Pet Approved Quality 1st in Italy 1999-2017

Trasporti

 

Viaggiare in aereo con il cane o il gatto
 

Portare il cane o il gatto in aereo? Vediamo insieme quali sono le compagnie aeree che accettano cani e gatti e come fare per volare con gli animali domestici.

Di seguito trovate i regolamenti inerenti le compagnie aeree italiane, le NORME IATA RIGUARDO I TRASPORTINI per i vostri viaggi in aereo con cane e gatto e le recensioni dei viaggiatori con animali al seguito.

Volare con Alitalia - Air Dolomiti - Air Italy - Blue Panorama - Meridiana - MistralAir - Neos - PrimeraAir Jetx - Silver Air
 

In aereo con il cane

Chi vuole viaggiare in aereo con un cane o un gatto, fa sapere Alitalia a una domanda telefonica di Dogwelcome, deve prima prenotarsi perchè i posti sono molto limitati e succede spesso che i passeggeri non riescano a salire. Basti pensare che su un Jumbo 747, uno degli aerei più grandi, possono salire solo un animale domestico in business class e 4 in economica. Al viaggiatore "non umano" viene assegnato un posto in cabina secondo determinate procedure: innanzitutto l'animale deve essere inserito in un contenitore. Quelli piu' grandi dovranno fare il viaggio in compagnia dei bagagli ma, assicurano all'Alitalia, le stive sono pressurizzate ed hanno la stessa aereazione delle cabine. L'animale poi non deve avere un odore sgradevole. Nello stesso contenitore possono essere inseriti più animali, a condizione che siano della stessa razza e non superino le 5 unità. Quanto alle tariffe, per i voli internazionali il costo varia a secondo del Paese tra l' 1 e l' 1,5% del biglietto di classe economica.

Alert icon Se il vostro cane sarà trasportato nella stiva dell'aereo, fatevi assicurare che la stessa sia pressurizzata e climatizzata. Informate anche il personale di bordo riguardo la presenza del vostro animale domestico. Leggete tutta la pagina se avete intenzione di viaggiare in aereo con il vostro cane o gatto. 

Info per volare con il cane Regolamento ufficiale Alitalia:
Il trasporto di animali domestici, come bagaglio registrato o di cabina, è consentito a determinate condizioni ed è sempre soggetto a preventiva prenotazione. L'animale domestico è inoltre considerato al di fuori della normale franchigia bagaglio ed è perciò soggetto al pagamento del supplemento di eccedenza, a tratta. Ti invitiamo inoltre a tenere conto del fatto che in alcune nazioni vigono divieti o limitazioni all'introduzione di talune specie animali.

Trasporto in cabina passeggeri: Di norma, l'animale domestico viene accettato come bagaglio registrato; tuttavia, su richiesta, può essere consentito il trasporto in cabina a specifiche condizioni. Al passeggero con animale domestico in cabina deve essere assegnato un posto specifico compatibilmente con la presenza di altri animali prenotati e con la disponibilità di posti. Sarà il passeggero a fornire il cibo all'animale durante il viaggio e ad accudirlo verificando che sia provvisto di acqua e cibo sufficienti per la durata del volo e che non abbia odore sgradevole. L'animale deve essere tenuto sempre nel contenitore, di dimensioni massime 24 (altezza) x 40 x 20. Se il trasportino è semirigido o morbido, sono tollerati da 2 a 4 cm in più in altezza.
E' necessario inoltre che il contenitore sia tale da consentire all'animale di stare in una posizione naturale, di potersi girare e accucciarsi, sia ben aerato, impermeabile, fatto di materiale talmente robusto che l'animale non possa distruggerlo dall'interno e che l'accesso possa chiudersi bene. Più animali possono essere accettati nello stesso contenitore a condizione che siano della stessa specie, non superino il numero di 5 e il peso totale di 10 kg, comprensivo del cibo e del contenitore stesso (aggiornato al 2016 - siamo passati da 6 a 8, a 10 kg  - nota di Dogwelcome).

