Notizie e Articoli

 

In bici ed in moto con loro !!

 


Foto mandataci da Booz di edendesign

 


Foto scovata da Fè di Dogwelcome

 

Art. 182 del Codice della Strada: Circolazione dei velocipedi
3. Ai ciclisti è vietato trainare veicoli, salvo nei casi consentiti dalle presenti norme, condurre animali e farsi trainare da altro veicolo.
Per quanto riguarda il trasporto sulla bici, valgono le stesse norme come all'Art. 170, sulla circolazione di veicoli a motore a due ruote (vedi sotto)


Carlotta con Maurizio
Carlotta e Maurizio in gita in bici


 

Isola  d'Elba in bici con il peloso
Foto di Paolo Onesti

 


Le due bau di Roberto trainate dalla bici !!!

 


La piccina di Vera e Cleo [un'altra Tea ciclista !!! :o) ]
in bici a Firenze

 


La pelosina di Nicoletta a Riccione in bicicletta
(fa anche rima...) !!!

 


Sam di Sabrina, con Paolo a Riccione in bici !

 


L'amica pelosa quattordicenne di Stefania e Maurizio gira comoda con i suoi...

 

Vai in bici con il cane al guinzaglio ? Rischi una multa fino a 500 euro
Agropoli (SA) - Vietato andare a spasso in bicicletta con il cane al guinzaglio. Succede ad Agropoli, dove il sindaco Franco Alfieri ha previsto multe dai 25 ai 500 euro per chi ha l'abitudine di portare a spasso il cane, durante la passeggiata in bicicletta. Contravvenzioni anche per i padroni maleducati che non si muniscono di paletta e bustine, mentre camminano per le strade comunali con i propri amici a quattro zampe. Dura vita per i proprietari, il fedele amico dell’uomo, infatti, non potrà nemmeno vagare liberamente nei parchi pubblici, nei giardini e in qualsiasi area verde della città. Anche le spiagge saranno off limits: parte il divieto di balneazione per i cani. Si dice così addio alla passeggiata di relax per i padroni, gli animali dovranno essere continuamente sorvegliati per evitare che sporchino. Il Comune ha deciso di far scattare il provvedimento dopo aver ricevuto, nei giorni scorsi, un gran numero di segnalazioni circa strade, piazze, marciapiedi e parchi pubblici letteralmente invasi dagli escrementi dei cani.
Corriere del Mezzogiorno, 5/6/2008

 

MOTO

Olivia, cane in moto !
Olivia, la Biker più tosta del mondo, in sella con Sabrina !

 


Un altra BauBiker !! Questa piccina è Zerlina, e ama girare con Alessandro su è giù per l'Italia in moto ! Che tenerina !!! :o)
Dice Alessandro: "Effettivamente, ripensando a quanto mi hai scritto e guardando le foto che ci sono sul vostro portale penso sia importante che il corredo borsa, occhiali e casco sia perfettamente visibile: senza occhiali E casco non ci sarebbe protezione per il peloso (occhi e orecchie, non parlo di incidenti), mentre senza una borsa apposita con un sistema saldo e serio si diventa un rischio per se stessi e per gli altri (oltre alle violazioni del codice della strada)" - Bravissimo Alessandro !! [Noi di Dogwelcome]

Gabriele con Yaki in Sardegna

 

Portate con voi il peloso in moto SOLO SE SIETE CERTI CHE NON SI SPAVENTI !!! Fate molta attenzione: il peloso deve avere piena fiducia in voi e NON DEVE FARSI PRENDERE DA ATTACCHI DI PANICO CAUSATI DA FORTI RUMORI (es. un TIR che passa vicino vicino o simili) Se il cane (non portate il gatto in bici, per favore !!! E in moto, poi... non se ne parla nemmeno !!!) si fida ciecamente di voi sa che non c'è pericolo perchè voi siete lì accanto, ma se la paura dovesse prendere il sopravvento, potrebbe essere un brutto momento per Fido.
 

 

Eh, questi orientali, che simpatia !... :o)
Foto mandataci da Massimo M., scattata a Bangkok

 

Ecco qui il punto 5 dell’art. 170 del “Codice della Strada”, che riguarda il trasporto di animali su veicoli a motore a due ruote: “... è vietato trasportare oggetti che non siano solidamente assicurati, che sporgano lateralmente rispetto all’asse del veicolo o longitudinalmente rispetto alla sagoma di esso oltre i cinquanta centimetri o limitino la visibilità al conducente. Entro i predetti limiti è consentito il trasporto di animali purché custoditi in apposita gabbia o contenitore”.
La violazione alle norme del succitato disposto sono punite con sanzione amministrativa di euro 31,30
Il Resto del Carlino, 28/5/2002

 

Bella, di More e Alex, in vacanza  in moto !!!
Bella, di More e Alex, in vacanza in moto !!!

