprio siete costretti a farlo, offrite al gatto un ambiente tranquillo e possibilmente buio, così che il gatto riesca a schiacciare pisolini come tanto gli piace. E' utile coprire la gabbietta con un asciugamano, ma lasciate scoperta una parte della gabbietta (un lato), perchè circoli l'aria. In caso di alta temperatura, bagnate l'asciugamano: l'aria che girerà nella gabbia sarà più fresca ! Per la cassettina con la sabbietta del micio, basta comprare un trasportino ben ampio, e mettervi una cassettina stretta (va bene anche il fondo di una scatola, foderato con un sacchetto di plastica) che sia lunga come la larghezza del trasportino, in modo che la cassettina occupi tutto lo spazio opposto all'ingresso del trasportino, usando lo spazio in larghezza appunto, e lasciando un bel quadrato libero appena dopo l'ingresso, dove il micio potrà accoccolarsi in comodità.
  • Per quanto riguarda il cibo, è meglio dare da mangiare al quattrozampe all'arrivo a destinazione, a meno che la provata esperienza non ci garantisca che il peloso in questione non soffra il mal di trasporto
  • Se vi obbligano in treno o in traghetto a mettere la museruola al cane, fatelo: le conseguenze per voi ed il cane in caso di morsicature accidentali potrebbero essere pesanti.
  • In caso di passaggio di frontiera, tenete presente che in alcuni paesi è obbligatorio che il cane abbia fatto la vaccinazione antirabbica e che sia accompagnato da un certificato di buona salute recente. Guardate bene su questo sito per avere informazioni precise in merito.
  • Informatevi presso il Veterinario di fiducia (siete stati dal veterinario prima di partire ??) se la zona in cui vi recherete è infestata dalla filaria (centro-nord Italia), trasmessa dalle zanzare, o dalla leishmaniosi (centro-sud Italia, isole, bacino del Mediterraneo, ma ahinoi, si sta spostando al nord ed in zone dove non c'è mai stata), trasmessa dai pappataci. Entrambe sono letali per Fido e Micia. Fate sempre e comunque una profilassi preceduta da un prelievo di sangue dell'animale per la filariosi, e fate sempre e comunque una prevenzione delle punture di insetti contro la leishmaniosi con repellenti e zanzariere, collarini e zampironi. ATTENZIONE: LA LEISHMANIOSI ATTUALMENTE NON E' AL 100% CURABILE... PREVENITELA !!!
  • Sempre presso il Veterinario, informatevi sulle malattie che gli animali possono contrarre dove vi recherete, soprattutto se vi recate in destinazioni calde e/o esotiche, e chiedetegli qualche nome di medicinale e/o disinfettante da primo soccorso
  • Procuratevi una lista di veterinari vicini alla zona dove farete la vacanza: starete molto più tranquilli in caso di urgenza
  • Come regola generale, è sempre meglio informarsi prima di partire di quelle che saranno le condizioni di viaggio del vostro amico peloso, per evitare qualsiasi tipo di sorpresa.

Una raccomandazione (che poi si è trasformata in un motivo di preoccupazione per noi) riguardo la Sardegna. Il veterinario ci ha raccomandato di fare in dicembre degli esami per verificare l'assenza di leishmaniosi. A detta dello stesso in Sardegna quasi il 50% dei cani ne è affetto e purtroppo non esiste terapia preventiva o vaccini. Se lo avessi saputo prima saremmo andati a villeggiare altrove e non avremmo rischiato... Sinceramente la percentuale di infezione riportatami mi sembra altissima e spero che il veterinario l'abbia esagerata solo per un eccesso di prudenza e per convincerci a fare gli esami. A sua detta il Frontline che usiamo regolarmente è quasi del tutto inefficace (ma se non protegge, neanche dalla zecche, che lo compriamo a fare ?). L'infezione si trasmette attraverso il morso di un pappatacio per il quale l'Advantix sembra essere più efficace. Spero di raccogliere altre testimonianze in merito e di essere un pò rassicurato in attesa degli esami per i quali purtroppo dovrò aspettare.
Cordiali saluti, Giorgio
- 15 luglio 2007

Il tema è presente nella ns pagina "Lista prodotti antiparassitari" - Certamente c'è da stare all'occhio, ma non solo in Sardegna: tutta la costa mediterranea è colpita da questa malattia, e la stessa si sta spostando, a causa dei cambiamenti climatici, sempre più a nord... :o(
Quindi occhio se andate, oltre che in Sardegna, in Corsica, all'Isola d'Elba e nella costa toscana, nel Lazio, in tutto il sud Italia (particolarmente colpita la Sicilia), nella costa sud della Francia e della Spagna, oltre che in Grecia, Turchia, insomma dove le estati sono calde.
[Noi di Dogwelcome]



...A voi ed al vostro FIDO o MICIO !!!

| Torna a inizio pagina | Vai a "nella sua valigia" |

BACK HOME

Pagina online da ottobre 1999 - Aggiornata 30 novembre 2008
- Il Sito per Viaggiatori con Quadrupedi al Seguito-www.dogwelcome.it © 1999-2010 - Ogni riproduzione, anche parziale, è vietata -