Supplemento trasporto Animali in cabina (fino a 10 kg, inclusa gabbia e cibo), tariffe a tratta: [Ultimo aggiornamento, nov. 2016 - tariffe in vigore]

Voli nazionali 40€
Voli europei e da/per Nord Africa 75€
Da/per resto del mondo 200€
Da USA e Messico per il resto del mondo 200€
Dal resto del mondo per USA e Messico 125€
Dal Canada per Europa, est Europa e Giappone 200€
Da Europa, est Europa, Giappone, Cina e Corea per Canada 150€
Da Canada per Medio Oriente 200€
Da Medio Oriente, Nord Africa/Africa occidentale per Canada 170€

Trasporto in stiva: Al contrario se il tuo animale domestico è di grossa taglia, ovvero dagli 11 ai 75 kg, sarà collocato nella stiva (con registrazione come bagaglio al seguito). In questi casi, per garantire la sicurezza dell'animale, in caso di sosta per transito su uno scalo, il passeggero potrà prendersene cura.

Supplemento trasporto Animali in stiva (fino a 75 kg, inclusa gabbia e cibo), tariffe a tratta: le stesse inerenti il trasporto in cabina. 
[Ultimo aggiornamento, nov. 2016 - tariffe in vigore]

E' comunque necessario effettuare una regolare prenotazione per gli animali sia di piccola che di grossa taglia. 
Alitalia mette a disposizione dei passeggeri sprovvisti due tipi di contenitore, per il trasporto in cabina o in stiva, acquistabili presso lo scalo. Nel caso in cui non sia rispettata anche una delle condizioni previste o comunque l'animale arrechi disturbo ai passeggeri, il Comandante titolare del volo ha la facoltà di farlo trasferire in stiva o sbarcarlo al primo scalo.
Ricordare che gli animali di età inferiore ai 3 mesi, quindi non ancora sottoposti al vaccino antirabbia, non possono viaggiare nella maggior parte dei Paesi Europei. In Irlanda non è consentito il trasporto di animali nè a bordo, nè in stiva, nè come merce.

Cani guida: Il trasporto di cani guida per passeggeri non vedenti è gratuito, senza limiti di peso e senza necessità di contenitore. La condizione fisica deve essere comprovata da un certificato medico. I cani, muniti di museruola e guinzaglio, possono essere portati in cabina su tutti gli aeromobili ad eccezione degli ATR 42 e ATR 72 che, per motivi di spazio, ne prevedono la sistemazione in stiva.

Volatili: per prevenire la diffusione dell'influenza aviaria, l’Unione Europea e il Ministero della Salute hanno disposto il divieto assoluto di accettazione di volatili da compagnia originari dei paesi asiatici, di Turchia, Russia, Sud Africa, Romania e di tutti gli stati della penisola balcanica.

Per ulteriori informazioni Tel. 06 65649 dall'estero oppure 892010 (dall'Italia, a pagamento)

Trasporto animali ai fini dell’adozione (riservato alle Associazioni onlus), Alitalia mette a disposizione delle tariffe dedicate su alcuni voli nazionali.
Tariffe a partire da (*): € 69 voli andata e ritorno effettuati in giornata (tariffe al netto del servizio di vendita e soggette a disponibilità)
Il supplemento (fee) relativo al trasposto dell’animale (in cabina o in stiva) per tratta, sarà scontato del 50% (20€)
(*)    La tariffa al momento è valida per i seguenti voli diretti nazionali:
        da Milano Linate e Roma per le seguenti destinazioni: Catania, Palermo, Reggio Calabria, Lamezia Terme, Brindisi e Bari e viceversa.
        I biglietti a tariffa dedicata non potranno essere richiesti per voli effettuati nel periodo 11 luglio – 11 settembre 2016.
Come richiedere le tariffe dedicate:
L’Associazione Onlus dovrà scaricare il modulo di richiesta e, una volta compilato, inviarlo al Contact Center al seguente indirizzo mail Petadoption@alitalia.com, insieme al certificato di adozione, almeno 24 ore prima della prenotazione del volo.
La prenotazione potrà essere effettuata chiamando il nr. 06-65859721 (orari: Lun-Ven dalle 9.00 alle 17.00).
Il Contact Center, una volta verificata la corrispondenza dei requisiti richiesti, emetterà il biglietto a tariffa dedicata con il supplemento per il trasporto dell’animale.
Tutta la documentazione dovrà essere portata durante il viaggio e presentata in caso di richiesta del personale Alitalia allo scalo.