 
 

Xena di Massimo in Sardegna in moto

 
 

Anche il pelosino di Carlo va in moto !!

 
 

Foto scovata da Giuseppe e Tathiana

 

Nuove norme, luglio 2003 (patente a punti):

Art. 170, 5° comma - Sui veicoli di cui al comma 1 è vietato trasportare oggetti che non siano solidamente assicurati (animali compresi), che sporgano lateralmente rispetto all'asse del veicolo o longitudinalmente rispetto alla sagoma di esso oltre i cinquanta centimetri, ovvero impediscano o limitino la visibilità al conducente. Entro i predetti limiti, è consentito il trasporto di animali purché custoditi in apposita gabbia o contenitore".
Ovvero: è necessario trasportare gli animali in appositi contenitori in moto e bici.
Sanzioni previste: pagamento di una somma da € 32,80 a € 131,20.
Punti decurtati dalla patente: 1
Quindi: non è cambiato nulla, se non che si è alzata la cifra da pagare in caso di multa, e che si perde un punto dalla patente.

ATTENZIONE: nuova legge 23 agosto 2005 del Codice della Strada - art. 213, comma 2

Sanzionato il trasporto di animali senza gabbia con il sequestro del veicolo e la sua vendita all'asta - estate 2006: cancellata questa norma



Foto scattata a Santo Domingo, inviataci da Massimo M.

 

Che confusione... In scooter col cane, ma senza guinzaglio: multato

GRADARA - Era partito da Gradara con la sua cagnetta accucciata sul motorino. Forse il proprietario non lo sapeva né lo immaginava, ma la bestiola di nome Dolly, sei anni di vita, 9 kg di peso, alta 30 cm, doveva andare in giro con la museruola e un guinzaglio. I vigili di Riccione non hanno fatto sconti: hanno fermato lo scooter e multato il proprietario della cagnetta per 242 euro. Nel verbale è scritto: «Teneva il cane senza guinzaglio sulla pedana dello scooter». Il proprietario dell'animale non intende fare ricorso al giudice di Pace attraverso un avvocato. Costerebbe ben oltre il prezzo della multa, ma non per questo intende rinunciare a lanciare le sue rimostranze. Il proprietario del cane aveva cercato di ribattere ai vigili che non «trasportava» l'animale, né passeggiava con esso, neppure che avrebbe potuto lasciare a terra i suoi bisognini visto che Dolly non era mai scesa dalla pedana dello scooter. Niente da fare.
E allora il padroncino della cagnetta ha scritto al prefetto di Rimini, per chiedere lumi e l'annullo della multa, perché «Dolly» era sulla pedana del motociclo e «quindi si configurerebbe la proprietà privata, non la strada; diversamente il vigile avrebbe dovuto multare ai sensi dell'art. 170 del Codice della strada che riguarda il trasporto di cose e persone sui veicoli a motore a due ruote». In quei giorni a Riccione, era scattata un'operazione di controllo sui cani che ha portato a decine di multe per coloro (ed erano tanti) che avevano lasciato il proprio cane senza custodia né museruola.
Un'analoga ordinanza è in vigore anche a Pesaro. Le multe che vengono generalmente fatte riguardano soprattutto i padroncini che lasciano liberi i cani nei giardini pubblici, pur osservandoli a breve distanza. Quasi sempre quelle aree sono segnalate adeguamente, ma spesso non basta ad evitare le violazioni.
Petnews, 2002

 

Vengono in quest'ordine: cagnoline affettuose, moto (Guzzi se possibile), wurstel di gatto [ma no, dai Argooo... :o))) ] e... il mio amico Carlo. Un bau da Argo, "volpinus italicus transit cum motoitalica"

 

 

Pagina online da ottobre 1999 - Aggiornata 29 marzo 2010

Il Sito per Viaggiatori con Quadrupedi al Seguito © 1999-2017
- Ogni riproduzione, anche parziale, è vietata ai sensi dell'art. 3 dir. CE n.9/1996 -

Torna su
Il sito per viaggiatori con Quadrupedi al seguito
Geolocation visite al 20 maggio 2014

Geolocation visite al 20 maggio 2014

Il sito per viaggiatori con Quadrupedi al seguito

www.dogwelcome.it © 1999-2015 - All Rights Reserved -
Il materiale pubblicato NON può essere riprodotto, in qualsiasi formato (pubblicazione sul web, cartacea, o di qualsiasi altro tipo) ai sensi dell' art. 3 dir. CE n.9/1996
Dogwelcome® è un marchio registrato: รจ quindi vietato l'uso del vocabolo, anche in due parole staccate.