Info Estero

Spagna, in generale

Pensateci, prima di scegliere la Spagna come meta per la vostre vacanze...
Visitate http://crueltyinspain.webnode.com - campagna 2007/2008

In Spagna la situazione non è delle migliori: più volte abbiamo avuto problemi con un cagnolino da 11 kg... Con un canòne è molto difficile fare una vacanza tranquilla, a meno che non si scelgano solo luoghi da questa lista... :o)
E' difficile potere entrare nei ristoranti con il cane, a meno che non abbiano una terrazza, e spesso non lasciano stare nemmeno di fuori. Spesso il comportamento usato per mandarti fuori perchè hai il cane è scontroso e maleducato.
Questo però non vale per la Catalogna, OK dove i cani in genere sono ben accetti anche nei ristoranti. Gacchan è potuto entrare persino nel parco Botanico di Cap Roig (Calella de Palafrugell) ed al Museo archeologico di Ullastret (Regione dell'Empordá)
Nei campeggi i cani sono generalmene accettati, ma molto spesso si deve pagare una tariffa diaria anche per lui e non si riceve in cambio null'altro che il permesso di farlo entrare, quindi ... niente docce per cani, nè spazio per giocare, niente di niente, anzi, spesso non è possibile frequentare determinate zone del campeggio con il cane, anche se paga.

Quanto a spiagge, dipende dalla zona: in Costa Brava nord abbiamo trovato varie spiagge dove poter andare: i cani, soprattutto quelli di taglia piccolo/media, sono talvolta tollerati anche nelle spiagge bandiera blu ed in quelle sorvegliate, dove normalmente è vietatissimo portarli. La zona è frequentata da francesi, dei quali il 50% almeno, con cane al seguito.
In Costa Blanca è quasi impossibile fare il bagno con il cane eccetto nella spiaggia nudista a lato di Benidorm, in Andalusia ok la zona di Tarifa e la costa delle provincie di Cádiz, Huelva ed Almeria.

Da evitare assolutamente, secondo noi, un viaggio ad Ibiza con il cane.

Segnalato da: Noi di Dogwelcome, con Gacchan, 1999 e da Chaac e Ken-di, per gli anni successivi sino al 2006

Foto

Guarda il banner e decidi. Ora che lo sai, andrai ancora in Spagna ?
Guarda il banner e decidi. Ora che lo sai, andrai ancora in Spagna ?
Catalogna:
Catalogna: "Vietato ai cani"
Questa è Roma, di Eva, che ci scrive da Córdoba (Spagna)
Questa è Roma, di Eva, che ci scrive da Córdoba (Spagna)
Chaac di Dogwelcome in Costa Brava in una terrazza, con la ciotola portatagli dal cameriere del bar :o)
Chaac di Dogwelcome in Costa Brava in una terrazza, con la ciotola portatagli dal cameriere del bar :o)

Commenti (6)

Inserito il 26-07-2014 da Barbara - luglio 2014

Mi trovo in vacanza in Spagna, ad Altea vicino a Benidorm. Fatta eccezione per alcuni ristoranti, la nostra Briscola (pinscher nano di 3 kg) non è potuta andare da nessuna parte. Prima di arrivare ad Altea siamo stati a Barcellona dove c'erano divieti ovunque. Sia a Barcellona che ad Altea abbiamo trovato ristoranti che accettavano la nostra cagnolina, ma solo all'esterno nelle terrazze. A Barcellona pochissimi spazi verdi, ma fortunatamente senza divieto, solo l'obbligo di pulire. Gentili i padroni del ristorante di Altea "Tuttifrutti" che ha sempre offerto una ciotola d'acqua anche a Briscola. Nelle spiagge non se ne parla, divieto assoluto di introdurre cani!