Cani in aereo - Funanà di Sara in aereoporto
Funanà di Sara e Valerio riceve sguardi incuriositi e divertiti all'aereoporto di Orio al Serio

 

ALITALIA E IL CATTIVO COMPORTAMENTO USATO CON CHI HA CON SE' UN ANIMALE:

Commento su viaggio aereo con il cane Lunedì scorso, dopo aver visto Argo per la prima volta (e poi adottato venerdì), gli ho prenotato subito l'aereo per il 4 Agosto (a/r); ieri, per scrupolo ho richiamato per chiedere conferma della disponibilità del trasportino (dal sito Alitalia sembra scontata), a Caselle (Aereoporto di Torino) mi hanno detto che ne avevano solo uno, ma rotto e che non credevano proprio di poterlo procurare per la data necessaria. Gli ho chiesto come mai, a seguito della prenotazione, non lo avessero procurato e mi hanno risposto che se il giorno della partenza c'è bene, se no il cane non parte. Dire che sono rimasta allibita è dir poco, anche perchè è un servizio che mettono a disposizione loro ad un costo di € 34 (secondo me sarebbe meglio l'affitto così eviterebbero questi problemi). Mi sono informata e il trasportino omologato per l'aereo in plastica con le griglie (quello fatto a gabbia di metallo, meno costoso, forse può andar bene, ma fino al giorno della partenza... non si sa), costa € 209: una differenza esorbitante. Ho richiamato facendo presente il prezzo di vendita all'esterno e dicendo che abbiamo scelto Alitalia proprio perchè offre tale servizio, per tutta risposta mi hanno detto "non ce ne frega niente, si arrangi !" Ho intenzione di mandare regolare reclamo, ma confido anche nel vostro aiuto affinchè tali problemi vengano pubblicizzati e abbiano la giusta risonanza, visto che i nostri piccoli amici non viaggiano gratis e molti siti fanno tanta pubblicità contro l'abbandono dei cani o dei gatti, mostrando una facciata di comodo, che probabilmente gli procura prestigio, ma che nella realtà è solo una bolla di sapone.
Grazie ancora per tutto quello che fate !

Lara T. - 30 luglio 2007
[VEDERE ULTERIORI MAIL SU ALITALIA QUI SOTTO ED IN FONDO ALLA PAGINA, nonchè qui]

...Alla fine il marito di Lara è andato direttamente all'aeroporto, dove gli hanno riferito che di trasportini "ne avevano un sacco"... Ma allora, se era così, perchè dobbiamo sempre essere alla mercè della persona che incontriamo al momento ???

Dogwelcome RICHIEDE un codice comportamentale !!! Non è possibile che ci dobbiamo affidare di volta in volta ad un singolo (magari imbecille) che non sa, che ignora, che risponde maleducatamente... I nostri animali oltretutto sono passeggeri PAGANTI !!!

Ci scrive una nostra visitatrice (29 giu 2003):
Commento su viaggio aereo con il cane Dovrei comunicare una spiacevolissima esperienza con Alitalia !! Ho viaggiato sempre con Alitalia e con la mia piccola Alice (5 kg) in cabina, con una gabbietta regolamentare, acquistata da loro. L'ultima volta non mi hanno fatto salire a bordo in quanto avevano cambiato la dimensione delle loro gabbiette (più piccole).
La TV fa tanta pubblicità di portare i propri animali con noi in vacanza - ma è mai possibile che la compagnia di bandiera italiana fa simili scelte !! Non ho mai letto ne sentito nulla di quella loro decisione. A questo punto che si fa ? Si taglia un pezzetto del cane ? Per fortuna ci sono Air One e Lufthansa che non hanno cambiato regolamento.
Con cordiali saluti, Margot Krimbacher

Un feedback positivo, da Monica - marzo 2011
Commento su viaggio aereo con il cane Volo Alitalia – prenotazione telefonica per poter avere la conferma della disponibilità del posto pet in cabina (2 pet al max per tratta).
Costo a/r €100 – Alitalia si è comportata perfettamente sia all’andata che al ritorno.


