Pet Approved Quality 1st in Italy 1999-2017

Rubriche e Tematiche

...un po' di BON-TON per chi viaggia 
con il proprio quattrozampe...

 


Chaac di Dogwelcome fuori dall'entrata di un agriturismo
 

Nello stesso modo in cui ci siamo sentiti di dare alcuni consigli a chi gestisce una struttura turistica, e ne diamo continuamente anche via e-mail, ci siamo anche chiesti se non valeva la pena di dare alcuni consigli anche ai viaggiatori, oltre che ai gestori.

Vi sono alcune norme di buona educazione che sarebbe bene fossero sempre rispettate: il comportamento maleducato di alcuni va a ripercuotersi su tutti noi che abbiamo un animale al seguito, e ciò non è giusto nei confronti di tutti noi.

Quindi ricordiamoci che:

- Le strutture da noi segnalate sono accoglienti (alcune superaccoglienti) nei confronti dei Vostri quadrupedi. NON si tratta però di pensioni per animali, ovvero: il cane è in vacanza CON VOI, e con voi deve stare, nei limiti del possibile. Cercate di non lasciare il vostro peloso incustodito in camera, soprattutto nelle ore del primo pomeriggio e serali - ricordate che alcuni Fido non amano stare da soli e potrebbero protestare con qualche abbaio per la vostra mancanza... per questo vi consigliamo, se andate al mare, di scegliere una località dove ci sia un tratto di litorale che accetti anche i quattrozampe, così Fido potrà venire in spiaggia con voi e non dovrà restare solo... altrimenti... scegliete la montagna, dove è molto più facile stare tutto il giorno assieme al vostro Fido...

- Se la struttura fornisce ciotole e brandine, alla partenza le stesse vanno lasciate nella struttura [non fatene un souvenir, per favore ! ;o) ]

- Se il vostro bau soffre la vostra mancanza, scegliete Hotel/Residence etc. che lascino accesso agli animali nelle sale da pranzo, così lui/lei potrà venire con voi e non restare in camera da solo/a.

- Se i vostri amici pelosi sono abituati a salire sui letti e sui divani di casa, abbiate cortesemente l'accortezza di portare con voi dei copriletti o dei teli mare da stendere sugli arredi della camera, in modo da lasciare pulito quando ve ne andrete... Sappiamo tutti bene che non è facile togliere i peli dei nostri bau dai tessuti...

- Se l'Hotel ha giardini e aiuole fiorite, cercate di non lasciarvi andare il vostro Fido, soprattutto senza guinzaglio - avrete tutto il tempo di trovare posti dove andarvi a divertire, che non siano le aiuole dell'Hotel... ;o) - giusto ?

- Per favore, pulite le deiezioni ! Sia nei pressi della struttura, dove porterete fuori a fare la passeggiatina il vostro bau, sia dove andrete a fare escursioni portate sempre con voi il sacchettino e pulite le deiezioni (vi renderete inoltre più simpatici): il vostro passaggio con Fido non deve lasciare tracce scivolose...

Non è facilissimo trovare posti che ci accettano con il cuore assieme ai nostri amici pelosi: per favore, non facciamo in modo che i gestori cambino idea... non approfittiamo troppo della loro gentilezza e dimostriamoci Perfetti Viaggiatori con Quadrupedi al seguito !!!


Scarica, stampa e distribuisci il nostro decalogo per essere un
Perfetto viaggiatore con Quadrupede al seguito !!!

 

Ci scrive la titolare di una delle strutture che segnaliamo, tra le sostenitrici della nostra Associazione:

