Pet Approved Quality 1st in Italy 1999-2017

Esperienze dei visitatori

Questa sezione non è quella adatta per inserire commenti sulle strutture Dogwelcome visitate, per segnalare NUOVE strutture che ci accettano o che non ci hanno accettato o per chiedere info a Dogwelcome. Per chiedere info, se non avete trovato nel sito ciò che cercate, scriveteci una mail, grazie ! :)
Per commentare la strutture inserite su Dogwelcome dove siete stati occorre aprire la scheda della singola struttura visitata (ricercandola dalla maschera di ricerca in home page) ed inserire il vostro commento dal link apposito che troverete nella scheda struttura e nella colonna a destra;
- se volete inserire nella nostra lista nera una struttura in cui siete incappati per caso e che non vi ha accettato, occorre aprire una nuova scheda dal link 
SEGNALA STRUTTURASOLO se non è già in lista nera. (Se lo è, recensitela)
- se volete proporre a Dogwelcome una NUOVA struttura da inserire occorre aprire una nuova scheda dal link 
SEGNALA STRUTTURA, solo se non è già in lista (se lo è, recensitela)
- SE VOLETE COMMENTARE UNA SITUAZIONE, UNA ZONA, in regioni, stati, città eccetera, occorre controllare se una zona è già recensita o meno (sezione Destinazioni 
Italia estero), e se lo è, aggiungere il commento tramite l'apposito link nella scheda; se invece non è ancora presente nel database, occorre aprire una nuova scheda di segnalazione (Italia estero
), compilarla ed inserire in quel contesto il vostro commento.
La sezione in cui vi trovate ora è dedicata alle esperienze avute in generale, alle riflessioni, a commenti che non siano inerenti le strutture, gli autogrill, i parchi, le spiagge, i negozi. Tutte le categorie appena citate hanno la loro sezione dedicata.
Ci sono in lista da moderare in questa sezione centinaia di post che sarebbero dovuti afferire ad altre sezioni, come il caso di alcuni dei post qui sotto - chiediamo quindi un po' di pazienza se non vedete ancora online ciò che avete scritto: dobbiamo trasferire i post ad uno ad uno altrove, nelle sezioni adatte
Grazie a tutti, bauu !!


Di seguito, le vostre esperienze:

Pizzera Da Paola e Bianca, Quercegrossa, Siena.
Chiamo la mattina o il giorno prima della vigilia di Pasqua dello scorso anno, non ricordo con esattezza, dico che ho un cagnolino al seguito (peso all'epoca 5 kg scarsi!), mi si conferma la prenotazione. Arriviamo, locale quasi vuoto (stranissimo!!!), un tavolo accanto a noi... Il cane lo vede sia chi è all'ingresso che il cameriere. Ordiniamo... Dopo un'ora non avevamo in tavola né il pane né da bere... Appare uno in cucina e la mia cagnolina, più saggia di noi, abbaia... Sia mai!!! Esce una urlando dalla cucina che dobbiamo chiudere il cane in macchina o andarcene... Allora... partiti da ore, io disabile, arrivati alle 20, alle 21 ancora senza mangiare, e cacciati. Il bello è che la prenotazione mi era stata confermata, ma questa "signora" ha sostenuto che suo cognato non lo sapeva perché non sta mai nel locale... Lo dice a me??? Peccato che abbia lavorato a Siena per 8 mesi e che per cinque abbia vissuto in quella frazione, nel locale il cognato c'era sempre, e peccato che mi abbia trattato come mi ha trattato, visto che mi conosceva. Siamo rimasti talmente spiazzati e male che ce ne siamo andati, ma ho fatto le foto, nessuna vetrofania di divieto, ed alle 22,10, stanca morta (ripeto, sonmo anche disabile) ero a mangiare uno schifoso panino e a parlare con la Volante della Polizia... Non ho voluto fare casino allora, ma mi auguro che nessun amante degli animali ci metta piede, con o senza cane a seguito! Me di sicuro non mi vedranno mai più, un tempo la consigliavo ai miei amici di Lucca, ora li mando da altri miei veri amici, che prendono me e i miei cani! E soprattutto che non smentiscono quello che hanno detto (la falsità mi ha dato noia quanto la cacciata!).