Una mail del 24 gennaio 2013:
Commento su viaggio aereo con il cane Sono appena tornata da Miami con BJ miniature schnauzer di quasi Kg.10 compreso trasportino. Non vi sembra che 200 euro a tratta siano un po eccessivi, per un cane, visto che il trasportino viene posto sotto il sedile davanti? Ho pagato 400 euro per il cane e 420 per me Milano Malpensa-Miami con Alitalia...
Elena

Un'altra segnalazione sul trasporto aereo (22 gen 2005):
Commento su viaggio aereo con il cane Per Natale dovevo andare a Parigi con Niko il mio bullmastiff (cane tranquillo e pacifico). Credevo di riuscire a viaggiare in aereo ma è stato impossibile: AIR FRANCE non accetta cani 'pericolosi' neanche in stiva con la gabbia (il dogue de Bordeaux però si perchè guarda caso è francese !); abitando vicino a Pisa ho richiesto la possibilità di prenotare o da lì oppure da Firenze con un'altra compagnia aerea. Niente da fare: da questi aeroporti partono solo airbus che non prendono a bordo cani di grossa taglia. Allora ho chiamato Alitalia che mi ha proposto un volo da Malpensa per Parigi su cui il cane poteva volare. Unico problema il costo: 10 euro a Kg. più la gabbia in acciaio: il cane pesa circa 60kg e la gabbia circa 6. Alla fine il prezzo del biglietto aereo per il cane era più costoso del mio e di quello di mio marito messi assieme ! Bella ingiustizia. Morale: siamo andati in macchina, alla faccia di Air France e di Alitalia.
Segnalato da: Maria Rosa e Niko Boy

Ci scrive una nostra visitatrice che ci aveva chiesto come poter affrontare un viaggio dal Guatemala (13 giugno 2006):

Commento su viaggio aereo con il cane Ciao amici di Dogwelcome, scusate se vi scrivo con mooolto ritardo ! Volevo raccontarvi che la mia piccola Dharma (la cagnetta dalmata che avevo in Guatemala) è arrivata sana e salva a destinazione!! E con lei anche la mia gattina di un anno!! Mio marito ha portato la gatta in cabina con lui, e la cagnetta invece ha fatto il viaggio nella stiva. Magari la mia esperienza può essere utile a qualcuno... Abbiamo scelto Iberia e si è rivelata una buona scelta, sono stati gentili e ci hanno aiutato anche nella scelta del transporter di plastica. Come ci avevate consigliato, non le abbiamo messo la ciotola con l'acqua, bensì un distributore di quelli per i conigli, e un po' di crocchette. Il veterinario ci ha consigliato di sedarla, quindi abbiamo usato delle gocce che danno solo una lieve anestesia, che è durata cinque ore. Le altre 4 ore d viaggio non sappiamo se Dharma abbia abbaiato e sofferto, comunque quando l'abbiamo rivista in aeroporto stava benissimo, era felice di rivederci e molto ma molto vivace. Si è adattata all'Italia in pochi giorni (come noi umani ha sofferto per due-tre giorni del fuso orario) e adesso è felice con la sua amica Macchia, l'altra nostra dalmata che ha 4 anni. Vi manderò presto una loro foto... Comunque grazie ancora per le vostre informazioni e il vostro aiuto !!!
Inviato da: Imelde G.

Ma di nulla, siamo qui per questo ;o) Siamo felici che la famiglia pelosa si sia riunita !!!

Riceviamo il 26 agosto 2006 un'altra mail a tema aereo che vale la pena di pubblicare:

Commento su viaggio aereo con il cane Ciao, sono Chiara e volevo raccontarvi la mia esperienza in aereo con Teo, il mio amatissimo chow-chow di sette anni. Quest’anno ho deciso di andare in Sardegna in aereo, il problema era: “Teo soffrirà nella stiva? Come farò?”. Dopo aver consultato il veterinario e tutte le informazioni possibili, sono andata a comprare la gabbia (dire che costa tanto è poco…), ho fatto la prenotazione e il giorno fatidico sono andata in aeroporto. Arrivati a Linate gli ho dato un medicinale veterinario perché il mio tatino stesse un po’ più tranquillo, trascurando il fatto che tra me e lui la più agitata ero io… Un’ora prima dell’imbarco, l’ho portato all’uscita da dove me l’avrebbero imbarcato, non vi dico la fatica che ho fatto per farlo entrare in gabbia e la pena che mi faceva da là dentro. Non voleva più bere, non riusciva a stare bene in piedi a causa del sedativo… ho cominciato a sudare freddo ! Il viaggio per me è stata un’angoscia: un’ora e 15 minuti di terrore, ricordando quel povero cane morto pochi giorni prima su un volo Airone. A Cagliari Teo è arrivato sano e salvo, solo ancora molto stordito dal sedativo. Volevo fare pubblicità positiva alla compagnia aerea Meridiana che ha lasciato davvero poco tempo Teo nella stiva prima che l’aereo partisse, gli orari sono stati rispettati e Teo adesso è qua vicino a me dopo due viaggi in aereo. State tranquilli e portate pure i vostri amici quattro zampe in aereo, l’unico consiglio che vi dò è quello di sedarli e di portarli all’uscita prevista per il loro imbarco il più tardi possibile (un’ora prima è il limite).
Mail di: Chiara, con Teo


