Pet Approved Quality 1st in Italy 1999-2017

Norme e Multe

Formia (LT)


Il Dipartimento d'igiene dell'ambiente urbano del comune del Sud Pontino ha affidato a un vigile urbano il compito di far rispettare le ordinanze emanate in materia di tutela della salute di tutti e "per garantire maggiore igiene pubblica e che impongono ai proprietari o conduttori di cani" e che impongono ai proprietari o conduttori di cani "l'obbligo di impedire che l'animale sporchi, con escrementi e liquami organici, i marciapiedi, gli attraversamenti pedonali, gli accessi alle civiche abitazioni, gli spazi prospicienti ai negozi e quelli dei mercati di quartieri e giardini pubblici. Insomma, se "fido" sporca bisogna intervenire con paletta e sacchetto. «Qualora l'animale imbrattasse questi spazi - afferma il dirigente del Dipartimento Ambiente, Luigi Di Rienzo - il proprietario o conduttore dovrà provvedere immediatamente alla completa pulizia e all'asportazione della deiezione». L'ordinanza in questione risale all'agosto del 2000 e successivamente è stata integrata e nell'estate 2003 modificata parzialmente per motivi di sicurezza fino a limitare l'accesso ai cani nelle ville comunali, nelle aree pubbliche attrezzate e in tutti gli spazi destinati a parco giochi per bambini.

Da: Il Messaggero, 31 mag 2004


Segnalato da: Federica (Segugi Dogwelcome!)

Aggiungi un commento

Il Sito per Viaggiatori con Quadrupedi al Seguito © 1999-2019
- Ogni riproduzione, anche parziale, è vietata ai sensi dell'art. 3 dir. CE n.9/1996 -

Torna su
Il sito per viaggiatori con Quadrupedi al seguito
Geolocation visitatori Dogwelcome.it
Il sito per viaggiatori con Quadrupedi al seguito

Partners:   logo Booking         logo Prenotazioni24

Gemellaggi: Frida's Friends Onlus - Amici del Goldenretriever.it

Hanno parlato di noi:

www.dogwelcome.it © 1999-2019 - All Rights Reserved -
Il materiale pubblicato NON può essere riprodotto, in qualsiasi formato (pubblicazione sul web, cartacea, o di qualsiasi altro tipo) ai sensi dell' art. 3 dir. CE n.9/1996
Dogwelcome® è un marchio registrato: è quindi vietato l'uso del vocabolo, anche in due parole staccate.