Pet Approved Quality 1st in Italy 1999-2017

Dai una zampa

La storia di Squicker, randagino meticcio

Vi raccontiamo una storia triste.

Abbiamo avuto l'appello per Squicker dalla nostra visitatrice Elena F. il 14 novembre 2003, e abbiamo cercato tramite la nostra pagina "Appelli" e i nostri contatti di cercare a questo povero cagnino una casa.

Ecco la storia:

Squicker era un randagino della provincia di Potenza, viveva nell'indifferenza di tutti, come spessissimo accade ai randagi. Il signor Severino era uno dei pochi a cui importava qualcosa di lui e spesso lo accompagnava nelle sue passeggiate serali insieme al suo cane Luna. Un giorno Squicker arriva al paese di Severino con una zampina tagliata, non si sa se sia stato un uomo o una tagliola...... in ogni caso, è sempre implicata la cattiveria umana, sia che si tratti di una tortura deliberata, sia che si tratti di un'amputazione causata da uno di quegli schifosi mezzi usati dai cacciatori (codardi !!!!!) per intrappolare le loro povere prede.

L'unico ancora una volta che si preoccupa è Severino, che inizia a chiedere aiuto un po' a tutti nel suo paese, ma niente, poi chiede aiuto alle associazioni, niente, alle tv, ma nessuno lo aiuta. Poi inizia a mettere l'appello su internet, in diverse liste animaliste, e finalmente molte persone lo chiamano e gli scrivono per avere notizie del cane e per cercare di aiutarlo. Questo è quanto ha detto all'inizio della storia:

"Mi sono rivolto a molte associazioni, ed alla redazione di alcune televisioni fra le quali Italia Uno che si vanta tanto di dare "voce" agli animali, ma poi...
Naturalmente le risposte come avrete già intuito sono state negative o addirittura non hanno nemmeno risposto alle mie mail o telefonate. Lei per me è l'ultima spiaggia per cercare di aiutare questo piccolo cane al quale qualche "bastardo" ha amputato la zampetta. Il cagnolino in questione è un randagino che da poche settimane "vive" nel ns paese. Per quanto mi è possibile la sera quando porto a fare la passeggiata al mio cane porto anche lui, ma così sinceramente non può continuare a vivere. Troppa indifferenza, vorrei tanto aiutarlo ma non posso (economicamente, perchè servirebbe una protesi) e non so come... "
Severino


Il 17 novembre Severino riesce a far medicare Squicker da un veterinario.

"Ecco Squicker, durante la medicazione che gli hanno fatto a Francavilla sul Sinni (PZ)....purtroppo si è trattato di un ambulatorio improvvisato, ma a volte non si può fare di più...

Durante la medicazione gli abbiamo messo una museruola, ma non ce n'era bisogno, è davvero dolce e non ha fatto una piega ! Ha detto il dottore che sicuramente si sarà tranciato la zampetta in qualche trappola di cinghiali, speriamo, non voglio pensare che un umano potesse arrivare a far tanto ad una bestiolina. Oltre al veterinario ha assistito anche un amico farmacista: insomma ha avuto una vera e propria "équipe" medica...
Il dottore che lo ha visitato ha un cuore davvero grande, non ho parole per descriverlo, e non faccio retorica, ha pianto appena l'ha visto, io piangerò sicuramente quando Squicker partirà, ma sarà di gioia..."


Arriva poi la buona notizia che Squicker sarà trasferito a Milano in un ambulatorio veterinario per essere operato e curato al meglio, e poi si cercherà una casa per lui. Così Squicker prende l'aereo, arriva a Milano e viene operato......
25 novembre 2003: dopo l'intervento ha avuto un arresto cardiaco, era ancora sotto anestesia e non ha sofferto, almeno questa è una consolazione... piccola....

Squicker ha finito di soffrire, in un mondo dove in pochi si prendono cura di un meticcio ferito...

Un grazie di cuore a Severino per quanto ha potuto fare ed alle associazioni che si sono interessate per la sorte del cagnolino, a Elena, alla nostra visitatrice Fatima che si è interessata.

 



Questa storia ci ha profondamente colpito - sappiamo che il povero Squicker è solo uno dei tanti, ma essendo stati coinvolti direttamente per cercare di farlo adottare, gli siamo stati vicini con il cuore anche noi.
Abbiamo perciò deciso di tenere Squicker d'ora in poi nelle nostre pagine, con il permesso di Severino, come simbolo del cagnolino meticcio sfortunato che nessuno vuole...

Un cagnolino meticcio e ferito gravemente fa più fatica a trovare una famiglia che lo accolga...

Perchè ?

Un meticcino ferito ex randagio ha forse meno diritto ad esistere di un cane sano e magari di razza ?
Perchè i cani di razza trovano più facilmente una casa ? Forse scodinzolano meglio ?
Cosa porta una persona a scegliere un cane piuttosto che un altro,
se si ha la voglia di adottarne uno ?

 


Il Sito per Viaggiatori con Quadrupedi al Seguito © 1999-2019
- Ogni riproduzione, anche parziale, è vietata ai sensi dell'art. 3 dir. CE n.9/1996 -

Torna su
Il sito per viaggiatori con Quadrupedi al seguito
Geolocation visitatori Dogwelcome.it
Il sito per viaggiatori con Quadrupedi al seguito

Partners:   logo Booking         logo Prenotazioni24

Gemellaggi: Frida's Friends Onlus - Amici del Goldenretriever.it

Hanno parlato di noi:

www.dogwelcome.it © 1999-2019 - All Rights Reserved -
Il materiale pubblicato NON può essere riprodotto, in qualsiasi formato (pubblicazione sul web, cartacea, o di qualsiasi altro tipo) ai sensi dell' art. 3 dir. CE n.9/1996
Dogwelcome® è un marchio registrato: è quindi vietato l'uso del vocabolo, anche in due parole staccate.