Alert icon Va fatta attenzione ai sedativi: alcuni sono decisamente sconsigliati in alta quota (diminuzione della frequenza cardiaca, il sangue circola meno, la temperatura corporea si abbassa, e per alcuni cani tutto ciò può significare un guaio grosso grosso). Alcune compagnie estere non imbarcano un animale se sedato.
E' necessario fare come Imelde e Chiara, ovvero non prendere iniziative autonomamente ma andare SEMPRE da un veterinario prima di partire, e spiegargli che vi serve un sedativo per il viaggio del cane in stiva in aereo. Chiedete sempre anche alla compagnia aerea se accettano cani sedati.
[Noi di Dogwelcome]

zampine

Quella del volo (soprattutto in stiva)
può non essere una bella esperienza per i nostri amici pelosi.

Può capitare anche questo... :o(

«Billy, rinchiuso da una hostess dell'aereo per la Germania, è deceduto per una crisi di nervi» - 25 mag 2008

Berlino. Uno Yorkshire terrier è stato chiuso nella valigia del pilota durante un volo dall'Italia alla Germania ed è morto per una crisi di nervi: la triste storia di Billy, un cagnolino di una signora siciliana, ha conquistato ieri quasi un'intera pagina del tabloid popolare tedesco "Bild", che gli ha dedicato una fotografia a quattro colonne.
Billy aveva due anni e la "Bild" ieri ha pubblicato, insieme alla sua foto, anche quella di Maria Seria - questo il nome della signora -, mentre si asciuga le lacrime con un fazzoletto, ancora con gli occhi rossi. La Seria era partita dall'aeroporto di Catania il 16 aprile scorso diretta in Germania, un viaggio che faceva spesso con il suo cagnolino per andare a trovare il figlio Maurizio di 36 anni che vive a Hoechstadt/Aisch, una cittadina della Baviera a circa 50 chilometri a Nord di Norimberga. E proprio Maurizio ha raccontato alla "Bild" l'esperienza della mamma. «Venerdì scorso mia madre è partita da Catania - ha detto -. Come sempre, Billy si trovava nella sua speciale borsetta, che prima di allora non aveva mai causato alcun problema a bordo». Tuttavia, questa volta un'assistente di volo si è rifiutata di far salire a bordo il cagnolino. La signora è riuscita a convincerla soltanto quando le ha promesso che avrebbe tenuto Billy chiuso nella sua borsetta per tutta la durata del viaggio, ha proseguito il figlio. Ma all'improvviso la cerniera lampo della borsetta ha ceduto e l'incubo è cominciato. «L'assistente di volo a questo punto si è arrabbiata - ha raccontato al tabloid tedesco il 36enne Maurizio Seria - è andata allora nella cabina di pilotaggio, ha preso la valigia di un pilota, ha messo dentro quella valigia il povero Billy ed ha chiuso entrambe le serrature». Durante il viaggio, la signora poteva sentire il suo cane che si dimenava nella valigia, ma non ha avuto il coraggio di protestare fino a quando era ormai troppo tardi: «Soltanto quando la disperazione per il povero Billy ha preso il sopravvento - ha concluso il figlio della signora Maria -, mia madre ha chiesto con insistenza che la valigia fosse aperta, ma Billy ormai era già mezzo morto e due giorni dopo è deceduto per gravi danni al sistema nervoso».
Carlo Bollino - "La Sicilia"

APPROFONDIMENTI: ns sezioni "I nostri animali NON sono bagagli !!!" - "Cronache nere di viaggio"

