Pet Approved Quality 1st in Italy 1999-2017

Consigli


Al mare con il tuo cane: consigli

Gacchan al mare
Gacchan Dogwelcome al mare, estate 2002

Se è la prima volta che andate al mare a fare il bagno con il vostro cane possiamo darvi qualche consiglio utile.
Per la sua salute e per... un po' di educazione, che in spiaggia non guasta.

Se il cane non ha mai fatto il bagno, ed è riluttante ad entrare in acqua, ovvero non entra in acqua nemmeno se lo chiamate con la sua pallina preferita, non costringetelo, e NON buttatelo in acqua ! Probabilmente per istinto sgambetterà per nuotare, ma per lui sarà un'esperienza traumatica e potrebbe non voler mai più entrare in acqua, e questo sarebbe un vero peccato, perchè se si potrà rinfrescare in acqua in futuro durante le giornate calde sarà sicuramente positivo per lui.

Non fate entrare il cane in acqua direttamente dopo essere stato al sole: lo sbalzo termico è forte, così come lo è per noi. 
Abbiamo scovato una praticissima brandina pieghevole con parasole incorporato, che permetterà al cane di stare all'ombra (non solo in spiaggia, anche in giardino!) e di asciugarsi velocemente grazie alla rete su cui sarà sdraiato.
La brandina dispone anche di una sacca per trasporto. Noi la troviamo carinissima e utilissima. E voi?


Taglia S - clicca per saperne di più


Taglia M e L - clicca per saperne di più

Il primo approccio
Iniziate a fare provare al cane l'esperienza di stare in acqua prendendolo in braccio (di solito sono i più piccini ad essere più timorosi), o comunque cingendolo, e fate qualche passo con l'acqua che vi arriva alla cintola, così che l'acqua sfiori anche il cane. Provate poi ad abbassarvi, sempre tenendolo ben abbracciato, e non gridate, non usate la voce alta (tipo per chiamare chi si sta gustando la scena: "Ehiiiiiiiiii!! Guardate! Fa il bagno!!!" - Meglio evitare...)
Ditegli invece parole dolci per rassicurarlo. Se vi guarda, sorridete, non fate un'espressione preoccupata: i cani conoscono le nostre mimiche facciali!
La volta seguente, con il cane in braccio, state dove l'acqua è alta alle vostre ginocchia, e depositate dolcemente il cane dove può toccare con le zampe il fondo, quindi dove potrà tornare a riva senza nuotare. Potrete vedere se gradisce restare oppure se torna immediatamente sotto all'ombrellone... e in questo caso ci vorrà pazienza.
In seguito depositate il cane in acqua dove non tocca, ma state al suo fianco (non davanti o dietro, altrimenti vi graffierà nuotando) e tenete una mano sotto al suo petto ed alla sua pancia, ovvero sorreggetelo. Inizierà a muovere le zampe per istinto, allora provate ad allentare la presa e seguitelo passo-passo (o meglio: zampettata-zampettata). Fategli poi un sacco di complimenti. :)

Per una sicurezza al 100% nelle prime fasi di apprendimento può essere utile un giubbetto galleggiante per cani e lo sarà anche in seguito, se il cane adorerà fare il bagno: una sicurezza in più non fa mai male.
Abbiamo trovato per voi questi validi giubbetti galleggianti, dotati anche di maniglia, ottimamente valutati:


Taglia XS - S - M - L - XL - XXL (cliccate i link sulle taglie per saperne di più)
 


Questi sono i pelosoni di Ilaria i quali, come da loro natura, adorano l'acqua...

 

Attenzione alle insidie !!!
Il cane ama esplorare e potrebbe nuotare verso il largo, potrebbe quindi essere difficoltoso per lui tornare, soprattutto se ha la corrente contro e se è già stanco. Attenzione quindi che il cane non si allontani troppo e che ritorni: quindi niente pisolino se il cane è nell'acqua. Se siete in una zona rocciosa a fare il bagno, occhio agli spuntoni di scogli (i cani scivolano molto quando riemergono dall'acqua sulle rocce, e possono ferirsi) quindi siate sempre pronti ad aiutarlo quando esce dall'acqua. Questo vale soprattutto se siete in montagna e fate il bagno al fiume.
Ricordate anche che le correnti possono portare via Fido, proprio perchè scivola sul fondo roccioso e non riesce ad aggrapparsi con le zampe.
Al mare, attenzione ai ricci: il cane, nuotando, può sfiorarli, magari perchè ci sono onde che lo portano verso gli scoglietti, perciò nuotando può pungersi dappertutto.

