Pet Approved Quality 1st in Italy 1999-2017
In aereo, treno, nave, traghetto ed altri mezzi con cane e gatto

Logo Dogwelcome

Un bau in auto in Giappone
Un bau in auto, in Giappone - Foto di Massimo M. per Dogwelcome.it

 


Regolamenti Taxi in Italia ed all'estero

Comune di Collegno (TO)
Art. 14 - 4. Nel caso specifico del trasporto pubblico su taxi, i conducenti degli stessi hanno la facoltà, tramite preventiva comunicazione telefonica, di rifiutare il trasporto di animali di grossa taglia; quelli di piccola taglia, quali ad esempio gatti e piccoli cani, sono ammessi al trasporto.

Comune di Como
Radio Taxi satellitare Como: chiamando lo 031 261515 si potrà avere su richiesta telefonica una vettura che accetta i nostri Fido a bordo.
Segnalato da: Dogwelcome

Comune di Milano

Volevo segnalare che a Milano i taxi si rifiutano di prendere in auto i cagnolini. Il loro atteggiamento a riguardo è peggio che se fossero dei lebbrosi. Ho uno schnauzer nano molto molto tranquillo ed educato. Mi è capitato di restare in panne con la mia auto e quindi ho cercato un taxi per recarmi urgentemente al lavoro. 4 taxisti alla sola vista del cagnolino mi hanno fatto cenno con la mano di NO. La settimana scorsa ho avuto necessità di chiamare un taxi e al telefono ho avvisato che avevo un cagnolino. Mi è stato subito chiesto se me lo tenevo in braccio. Arrivato il taxi, per salire in auto e sistemarsi sul tappetino sotto i sedili il cane ha urtato con la zampina il fianco del sedile posteriore e subito il tassista si è lamentato di non far salire il cane sul sedile e non sporcare. Giuro! ha sfiorato solo il bordo nel girarsi!!!!! Sono esterrefatta di tale comportamento.
Segnalato da: Roberta, luglio 2006

 Vorrei segnalare che i cani che viaggiano in metropolitana a Milano non pagano. Prima sì, ora no.
Segnalato da: Miranda Muscarà - maggio 2012


"Chiamapluto" taxi per animali ed altri servizi
Via degli Etruschi, 4 - 20137 Milano - Tel. 340/5532506
Sito WEB 

Segnalato da: il proprietario, Mauro Rizzo

Comune di Pavia

Taxi blu per gli animali al costo di 10 € l'ora: Tel. 335.670.70.09 - se la destinazione è fuori città o se l'animale non è accompagnato dal padrone, la tariffa è di 15 €

Comune di Bologna

Cani ammessi su alcune vetture (avvertire con antecedenza), con supplemento di 1 euro sulla tariffa

Comune di Forlì

Art. 24 - Trasporto bagagli ed animali
1. E' obbligatorio il trasporto dei bagagli a seguito del passeggero, sempreché trattasi di effetti personali di limitato ingombro, alle condizioni tariffarie stabilite ai sensi dell'art. 22.
2. E' inoltre obbligatorio e gratuito il trasporto dei cani, muniti di museruola, accompagnatori di persone non vedenti, mentre è facoltativo il trasporto di animali al di fuori di tale specifica fattispecie.

Comune di Modena

Articolo 28 - Diritti dei conducenti dei taxi
1. I conducenti del servizio di taxi e del servizio di noleggio con conducente durante l'espletamento del servizio, hanno i seguenti diritti:
a. richiedere all'utente un anticipo dell'importo pattuito o presunto qualora il servizio, da effettuarsi anche fuori dal territorio comunale, possa comportare una spesa rilevante per l'utente, o l'utente stesso risulti notoriamente insolvente;
b. rifiutare il trasporto di animali fatto salvo i cani accompagnatori di non vedenti;

Comune di Massa

Accettati cani nei taxi su richiesta, alla tariffa ad applicazione facoltativa di 0,50 €

Comune di Firenze
Art. 14 - Accesso degli animali sui servizi di trasporto pubblico.
1. E' consentito l'accesso degli animali su tutti i mezzi di trasporto pubblico operanti nel Comune di Firenze.
2. L'animale dovrà in ogni caso essere accompagnato dal padrone o detentore a qualsiasi titolo; per i cani è obbligatorio l'uso del guinzaglio e della museruola.
3. Il proprietario, o detentore a qualsiasi titolo, che conduce animali sui mezzi di trasporto pubblico dovrà aver cura che gli stessi non sporchino o creino disturbo o danno alcuno agli altri passeggeri o alla vettura.
4. Non potranno essere trasportati sui mezzi di trasporto pubblico animali appartenenti a specie selvatiche di comprovata pericolosità.
5. Nel caso specifico del trasporto pubblico su taxi, i conducenti degli stessi hanno la facoltà, tramite preventiva comunicazione telefonica, di rifiutare il trasporto di animali di grossa taglia; quelli di piccola taglia, quali ad esempio gatti e piccoli cani, sono ammessi al trasporto.