Inserito il 19-05-2010 20:09:12 da Ilaria Del Papa


A Punta Ala: accesso negato sebbene il centro commerciale sia all'aria aperta (portici con negozi)...


Inserito il 27-12-2009 02:56:28 da Axe e Valeria


Sono stata a Pescara questa settimana da lun 17/08/2009 per 3/4 giorni. Volevo farvi sapere che nonostante ci sia una legge regionale io non sono riuscita a portare il mio cane in nessuna spiaggia! C'è solo un lido che prende 10 cani al giorno!!! Solo ed esclusivamente lui per molti km fino a Ortona-Vasto. In capitaneria di porto mi hanno confermato la possibilità di accedere ovunque ma non sanno indicare dove. Mi hanno detto di chiamare i vigili urbani dei vari paesi, ma loro sono ancora + ignoranti e nemmeno sapevano di questa cosa, figuriamoci! A Montesilvano, il continuato di Pescara idem...Tradotto... sono tornata a casa disperata e al mare non ci ho messo piede. I ristoranti e i locali da voi segnalati erano tutti chiusi essendo la settimana di ferragosto (assurdo!) (caspita, ci dispiace... :o( - certo che tenere chiuso nella settimana di ferragosto nei posti turistici, è il colmo... Lo specificheremo nelle schede dei locali, affinchè nessuno abbia sgradite sorprese), x cui facendo caldo ci fermavamo a mangiare dove c'erano tavolini fuori e chiedendo ovviamente ogni volta il permesso, subendo il 3° grado x sapere se il cane era educato o cattivo! Grazie x il vostro lavoro, a disposizione


Inserito il 27-12-2009 02:55:38 da Elena - 22 agosto 2009


Ciao a tutti, mi chiamo Viviana e ho una dolcissima dobermann di 9 mesi che si chiama Nikita. Volevo chiedere ai possessori di cani "buoni" tipo i retriever o simili, perchè pensate di poter camminare col vostro cane libero mentre io lo devo tenere legato?? Mi riferisco a una signora/ina che ha scritto qui su Dogwelcome per lamentarsi che i vigili le hanno detto di tenere il cane legato, rispondendo che il suo è un buonissimo golden...e bè? Tutti i cani sono buoni se gli si vuole bene. Perchè se la mia Niki va libera tutti i proprietari di labrador e golden mi guardano male? Ma che amanti dei cani siete? E' ovvio che se un cane non va d'accordo con gli altri deve stare al guinzaglio, indipendentemente dalla razza. E se c'è obbligo di guinzaglio in un determinato posto, questo vale anche per i golden, cara signora Marialuisa di Stupinigi. Io adoro e rispetto tutti i cani, dal golden al pit-bull, sono istruttrice cinofila e conosco le caratteristiche di razza di ogni cane, peccato che poi bisognerebbe conoscere anche quelle del proprietario...Se ritengo di avere un cane affidabile e la legge mi consente di liberarlo, io lo faccio anche se è un temutissimo dobermann. Se in un parco devo tenerlo al guinzaglio, lo tengo al guinzaglio, anche se è un chihuaua. Quindi evitiamo di cambiare marciapiede se col nostro buon golden incrociamo un altrettanto pacifico rottweiler.. E' evidente l'atteggiamento di un cane, apriamo gli occhi, ed evitiamo almeno tra noi amanti dei cani di essere razzisti. E non riteniamoci diversi dai possessori di pit-bull se abbiamo un labrador o un collie. Con tutto il rispetto per i cani, ho fatto la dog-sitter di un bel labrador nero che aggrediva ogni forma vivente...e di un rottweiler che invitava al gioco anche i pinscher. Allargate le vostre vedute...