Da quando sono bambina ho avuto il piacere di avere sempre al mio fianco un fedele amico quattrozampe, Trilly fino ai 15 anni, Bel fino ai 30 ed oggi che ne ho 43 mi affiancano Baby e Fox ed inoltre ho aggiunto alla lista dello "Zoo" due gatti.... Sono tutti degli animali trovati abbandonati... Appena nati o già cresciuti, ma tristi ed infelici che insieme a noi hanno trovato e ci hanno dato la felicità.... Il fine di questa mia lettera non è veramente il rapporto che ho con la mia "Animaleria", che come si è ben compreso è stupendo.... Ma bensì mi permetto di voler far presente delle situazioni che ho vissuto ed analizzato con gli anni a proposito di chi ha un animale.... Ci lamentiamo perchè non sappiamo dove andare in vacanza con i nostri cani, o perchè ci sono delle città o luoghi non li accettano, ma un'esame di coscienza è stato fatto a proposito di questo ???? Quante persone ho visto, ed avete visto, fare gli indifferenti mentre il loro "amico" faceva la cacca.... Lasciando "gentilmente" gli escrementi per terra, e se ripresi rispondevano: "Si faccia gli affari suoi!" oppure "Ma ho dimenticato il sacchetto a casa !" (?! ...Perchè quando è uscito non sapeva che c'erà la possibilità che il suo cane avesse un bisogno fisiologico....?!.) od ancora " E gli spazzini, cosa ci stanno a fare??"
- Chiediamo rispetto per i nostri animali.... Ma quanto rispettiamo le persone che non li hanno e non comprendono il nostro mondo ???? Ci sono persone che lasciano i loro amici animali abbaiare tutta la giornata, fregandosene delle persone che sentono.... E' questo che vogliamo ?? Continuare a circordarci di critiche nei nostri confronti e dei nostri "amici" ?? Bisognerebbe che ogni persona che possiede un animale, incominciasse a farsi delle domande a tal proposito, e non come molte volte leggo o sento, essere prevenuti nei confronti di chi d'animali non è ha..... E' inutile chiamarsi categoria debole, perchè non compresa, se non si fa nulla per evitare di esserlo...... L'educazione è qualcosa che abbiano dentro di noi, è nata con noi.... Non l'acquisiamo solo perchè abbiamo un animale..... La civiltà è saper vivere con gli altri e se vogliamo farci benvolere dobbiamo applicarla per primi...... Scusate lo sfogo ma era di dovere dopo aver visto tutto quello che ho visto (o sentito) !!!!
PS: chi l'ha presa a male.... O non raccoglie la cacca.... O è prevenuto !!!!

Franca Allizond, 21 aprile 2007

Ci scrive una nostra visitatrice, Michela:

Volevo scrivervi per dare la mia testimonianza di commessa in un negozio di Torino, poi sono stata travolta dagli eventi e non ci sono più riuscita !! Ogni volta che visito il vostro sito sono contenta di leggere tanto amore per gli animali e contenta di vedere anche quanto invitiate i possessori di animali ad essere educati!! E' davvero davvero importante ! Io lavoro in un negozio abbastanza grande di oggettistica, quando vivevo a Torino le mie due cagnoline erano le benvenute dietro al bancone della cassa e si divertivano un mondo prendendo vizi e carezze tutto il tempo! così con il tempo sono riuscita a sensibilizzare anche le mie colleghe e tutti i cani sono sempre stati i benvenuti da noi; purtroppo non so per quanto tempo ancora questo sarà possibile, dato che la maleducazione di tante persone ci lascia tutte letteralmente allibite! Non solo abbiamo trovato pipì ovunque, contro alcuni articoli e addirittura contro il bancone della cassa (tra parentesi alla mia domanda: "Signora, il suo cane ha sporcato li !" ho ricevuto una risposta davvero sconcertante: "Sa, oggi non l'aveva ancora fatta !" ...e ho dovuto pulire IO la pipì del cane), ma anche vomito e popò, pestata e portata poi ovunque dagli altri "educati" clienti. La responsabile del negozio, esasperata, sta pensando di vietare l'ingresso ai cani !! Io amo gli animali, ho due cani, e anche le mie colleghe li amano, ma perchè per colpa della maleducazione di certe persone ci devono rimettere loro oppure le persone più educate? Faccio un appello accorato!!!! Amanti degli animali, siate educati e rispettosi dei posti dove andate con i vostri amici a 4 zampe, tanto si sta facendo per favorire i viaggiatori con quadrupedi al seguito ma comportandosi in modo incivile tutti questi sforzi saranno vani! se andate a fare shopping con il vostro amico, portatelo prima a fare i bisognini e un bel giretto! Se il cane sporca davanti o dentro un negozio, di certo non casca il mondo, l'importante sarebbe solo scusarsi e pulire! Non è difficile, è solo una questione di buona educazione e di senso civico!!! Scusate lo sfogo!!
Grazie, a presto,
Michela - 17 aprile 2007

Che dire, se non che condividiamo al 100% ? Ecco perchè questa pagina dedicata a chi conduce un animale...
Sappiamo che buona parte delle persone sono coscienziose, ma vorremmo che il numero delle persone educate, che rispettano gli altri, possa crescere ulteriormente, affinchè chi non ha un animale al seguito non ci veda come fonte di sporcizia e menefreghismo riguardo il prossimo e l'ambiente... Sappiamo anche che la maggior parte delle persone che lasciano sporco NON sono veri amici dei bau, ma portano con sè il bau come fosse un'appendice o una borsetta, e di solito non ci vanno in vacanza assieme... E dato che i nostri visitatori sono persone che il proprio animale lo amano, sappiamo anche che la maggior parte di loro la pensa come noi - :o) - Giusto ???