Se il peloso beve l'acqua del mare, quasi sicuramente vomiterà, o avrà diarrea: perciò, evitate che beva l'acqua del mare, dandogli subito all'arrivo in spiaggia, acqua buona e fresca e solo in seguito portatelo a fare il bagno: altrimenti, vorrà bere l'acqua salata, che gli scombussolerà il pancino !

 


La bau di Stefano e Massimo all'Elba

 

Ricordate che anche Fido dopo mangiato deve digerire, e che, come succede per gli umani, può rischiare una congestione se fa il bagno dopo mangiato, soprattutto se si va a fare il bagno in un fiume o lago, con la temperatura dell'acqua che si presenta bassa.

Oltre alla ciotola ed all'acqua fresca (con una borsa frigo, oppure da un bar nelle vicinanze), portate anche un asciugamano per lui e un asciugamano da lasciare in macchina per quando tornerete indietro e Fido ed il suo asciugamano che avete usato tutto il giorno in spiaggia saranno bagnatissimi... ;o)
 

Lucilla fa il  bagnetto nelle fontane a Roma !
Lucilla in una fontana a Roma

 

Problema scrollamento della sabbia verso i vicini di ombrellone...
Cercate di non lasciarglielo fare, altrimenti ci renderemo davvero antipatici... Si potrà limitare il problema avvolgendo il cane nell'asciugamano e non permettendogli di rotolare e strusciarsi sulla sabbia, anche perchè la sabbia può entragli nelle orecchie o nel naso e negli occhi e causare problemi. Cominciate ad asciugarlo un po', poi stendetegli l'asciugamano di fronte, facendo in modo che ci si vada a rotolare sopra. Poi, un bel pisolino all'ombra, vicino al padrone, e se la spiaggia è frequentata da altri cani, preferibilmente tenuto legato con un guinzaglio lungo (max. 1,5 m, per legge). Ideali sono i guinzagli di cordoni di nylon con anelli di agganciamento del moschettone a vari livelli, con i quali è facile tenere Fido sotto controllo. Ricordiamo che il guinzaglio estensibile è vietato da qualche anno.

In genere il cane sta sotto l'ombrellone e non infastidisce nessuno. Ricordatevi di portarlo ogni due ore a fare il giro per la pipì, per evitare che la faccia sulla sabbia della spiaggia: i vicini di ombrellone storcerebbero sicuramente il naso !!!
Non dimentichiamo ovviamente il sacchettino per le deiezioni.


Ricordiamolo sempre !!!

Guardate che bravo Rustu [e che bravi i suoi amici a due zampe ! ;o) ], un cagnolino catalano incontrato in spiaggia in Catalogna appunto...


Rustu fa il bagnetto...


Esce dall'acqua e va al suo asciugamano


Una bella scrollatina accanto ai suoi
 


... e rimane ad asciugarsi bello tranquillo mentre gli amici umani tornano a fare il bagno :o)

Il Sito per Viaggiatori con Quadrupedi al Seguito © 1999-2019
- Ogni riproduzione, anche parziale, è vietata ai sensi dell'art. 3 dir. CE n.9/1996 -

Torna su
Il sito per viaggiatori con Quadrupedi al seguito
Geolocation visitatori Dogwelcome.it
Il sito per viaggiatori con Quadrupedi al seguito

Partners:   logo Booking         logo Prenotazioni24

Gemellaggi: Frida's Friends Onlus - Amici del Goldenretriever.it

Hanno parlato di noi:

www.dogwelcome.it © 1999-2019 - All Rights Reserved -
Il materiale pubblicato NON può essere riprodotto, in qualsiasi formato (pubblicazione sul web, cartacea, o di qualsiasi altro tipo) ai sensi dell' art. 3 dir. CE n.9/1996
Dogwelcome® è un marchio registrato: è quindi vietato l'uso del vocabolo, anche in due parole staccate.