Inserito il 06-06-2012 da Elena - giugno 2012

Siamo stati in Spagna la scorsa estate insieme al nostro cane Thai di piccola-media taglia, a parte Barcellona dove effettivamente abbiamo avuto un po' di problemi causati dalla mancanza di spazi verdi dove portare il nostro quattrozampe a fare i suoi bisogni (tutti i giardini sono vietati ai cani peccato però che non lo siano anche per le centinaia di "senzatetto" stesi sui prati giorno e notte a dormire e sporcare), per il resto (musei e chiese a parte ma questo succede anche in Italia) siamo stati accettati ovunque, anche ai grandi magazzini El Corte Ingles e nei ristoranti. La nostra vacanza è proseguita a Calpe dove, a parte in spiaggia, il cane era accettato ovunque, inoltre tutto il lungomare è pieno di famiglie che passeggiano con i loro cani e non ho mai visto nessuno lamentarsi, i ristoranti la sera ci offrivano l'aperitivo a noi e una ciotola piena d'acqua a lui dimostrando simpatia nei suoi confronti e anche a Sitges dove ci siamo fermati 2 giorni prima di prendere il traghetto per rientrare in Italia e dove abbiamo alloggiato in un albergo ci siamo visti rifiutare solo da un ristorante, dovunque eravamo i benvenuti, anche nei negozi dove se si accorgevano che entravamo a turno per non fare entrare il cane erano i proprietari stessi che ci invitavano a fare entrare anche lui, a dire la verità ci siamo trovati meglio in Spagna che in Italia, dove è vero che molti alberghi e case accettano i nostri amici pelosi ma poi, come in molte località della Liguria, al cane nei periodi di alta stagione non è concesso nemmeno di fare una passeggiata sul lungomare o nel centro cittadino. Noi sicuramente torneremo in Spagna con il nostro Thai, l'importante è dimostrare prima di tutto educazione e rispetto per gli altri, raccogliendo i loro bisogni e non permettendo loro di fare pipì dovunque magari sui muri delle loro case come purtroppo ci capita di vedere troppo spesso.

Inserito il 29-02-2012 da Maury - febbraio 2012

I cani non sono accettati dalla Spagna e pertanto neppure i loro proprietari: In particolare a Marbella, dove esistono molti turisti inglesi, il comune si è inventato multe ad hoc per lo straniero. Se il cane sporca la multa può arrivare a 30.000 euro ma è anche vietato girare senza museruola o guinzaglio lungo oltre 2 metri. Inoltre nessun parco per cani e nessuna spiaggia per cani, addirittura vietato portare il cane lungo la passeggiata stradale lungo il mare ed agenti in borghese vi pedinano senza farsi notare. E' più accettato uno scippatore che un cane. Mi è capitato di assistere ad uno scippo ma il ladro sebbene fosse stato catturato veniva lasciato tranquillamente andare senza fornire le generalità. Quindi ben accettata la malavita organizzata ma per quanto riguarda i cani le regole sono severe. Mi viene in mente la vicenda di Simone Righi, visibile in internet, che dopo che il governo spagnolo gli aveva ucciso i suoi 3 cani è andato in prigione per aver organizzato una manifestazione pacifica contro il Comune. Quindi diffidate da coloro che parlano bene della Spagna per quanto riguarda agli animali, di solito sono persone talpa che non vedono quello che succede attorno. In Spagna non esistono randagi grazie ai finanziamenti del Comune per sopprimerli e se il vostro cane è scappato non vi è alcuna differenza E se avete un cane scegliete percorsi alternativi anche se penso che la Spagna, facente parte della UE, dovrebbe sottostare alle leggi Europee per quanto concerne agli animali. Le protezioni animali in Spagna oltre a non esistere sono tabù peggio della stessa droga che a Marbella circola in quantità industriale. In spiaggia potete prendere anche il sole tutti nudi senza avere nessuna multa ma se il vostro cane vuole camminare sulla sabbia rischiate una multa colossale e se protestate galera assicurata. Pensateci....