[Noi di Dogwelcome]

Un'altra mail a tema bon-ton, questa volta da Anna:

Ciao Annalaura, ho letto con piacere le regole di Bon Ton che hai inserito nel sito e mi trovi d’accordo !! Volevo se mi permetti aggiungerne una per esperienza personale. Anche noi passiamo sempre la nostre vacanze con la nostra cagnolona e purtroppo le condizioni meteo non sono sempre belle.. a volte piove a volte nevica (andiamo quasi sempre in Alto Adige) ma noi teniamo un asciugamano in macchina in modo da dare una pulitina alle zampe e sotto la pancia prima di entrare in albergo. Purtroppo ho visto cani entrare in albergo in condizioni veramente disastrose e dire che basta veramente così poco... e poi non lamentiamoci se i gestori addebitano un costo di pulizia per i nostri amici. Vorrei proprio vedere se a casa propria certi padroni fanno entrare i loro cani in certe condizioni. Complimenti per lo straordinario lavoro che state facendo !!
Anna B. - 30 agosto 2007

Ed un'altra...

Cari amici, sono titolare di un B&B nei pressi delle Terme di Saturnia. Fino ad oggi ho accettato molto volentieri tutti gli amici a quattro zampe, ma da questo momento in poi mi rifiuto tassativamente di rendermi complice del maltrattamento degli stessi, perchè nel 99 % dei casi i proprietari li lasciano chiusi in camera per tutto il giorno nonostante ci sia un recinto grande e un giardino dove farli correre, se ne vanno e li mollano da soli, abbandonati e sconsolati per tutto il tempo che fa loro comodo, in pratica tutto il giorno. A nulla é valso spiegare e scrivere nel regolamento che i cani possono stare in giardino insieme ai loro proprietari, ma che non possono essere lasciati in camera da soli. Ho assistito a scene molto tristi del tipo cane ululante alle 23,30 in camera mentre i loro padroni erano comodamente al ristorante a cena, incuranti sia del dolore provocato alla loro bestiola ma anche del fastidio arrecato agli altri ospiti della mia struttura. A questo punto, piuttosto che assistere a queste scene o discutere, come è successo anche oggi con i clienti, preferisco pensare i cani nelle pensioni adatte a loro o non in galera in una stanza, anche se molto ampia e con mobili antichi (sai quanto gliene importa ai cani del mobile dell'800), di un bed and breakfast. Segnalatemi anche nella lista nera, ma proprio perchè amo gli animali, non posso accettare simili comportamenti, a parte poi il discorso "escrementi" abbandonati nel prato o sulla ghiaia... Sarebbe troppo lungo raccontare tutti gli episodi di maleducazione. Vi saluto e formulo tanti auguri ai cani, nella speranza che possano trovare padroni più sensibili e civili.

Accidenti !!! Queste cose non devono accadere ! Unica piccola consolazione: il B&B NON è mai stato segnalato da Dogwelcome, quindi le persone descritte NON sono, fortunatamente, nostri visitatori e soci. E meno male.
[Noi di Dogwelcome]

Ciao, mitici di DogWelcome.

Vi ho già scritto in passato per avere qualche suggerimento, e per il centro-sud ho utilizzato le vostre segnalazioni per alloggiare con il mio cane.

Ora sto facendo delle riflessioni riguardo alcune segnalazioni che leggo, da parte di viaggiatori. Troppo spesso leggo che i posti più votati sono quelli in cui entusiastici padroni descrivono le hall degli alberghi pieni di cani che giocano fra loro (ad es. alberghi in Trentino), o che vengono accolti da altri cani liberi e festosi, o che hanno dormito su divani o hanno utilizzato altre strutture non a loro dedicate, senza lamentele o divieti da parte dei gestori.
Sinceramente sono i posti che io evito come la peste; andare in vacanza col cane non significa, per me, scegliere un albergo che sembra trasformato in una pensione per cani o un'area giochi per cani. A parte che immediatamente il pensiero va a quegli ospiti che un cane NON ce l'hanno. Un po' di rispetto anche per loro, no?
Io poi ho un cane che non va d'accordo con gli altri cani; non va ad infastidire nessuno, ma al tempo stesso non vuole essere infastidito da altri cani. Non sarebbe giusto e opportuno che ognuno tenesse al guinzaglio il proprio cane e solo una volta accertato che i cani vogliono giocare insieme, vengano liberati, in ZONA IDONEA? Questo discorso mi collega poi ad alcune strutture "dog welcome"; spesso i gestori hanno a loro volta cani o gatti. E spesso mi sono trovata ad essere accolta da questi animali liberi; ma il mio pensiero va sempre alla buona educazione. Perchè devo essere accolta, indipendentemente dal fatto che io ami o meno gli animali, da un cane incustodito? Perchè il mio cane, che magari ha fatto un viaggio di 10 ore, nervoso, stressato e desideroso solo di fare una bella passeggiata, deve essere accolto in un posto nuovo, sconosciuto, da un cane che non conosce?