Inserito il 27-12-2009 02:54:49 da Viviana, 5 luglio 2009


Sono rientrata ieri sera da un disastroso tentativo di passare un paio di giorni al mare.
Sarebbe fantastico se poteste pubblicare questa email per evitare che altri possessori di cani "ingombranti" si ritrovassero nelle mie condizioni...

Partiamo dall'inizio... Con grande difficoltà sono riuscita a trovare un hotel che potesse ospitare me ed il mio pitbull di sei anni, nato e cresciuto con me, poco amante degli altri cani a seguito di uno shock subito da giovane, ma amante delle persone. Arrivo ad Arenzano (GE) verso le 12, il proprietario ci consegna le chiavi e faccio il check in, fin qui tutto bene.

Andiamo in spiaggia, in tutto il paese solo tre sono libere e comunque poco affollate... Mi metto col peloso in un posto dove non c è nessuno, sotto un ponte, il cucciolo è tranquillo, al guinzaglio e costantemente a stretto contatto fisico con me (nulla di strano si comporta cosi pure quando siamo in casa), non ha fatto un abbaio e nemmeno i bisogni perchè è estremamente educato sin da cucciolo. Tempo tre secondi un personaggio in divisa bianca (guardia costiera? Non saprei) mi comunica che non posso star li sebbene non ci sia nessuno (fossero arrivate altre persone me ne sarei andata per principio perchè il fatto che io ami il mio bambino non implica che lo debbano fare anche gli altri), chiedo spiegazioni e mi dice che non posso e basta, chiedo perchè non ci son cartelli e non mi sa rispondere.

Spiego che mi son fatta 200 km per poter arrivare li, dico che l'APT del paese è irreperibile da settimane, ma nulla, me ne devo andare. Torno in hotel e un altro personaggio (la mamma del propietario?) dice che il cane è troppo grande e mi chiede se il propietario sapeva che avessi un cane, mi vien voglia di risponder che no, che l'avevo nascosto in borsa quando ho fatto il check in... No comment, il cane è troppo grande. Figurarsi che mi ero pure portata le lenzuola da casa per non sporcare le loro con gli eventuali peli. L'assicurazione io l'avevo fatta già prima che diventasse obbligatoria per legge. Senza contare che non mi hanno fatto entrare in nessun locale, nemmeno specificando che volevo solo una bottiglia d'acqua.

Ho dovuto bere dall'unica fontana del paese, pure mezza rotta, e sono stata a digiuno tutto il giorno. Ho ripreso la macchina e sono tornata a casa.


Inserito il 27-12-2009 02:54:31 da Giorgia L. - 16 giugno 2009


Che tristezza! Ieri sera pensando di potere ho pensato di portare i miei cagnolini in spiaggia, sapevo benissimo che nelle spiaggie private non possono andare e allora siamo andati in un pezzo di spiaggia libera, e anche verso sera, per "disturbare" meno, che poi quanto disturba un cane rispetto e un bambino non lo so ! Va beh, il discorso è che ci hanno mandati via dopo che siamo andati in mare per giocare un pò con l'acqua... Ma dico io, che senso ha se la spiaggia è libera e se il cane vuole nuotare nel mare? Ma il mare è vostro? E' privato? Credo di no!! E quindi perchè vietarlo? E i bimbi che defecano in acqua? Quelli possono... Eh beh ovvio quelli sono "umani".... In entrata alla spiaggia in questione a Punta Sabbioni in provincia di Venezia, c'è il cartello che quella spiaggia è bandiera blu, ma non ci sta nessun divieto ne di palloni nè di fuochi nè di cani...