Un'altra mail, stavolta positiva:
Commento su viaggio aereo con il cane Io ho volato con un Venezia-Brindisi ed il costo è di 25euro a tratta... Sono stati molto gentili tutti.
Segnalato da: Paola, agosto 2009

zampine
 

Air One Info su viaggi in aereo con il cane  - NON PIU' ATTIVA
Dal 13 gennaio 2009 se viaggi su un aeromobile Air One il trasportino deve avere le seguenti dimensioni:
- 46 cm di lunghezza, 25 cm di larghezza, 31 cm di altezza
Il trasportino deve consentirgli di stare in posizione comoda, di potersi girare e accucciarsi; dev’essere ben aerato, impermeabile e robusto - il trasportino può trasportare fino a 5 animali della stessa specie, a condizione che il peso totale (compreso il cibo e il trasportino stesso) non superi gli 8kg - se non disponi di un tuo contenitore, ti invitiamo ad informarti con qualche giorno di anticipo circa la disponibilità degli stessi presso lo scalo di partenza; presso gli scali serviti puoi acquistare uno dei 2 modelli messi a disposizione da Alitalia, uno per il trasporto in cabina, l’altro per il trasporto nella stiva - nel caso in cui non siano rispettate le suddette condizioni oppure se l'animale arreca disturbo ai passeggeri, il Comandante titolare del volo può farlo trasferire nella stiva
Poiché il servizio non è disponibile su tutti gli aeromobili e le dimensioni massime imbarcabili variano a seconda dell'aeromobile utilizzato, è importante informarsi in anticipo contattando il Numero Unico 06 2222.
Aggiornato estate 2009

Riceviamo (luglio 2007) e pubblichiamo:
Commento su viaggio aereo con il cane Gent. mi amici di Dogwelcome, mi chiamo Aida Mannarino e sono proprietaria di una bellissima cagnetta di nome Lilli. Vi scrivo per farvi una segnalazione poco simpatica. Circa due mesi fa sono andata in un'agenzia vicino casa per prenotare il biglietto aereo per Reggio Calabria, dove passo di solito le mie vacanze. Ho specificato di avere un cane e che volevo portarlo con me, a patto che viaggiasse in cabina e non in stiva, altrimenti avrei preso il treno. La Sig. na dell'agenzia mi ha fatto prendere le misure del trasportino, il peso del cane e ha telefonato all'AirOne per chiedere conferme per Lilli.
Dopo un giorno mi è arrivata la risposta affermativa: Lilli avrebbe viaggiato con me in cabina. Ho fatto, quindi, il biglietto e il 25 giugno mi sono recata a Linate per prendere l'aereo. Al check-in mi hanno fatto delle storie, dicendo che non potevo portare il cane con me, ma dovevo metterlo in stiva, oppure dovevo lasciarlo lì, o non sarei potuta partire nè io, nè il cane. Mi sono infuriata per il comportamento, perchè non mi sembrava giusto di essere trattata a quel modo dopo aver pagato un biglietto (lo sappiamo tutti che il biglietto aereo non è mai un regalo) e, dopo gli accordi presi con l'agenzia.

Dopo due ore di litigi non c'è stato nulla da fare, mi hanno fatto pagare 30 euro e Lilli ha dovuto viaggiare in stiva. Stesso procedimento all'aeroporto di Reggio Calabria per il ritorno, il 1 luglio. Mi hanno fatto pagare 20 euro (non capisco questa differenza) e Lilli di nuovo in stiva, nonostante il litigio e la solidarietà degli altri passeggeri. Addirittura, al mio arrivo a Linate, ho chiesto di poter prendere il mio cane e mi è stato risposto che prima devono uscire i bagagli e poi il cane, se opponevo resistenza avrebbero chiamato la polizia.
Vi lascio immaginare il mio stato d'animo e che viaggio infernale ho vissuto, persino con le lacrime, ma loro si sono dimostrati di una disumanità incredibile. Una donna che viaggiava con me mi ha consigliato di scrivervi e di segnalare a voi quello che mi è successo. Naturalmente io non viaggerò mai più in aereo, soprattutto con la compagnia AirOne.
La mia Lilli è una cagnetta di piccola taglia, dolcissima, ed è stata trattata come la peggiore delle bestie.