Comune di Pisa

Art. 17 - Comportamento degli utenti in taxi
1. Agli utenti del servizio taxi è fatto divieto di:
c) pretendere il trasporto di animali senza aver adottato in accordo con il tassista, tutte le misure utili ad evitare il danneggiamento o l'imbrattamento dell'autovettura

Comune di Prato

Accesso degli animali sui servizi di trasporto pubblico: Vedi Comune di Firenze, il regolamento è identico

Comune di Roma

Ammessi i cani in alcune autovetture: avvisare telefonicamente riguardo la presenza dell'animale. Ecco alcuni numeri da chiamare (Radio taxi): 06/3570-63898 - 06/3551 - 06-88177 - 06/4994 - 06/6645 - 06/4157 - Taxi a Roma

Però... leggete qui sotto, situazione vergognosa come al solito:

 In giro per Roma non abbiamo trovato un taxi che facesse salire il 4 componente della famiglia (il nostro cane). Che schifo !!!
Segnalazione di: Pia - aprile 2007

Comune di Campobasso

E' consentito l'accesso degli animali su tutti i mezzi di trasporto pubblico operanti nel Comune.
L'animale dovrà in ogni caso essere accompagnato dal padrone o detentore a qualsiasi titolo; per i cani è obbligatorio l'uso del guinzaglio e della museruola. Il proprietario, o detentore a qualsiasi titolo, che conduce animali sui mezzi di trasporto pubblico dovrà aver cura che gli stessi non sporchino o creino disturbo o danno alcuno agli altri passeggeri o alla vettura. Non potranno essere trasportati sui mezzi di trasporto pubblico animali appartenenti a specie selvatiche di comprovata pericolosità.
Nel caso specifico del trasporto pubblico su taxi, i conducenti degli stessi hanno la facoltà, tramite preventiva comunicazione telefonica, di rifiutare il trasporto di animali di grossa taglia; quelli di piccola taglia, quali ad esempio gatti e piccoli cani, sono ammessi al trasporto.

Capri (NA)

In occasione di una gita a Capri avendo bisogno di un taxi per raggiungere Capri centro dal porto possedendo due cagnoline di razza Westy che stanno bene in braccio mio e di mia moglie mi è stato rifiutato il trasporto in taxi come pure in autobus e in funicolare. Faccio presente che una mia malattia mi impedisce di camminare per lunghi tratti e che la gita a Capri è stata una triste esperienza.
Segnalato da: anonimo, settembre 2007

Taxi all'Estero

FRANCIA
I taxi in Francia in genere non accettano animali. Tuttavia, molte compagnie di taxi si sono specializzate ed offrono anche trasporti a passeggeri accompagnati dal loro animale domestico, che sia in una gabbietta o meno.
Alla vostra chiamata, precisate la taglia, la specie del vostro animale domestico e se si trova in un contenitore o no. Avvisate sempre e comunque che avete con voi un animale domestico.
Segnalato da: Dogwelcome

SPAGNA
In Spagna in taxi l'ammissione degli animali è soggetta al parere del proprietario, salvo nel caso di cani per ciechi, che devono essere ammessi al trasporto se viaggiano con il loro proprietario non vedente. E' consigliabile fare una chiamata telefonica per prenotare il taxi ed avvertire della presenza dell'animale.
Segnalato da: Dogwelcome (NdR: siamo impazziti per trovare un taxi che ci accettasse in Costa Brava con un peloso)

 

Pagina online da ottobre 1999 - Aggiornata luglio 2017

Il Sito per Viaggiatori con Quadrupedi al Seguito © 1999-2019
- Ogni riproduzione, anche parziale, è vietata ai sensi dell'art. 3 dir. CE n.9/1996 -

Torna su
Il sito per viaggiatori con Quadrupedi al seguito
Geolocation visitatori Dogwelcome.it
Il sito per viaggiatori con Quadrupedi al seguito

Partners:   logo Booking         logo Prenotazioni24

Gemellaggi: Frida's Friends Onlus - Amici del Goldenretriever.it

Hanno parlato di noi:

www.dogwelcome.it © 1999-2019 - All Rights Reserved -
Il materiale pubblicato NON può essere riprodotto, in qualsiasi formato (pubblicazione sul web, cartacea, o di qualsiasi altro tipo) ai sensi dell' art. 3 dir. CE n.9/1996
Dogwelcome® è un marchio registrato: è quindi vietato l'uso del vocabolo, anche in due parole staccate.