Inserito il 15-11-2011 da Giovanna Bosca - settembre 2011

Sono appena tornata dalle ferie con i miei 2 cani in Spagna. Abbiamo deciso io e il mio compagno di affittare un camper, per stare tranquilli e avere meno problemi con i cani. La Spagna non è una terra amante dei cani, ci sono divieti ovunque, niente ingressi in ristoranti, neppure all'aperto, nessun ingresso in spiaggia e non ci sono spazi per le loro passeggiate. Inoltre nella regione della Cantabria a nord della Spagna, nessun campeggio ci ha fatto entrare perchè avevamo i cani. Inoltre in Spagna non è possibile fermarsi con il camper liberamente, ma solo in campeggi perchè è vietato dalla legge. Chi volesse andare in Spagna con il cane è meglio che cambi meta, io non andro' mai piu' la'. Amo i miei cani e se sono sereni loro, lo sono pure io !!

Inserito il 12-10-2010 da Eloise

Quest'estate siamo stati in vacanza in Spagna, nel Nord vicino i Pirenei, e fortunatamente eravamo presso alcuni amici altrimenti avremmo avuto molti problemi con la nostra cagnolina. In Spagna i cani non possono entrare in nessun posto. Nel Decatlon di Huesca, Aragona, il tipo della sicurezza mi ha cacciato fuori nonostante io fossi incinta e fuori ci fossero 35 gradi! A Barcellona idem. Siamo entrati in un Burger King e la sicurezza ci ha subito presi e fatti uscire dal retro dicendo che se fosse arrivata la polizia ci avrebbe fatto una multa!

Inserito il 31-10-2009 da Elena, con Luna - settembre 2008

Quest'estate, dopo tante titubanze, siamo andati in Spagna. Siamo stati in diversi campeggi e in tante città (abbiamo fatto 7000 km in 25 gg.). Ho sempre trovato tanta gentilezza e disponibilità. Siamo stati accettati ovunque. In tutti i parchi (di città o fuori) che abbiamo visitato si può entrare col cane, e dove, in una città, vi era un parco vietato ai cani con cartello erano comunque tollerati ed entravano. Nei campeggi i cani generalmente non pagano, e dove pagano si tratta di 1 euro o al massimo 1,5 euro (2 campeggi in tutto il viaggio). Nei ristoranti all'aperto è sempre stata accettata. In un posto ci è stato persino data la ciotola con l'acqua (non richiesta). E la gente non attraversa la strada quando passi perchè hai un cane pericoloso! E' vero che nei mezzi pubblici non possono salire e in posti come musei non entrano. Ma questo mi sembra succeda anche negli altri paesi, inclusa l'Italia. E' vero, questa è stata la nostra esperienza, saremo stati solo fortunati??? In tanti posti in Italia non lo siamo stati. Alcuni posti non ci vedranno sicuramente più!

ATTENZIONE, una nota da parte nostra: Accesso ai cani vietato all'Alhambra di Granada, anche all'esterno, ed ai Jardines del Generalife - accesso vietato alla Mezquita di Cordoba, anche nel giardino - accesso vietato al Museo di Dalì, a Figueres (GI), anche nella parte all'aperto - accesso vietato alla Casa-museo di Dalì e Gala nei pressi di La Bisbal (GI)
Permesso l'accesso al Parque Maria Luisa di Sevilla, al Parque del Buen Retiro di Madrid, al Parco de la Casa Real di Madrid e nei parchi barcellonesi - vedi sezione Parchi
[Nota di Dogwelcome]

Aggiungi un commento

Il Sito per Viaggiatori con Quadrupedi al Seguito © 1999-2016
- Ogni riproduzione, anche parziale, è vietata ai sensi dell'art. 3 dir. CE n.9/1996 -

Torna su
Il sito per viaggiatori con Quadrupedi al seguito

(Il contatore conta le visite solo a partire da marzo 2004, ma il sito esiste dal 1999)

Geolocation visite al 20 maggio 2014

Geolocation visite al 20 maggio 2014

Il sito per viaggiatori con Quadrupedi al seguito

www.dogwelcome.it © 1999-2014 - All Rights Reserved -
Il materiale pubblicato NON può essere riprodotto, in qualsiasi formato (pubblicazione sul web, cartacea, o di qualsiasi altro tipo) ai sensi dell' art. 3 dir. CE n.9/1996
Dogwelcome® è un marchio registrato, proprio perchè il servizio è no-profit.