Ormai io ho imparato a lasciare il mio cane in macchina, entrare per il disbrigo delle pratiche amministrative, farmi consegnare le chiavi, controllare che non ci siano cani o gatti in giro, e poi scaricare bagagli e cane. Ancora meglio, preventivamente informo i gestori che ho un cane educato e abituato agli alberghi, che NON dorme su letti e divani, ma che non va d'accordo con cani, gatti e altri animali. Una volta una struttura (da voi segnalata) in Basilicata mi ha risposto avvisandomi che c'erano dei gatti girovaghi che spesso salivano sulle terrazze ed entravano in stanza; ho ringraziato per la sincerità e ho declinato la possibilità di recarmi lì.
Quindi non mi sembra giusto che i gestori non avvisino o lascino i propri animali incustoditi (così come gli altri padroni).

Io tengo il mio cane al guinzaglio, l'ho educato a stare in stanza da solo senza distruggerla e senza abbaiare, l'ho educato a infilarsi sotto il tavolo ai ristoranti, e ad uscirne solo quando andiamo via, l'ho abituato a non dare fastidio alle persone, senza saltare loro addosso. Praticamente sempre, a fine soggiorni (anche di 2 settimane) i gestori ci chiedono se abbiamo portato il cane con noi, perchè non si vede e non si sente!!! Ho anche creato un "cartello" in compensato da appendere alle maniglie in cui c'è scritto, in italiano e inglese, "Attenzione, cane in stanza" proprio per rispetto verso gli altri. Però mi ritrovo spesso a dover fare i conti con i cani degli altri, gestori compresi!
Se i cani fossero tenuti al guinzaglio, o sotto la custodia del padrone, la vita sarebbe più facile per tutti. Perchè è vero che io sono in difetto perchè ho un cane "asociale", ma è anche vero che il suo comportamento è esemplare!
Per me andare in vacanza col mio cane significa avere la possibilità di esplorare, insieme, posti nuovi; non significa portarlo in un parco giochi -a pagamento oltretutto- e dover socializzare con altre decine di cani.

Grazie per l'attenzione e per lo sfogo, forse sono in torto, ma sinceramente sono convinta che ci sono centinaia di padroni di cani "difficili" che la pensano come me.

Bruna e Homer, boxer - 17 agosto 2008

Per tanti punti di vista siamo d'accordo con Bruna. Anche noi, con tre cani al seguito, tra cui una particolarmente spaventata da ciò che non conosce, gradiamo arrivare sul posto prescelto ed avere la libertà di scaricare le valige con i cani tranquilli, e non ricevere immediatamente la (comunque graditissima, ma in altri momenti) visita dei cani del gestore o di altri ospiti, così come amiamo stare tranquilli e non con i cani che tirano perchè ci sono altri cani non al guinzaglio, con i padroni che sono altrove e non tengono d'occhio il proprio bau (come fanno poi a trovare e buttare le deiezioni ?)... E questo anche per non causare fastidio agli altri, perchè a volte le presentazioni possono essere rumorose, ovvero condite da qualche abbaio... Quando è ora di fare socializzare i cani, lo si fa, scegliendo il momento giusto, e di sgambate con i cani ne possiamo fare un sacco, ma non nei posti comuni delle strutture... [Noi di Dogwelcome]



VI AUGURIAMO UN'OTTIMA VACANZA !!! :o)

 

Pagina online dal 20 giugno 2005

Il Sito per Viaggiatori con Quadrupedi al Seguito © 1999-2019
- Ogni riproduzione, anche parziale, è vietata ai sensi dell'art. 3 dir. CE n.9/1996 -

Torna su
Il sito per viaggiatori con Quadrupedi al seguito
Geolocation visitatori Dogwelcome.it
Il sito per viaggiatori con Quadrupedi al seguito

Partners:   logo Booking         logo Prenotazioni24

Gemellaggi: Frida's Friends Onlus - Amici del Goldenretriever.it

Hanno parlato di noi:

www.dogwelcome.it © 1999-2019 - All Rights Reserved -
Il materiale pubblicato NON può essere riprodotto, in qualsiasi formato (pubblicazione sul web, cartacea, o di qualsiasi altro tipo) ai sensi dell' art. 3 dir. CE n.9/1996
Dogwelcome® è un marchio registrato: è quindi vietato l'uso del vocabolo, anche in due parole staccate.