Inserito il 27-12-2009 02:53:30 da Giorgia, giugno 2009


Buongiorno. Scrivo questa lettera solo per mettere a conoscenza più persone possibile del trattamento ostile che ho ricevuto presso una struttura alberghiera (idonea a ricevere anche gli animali quadrupedi, in questo caso la mia cagnetta yorkshire). I fatti si sono svolti così: Dopo aver chiesto informazioni circa la disponibilità ad accogliere il cane, ho immediatamente prenotato il periodo di vacanza e la stanza d'albergo, contento di poter trascorrere qualche giorno di riposo insieme alla mia compagnia ed il mio cane.
La sera del primo giorno in albergo, durante l'ora di cena, sono stato chiamato in malo modo dal titolare dell'albergo mentre eravamo nella sala ristorante per la cena. Il titolare dell'albergo avvicinandosi al tavolo mentre si cenava, ci rimproverava del fatto che il nostro piccolo cane stava abbaiando e disturbando il vicino di stanza che non poteva dormire. Il tutto è avvenuto alle ore 19,45 circa.
L'accesso dei cani in sala ristorante è vietato. Io chiedo pertanto che il suddetto hotel sia rimosso da tutte le liste degli alberghi che dichiarano di poter ospitare i cani. Signori miei, è normalissimo che un cane qualche volta può abbaiare, altrimenti non sarebbe un cane!!! L'hotel in questione è: Hotel Maria - Borgo Santa Maria a Pineto (TE). Una cosa incredibile, mai vista prima. Ho rinunciato alle mie vacanze, non avendo oramai più il tempo di prenotare altrove. Le mie ferie sono terminate. Mai più in quell' hotel.
Distinti saluti

NdR: La struttura NON è segnalata su Dogwelcome


Inserito il 27-12-2009 02:53:03 da Bruno - settembre 2008


L'altro ieri, 23/07/2008 a San Paolo-Roma, in una piazza pubblica è successo a me e al mio cane, un episodio a dir poco assurdo e vergognoso. Stavo passando col mio cane, un dalmata, e sono stata aggredita verbalmente da un uomo adulto, magari coi suoi 60 anni, molto più alto e grosso di me.
Io stavo tornando dalla passeggiata di 30 minuti che ci faccio tutti i giorni col mio dalmata di nome Boris. Passo tutti i giorni per questa piazza, poiché abito proprio nel palazzo che li sta davanti. L'uomo in questione, stava in compagnia di due bambini piccolissimi e altre due donne, lui s'avvicinò m'ha detto che non potevo passarci lì e che dovevo andarci con questo cane ai giardinetti, poi m'ha domandato: - Non vedi che qui ci sono i bambini. La ragazza ha detto: -Come? Io sto tornando a casa e che c'entra il fatto che qui ci siano dei bambini? la piazza è pubblica, non è un parco per bimbi.
L'uomo sapendo che non aveva ragione fu invaso da una crisi di ira e ha iniziato ad urlare e ad offendermi in pubblico dicendo: Vaff....te e questo cane di m........, lei e sui cane sono dei zozzi, queste m.....di cani ecc...vaff.... davanti a tutti i negozianti e abitanti della zona. Io che sono un tipo tosto e so difendermi bene di questi ignoranti, ho replicato nella stessa moneta e lo ha preso pure io a parolacce.
Poi stufa, ho preso il cellulare e ho detto che chiamava la polizia, l'uomo è andato a nascondersi dietro a un camion li vicino. Vedendo che io facevo sul serio, si sono avvicinate le due ragazze e hanno iniziato a dirmi che non c'era bisogno di chiamare la polizia, ma che io doveva capire che dove ci sono i bambini i cani non possono passare (ma chi lo ha detto??).
Io per farla finita ho detto, che i cani non possono passare dove c'è un cartello che indichi espressamente che i cani non possono passare, e non è il caso di quella piazza che tra l'altro aperta a tutti. Una di loro ha detto che nelle "Zone Pedonali" (sicuramente quella non ha idea di cosa sia una zona pedonale), i cani non possono passare perché esiste una legge.
Io allora ho chiesto: -Ma una legge che stai inventando adesso??? Io la legge la conosco molto bene, quindi non inventare delle cazz....
Poi le due ragazze come non erano in grado di argomentare hanno appellato per altre cose, una ha chiesto dov'era la paletta per raccogliere la kaka del cane, e io, per la mia soddisfazione, prontamente li ha fatto vedere 5 buste che portava dentro alla borsa, poi come loro veramente non avevano niente da dire hanno iniziato ad appellare alle offese, prontamente risposte.
Loro si sono andati a nascondere dietro al camion con il ragazzino, sotto il sole, e io e il mio dalmata ci siamo comodamente messi seduti sulla piazza. Ho chiamato mio marito ed ha iniziato a raccontare la storia ad alta voce, così tutti la hanno potuta ascoltare.
Poi ho chiamato la Municipale e la signora che m'ha risposto ha ascoltato con stupore la storia ed ha confermato che i cani possono passare col guinzaglio (il mio portava il guinzaglio, come sempre) sulle vie pubbliche senza nessun problema.
La cosa buffa è che loro non sapevano che io abito giustamente nello stesso palazzo dove abitano loro, l'unica differenza è che io uso un'altra entrata più interna, e come loro si sono nascosti dietro al camion, si sono infatti messi davanti al passaggio che porta all'entrata del mio interno. Alla fine, loro hanno dovuto assistere zitti, il mio passaggio e, specialmente del mio cane e tutto quello che dicevo al telefono. La storia finisce qui.
L'altro ieri, 23/07/2008 a San Paolo-Roma, in una piazza pubblica è successo a me e al mio cane, un episodio a dir poco assurdo e vergognoso. Stavo passando col mio cane, un dalmata, e sono stata aggredita verbalmente da un uomo adulto, magari coi suoi 60 anni, molto più alto e grosso di me.
Io stavo tornando dalla passeggiata di 30 minuti che ci faccio tutti i giorni col mio dalmata di nome Boris. Passo tutti i giorni per questa piazza, poiché abito proprio nel palazzo che li sta davanti. L'uomo in questione, stava in compagnia di due bambini piccolissimi e altre due donne, lui s'avvicinò m'ha detto che non potevo passarci lì e che dovevo andarci con questo cane ai giardinetti, poi m'ha domandato: - Non vedi che qui ci sono i bambini. La ragazza ha detto: -Come? Io sto tornando a casa e che c'entra il fatto che qui ci siano dei bambini? la piazza è pubblica, non è un parco per bimbi.
L'uomo sapendo che non aveva ragione fu invaso da una crisi di ira e ha iniziato ad urlare e ad offendermi in pubblico dicendo: Vaff....te e questo cane di m........, lei e sui cane sono dei zozzi, queste m.....di cani ecc...vaff.... davanti a tutti i negozianti e abitanti della zona. Io che sono un tipo tosto e so difendermi bene di questi ignoranti, ho replicato nella stessa moneta e lo ha preso pure io a parolacce.
Poi stufa, ho preso il cellulare e ho detto che chiamava la polizia, l'uomo è andato a nascondersi dietro a un camion li vicino. Vedendo che io facevo sul serio, si sono avvicinate le due ragazze e hanno iniziato a dirmi che non c'era bisogno di chiamare la polizia, ma che io doveva capire che dove ci sono i bambini i cani non possono passare (ma chi lo ha detto??).
Io per farla finita ho detto, che i cani non possono passare dove c'è un cartello che indichi espressamente che i cani non possono passare, e non è il caso di quella piazza che tra l'altro aperta a tutti. Una di loro ha detto che nelle "Zone Pedonali" (sicuramente quella non ha idea di cosa sia una zona pedonale), i cani non possono passare perché esiste una legge.
Io allora ho chiesto: -Ma una legge che stai inventando adesso??? Io la legge la conosco molto bene, quindi non inventare delle cazz....
Poi le due ragazze come non erano in grado di argomentare hanno appellato per altre cose, una ha chiesto dov'era la paletta per raccogliere la kaka del cane, e io, per la mia soddisfazione, prontamente li ha fatto vedere 5 buste che portava dentro alla borsa, poi come loro veramente non avevano niente da dire hanno iniziato ad appellare alle offese, prontamente risposte.
Loro si sono andati a nascondere dietro al camion con il ragazzino, sotto il sole, e io e il mio dalmata ci siamo comodamente messi seduti sulla piazza. Ho chiamato mio marito ed ha iniziato a raccontare la storia ad alta voce, così tutti la hanno potuta ascoltare.
Poi ho chiamato la Municipale e la signora che m'ha risposto ha ascoltato con stupore la storia ed ha confermato che i cani possono passare col guinzaglio (il mio portava il guinzaglio, come sempre) sulle vie pubbliche senza nessun problema.
La cosa buffa è che loro non sapevano che io abito giustamente nello stesso palazzo dove abitano loro, l'unica differenza è che io uso un'altra entrata più interna, e come loro si sono nascosti dietro al camion, si sono infatti messi davanti al passaggio che porta all'entrata del mio interno. Alla fine, loro hanno dovuto assistere zitti, il mio passaggio e, specialmente del mio cane e tutto quello che dicevo al telefono. La storia finisce qui.

Vi invio le foto del MOSTRO CHE UCCIDE I BAMBINI CON UNO SGUARDO...

Ma riflettiamo: cosa pensa un uomo di mezza età, grosso, alto quando deve disturbare una ragazza di 1,60 di altezza e 45 chili???
Avrà pensato che magari quella se ne andrebbe via piangendo e così lui farebbe vedere a tutti quanto è maschio? Sarà che quel tizio farebbe la stessa cosa contro un uomo che magari stesse portando non un dalmata ma invece un pit bull??? Comunque alla fine lui fu umiliato davanti a tutti, non solo perché ha fatto la figura del ignorante, ma ha fatto la figuraccia davanti ai suoi nipoti (poverino che colpa hanno), e poi il maschione s'è andato a nascondere, perché quella ragazza così minuta che lui ha creduto fosse così indifesa, ha affrontato non solo lui, ma anche le altre due donne, che approfittandosi dalla presenza di un uomo (se lo possiamo chiamare così), hanno voluto umiliarla, però mi sa che si sono veramente pentite.
Penso che la mia storia si ripeta a tanti proprietari di cane che devono affrontare la stupidità della gente maleducata. E anche a tante donne che quando sono da sole corrono il rischio di essere molestate da questi squilibrati che vogliono fare la figura del "maschio"... capirai!!!!!
Comunque per me personalmente quella è la "Piazza Boris".
Un consiglio che posso dare a tutti che hanno dei cani, specialmente le donne: 1- Il cane deve stare sempre col guinzaglio, cosi nessuno potrà dire niente; 2- Portare sempre le buste per raccogliere le kake, così nessuno potrà dire niente; 3- Andate con l'Ordinanza del Ministero della Salute nella borsa, cosi la potete sbattere in faccia a chiunque.
PS: I bambini di quelli giocano con la terra nera che serve di concime per le piante. Lì non soltanto i cani fanno la pipi ma pure le persone, ma questo non fa male, ma magari il cane che gli passa a metri di distanza....Questa si chiama razionalità ....


Inserito il 27-12-2009 02:52:28 da Aniara - 25 luglio 2008


Buongiorno, ho letto nell'ultimo numero della rivista Quattro Zampe che il villaggio Valtur di Capo Rizzuto ha al suo interno il "Dog Campus" che si presenta come una struttura piena di confort per il nostro amico a 4 zampe...
Ho prontamente chiesto informazioni ma sono rimasta molto delusa nel sapere che il mio cagnolino non può nè accedere alla spiaggia, nè tantomeno alle stanze. Deve dormire nei box loro abilitati e trascorrere tutta la giornata lì. Il prezzo poi lascia anche senza parole. 220€ a settimana con toeletta obbligatoria!! Ma che, stiamo scherzando?!
Questa non è una vacanza col mio cane, ma una vacanza nella quale loro decidono dove mettere il mio cane sempre e solo a spese mie. Non credo sia giusto pubblicizzare un posto del genere... Quella rivista parla di stare in compagnia coi proprio cani e non di abbandonarli giornate intere in un Dog Campus dove, sì giocano e stanno all'aria aperta, ma nel frattempo sono ghettizzati...
E' logico secondo voi ?! I bambini non si portano al baby park per poi lasciarli lì anche la notte... La cosa è medesima !!
Se porto al mare il mio cagnolino voglio che lui viva con me dei momenti della giornata... Non dico di stare 24h su 24 insieme ma x lo meno che stia a dormire con me!! Ho parlato con altre persone e la pensano come me: ci prendono solo in giro.
Ho voluto far sapere anche a voi questa cosa... scusate lo sfogo ma credo che sia un vero sopruso!
Cordiali saluti


Inserito il 27-12-2009 02:39:05 da Cristina G. - 15 luglio 2008


Sabato sera, dopo un mese di reclusione dato che il mio cucciolo ha solo 3 mesi, chiamiamo per prenotare un ristorante "buiaccaro" in periferia di Roma..... zona Infernetto, il ristorante si chiama "Il Cinghiale", chiediamo un posto fuori all'aperto, un tavolo per 4 persone, e appena arriviamo ci avviciniamo educatamente al cameriere dicendo che avevamo chiamato per prenotare....
La mia migliore amica aveva in braccio il mio amato cucciolotto che se ne stava buono buono in grazia divina con la sua braghetta e guinzaglietto !!! Un signore (il proprietario credo) si avventa su di noi dicendo "NO NO i cani fuori !" Arriva la moglie (presuppongo) e dice: "Ah no eh, i cani no, eh ?! Noi non ce li vogliamo !" A quel punto noi un po' frastornati ci giriamo e vediamo che non c'era nemmeno il tavolo prenotato, era tutto pieno !!! Il mio compagno si gira e gli dice, MOSTRANDOLO "guardi che abbiamo il trasportino chiuso, lo mettiamo dentro !" E loro iniziano ad URLARE: "Noi i cani qui non ce li vogliamo !! Ve ne potete andare ! Accomodatevi fuori!"
Al che io mi °ò#@=?(%/&%$ come una bisscia ed inizio a dire loro che quello è solo un cucciolo e che puzza meno di tanta gente perchè io lui lo pulisco almeno 2 volte al giorno !!! Vi giuro, mi sono così tanto arrabbiata che non sono più riuscita a cenare nonostante mi abbiano portato al ristorante di un signore che conosciamo che è un amore e che ci ha accolto a braccia aperte !!!


Inserito il 27-12-2009 02:38:38 da Gioietta, 22 maggio 2008


Il Sito per Viaggiatori con Quadrupedi al Seguito © 1999-2019
- Ogni riproduzione, anche parziale, è vietata ai sensi dell'art. 3 dir. CE n.9/1996 -

Torna su
Il sito per viaggiatori con Quadrupedi al seguito
Geolocation visitatori Dogwelcome.it
Il sito per viaggiatori con Quadrupedi al seguito

Partners:   logo Booking         logo Prenotazioni24

Gemellaggi: Frida's Friends Onlus - Amici del Goldenretriever.it

Hanno parlato di noi:

www.dogwelcome.it © 1999-2019 - All Rights Reserved -
Il materiale pubblicato NON può essere riprodotto, in qualsiasi formato (pubblicazione sul web, cartacea, o di qualsiasi altro tipo) ai sensi dell' art. 3 dir. CE n.9/1996
Dogwelcome® è un marchio registrato: è quindi vietato l'uso del vocabolo, anche in due parole staccate.