Viaggio aereo con il cane

Spero che questa mia mail possa esservi utile per far luce sui trattamenti che subiscono i nostri amici in viaggio, e per evitare ad altri l'angoscia che ho subìto io. Vi ringrazio di cuore.
Aida Mannarino - 10 luglio 2007


Una vera vergogna !!! Ecco come alcuni addetti delle compagnie aeree facilitano la vita di chi ha al seguito un animale domestico, alla faccia delle campagne contro gli abbandoni ! [noi di Dogwelcome]

Un'altra esperienza con Air One, stavolta positiva (meno male !!!):
Commento su viaggio aereo con il cane Ciao Dogwelcome! Mi chiamo Sara, e assieme a Mir e al mio compagno, siamo andati ad Avola da Roma. La masseria l'abbiamo scovata grazie al vostro sito! Volevo raccontarvi dell'aereo e per una volta spezzare una lancia in favore di AirOne. Premetto che prenotazioni e biglietti li avevamo fatti già da marzo. Mir pesa 32kg, la gabbia altri 10. Come da accordi ci siamo presentati due ore prima della partenza, abbiamo fatto il check in dei bagagli e ci hanno dato l'adesivo per la gabbia di Mir, dicendo "è meglio se tornate una mezz'ora prima dell'imbarco, per il cane, così resta ancora un po' con voi". E così abbiamo fatto, gironzolando per l'aeroporto. Al momento di consegnare Mir, hanno fatto passare la gabbia senza cane sotto ai raggi x, e poi mi hanno lasciato con calma far entrare Mir nella sua "cuccia". Arrivati a Catania, arriva Mir quasi in contemporanea con noi, a quello che chiamo checkout.. insomma, vicino ai nastri dei bagagli (non sopra, ovviamente! hihi). Il che significa che il cane non è rimasto dentro la stiva più del necessario, come temevamo inizialmente. Il ritorno: Mir imbarcata sempre mezz'ora prima. Arrivati a Fiumicino, mentre l'autobus ci porta in aeroporto, vediamo la gabbia di Mir già a terra e sistemata all'ombra. Poco dopo arriva il furgoncino per il trasporto disabili, sul quale viene caricata la gabbia per tornare da noi. Insomma, ero partita terrorizzata ma dopo questa esperienza ho cambiato idea. tutto sommato, anche se non è l'ideale far viaggiare in stiva il cane, non è stata maltrattata.
Mir, Sara, Paolo - 12 maggio 2008

URGE UN PROTOCOLLO COMPORTAMENTALE PER GLI ADDETTI CHE HANNO A CHE FARE CON I NOSTRI ANIMALI !!!
NON POSSIAMO CERTO SPERARE CHE CHI E' PRESENTE QUEL GIORNO SIA SENSIBILE NEI CONFRONTI DEI NOSTRI BAU, E AFFIDARCI QUINDI ALLA SORTE !!!

zampine

COMPAGNIE AEREE ATTIVE IN ITALIA
REGOLAMENTI PER VIAGGIARE CON CANE E GATTO IN AEREO: 

Air Dolomiti Info per viaggio aereo con il cane E' consentito il viaggio di animali di piccola taglia, sino a 8 kg (compreso trasportino) in cabina, in classe Economy e Business. Le misure del trasportino devono esse al massino di 55x40x23 cm. Il trasportino dev'essere impermeabile ed a prova di morso. L'animale contenuto deve potersi alzare e sdraiare agevolmente ed il trasportino dev'essere collocato sotto al sedile di fronte al passeggero. Costo a tratta: 50,00 €, acquisto del biglietto solo tramite prenotazione telefonica.  
Cani in stiva: in kennel con le misure max 100x65x70 (lunghezza, larghezza, altezza), con un costo di 200,00 € - in kennel con misure max 80x55x55 la tariffa è di 100,00 €. La prenotazione va fatta con almeno 48 ore di anticipo. Il trasportino dev'essere foderato in modo da non causare fuoriuscite di liquidi e devono essere provvisti di fori di aerazione. Il guinzaglio va legato o fissato sul kennel, non va lasciato all'interno dello stesso. 
Possono essere fissate ciotole all'interno del kennel, ma devono essere di materiale atossico e devono essere vuote. L'interno del kennel non deve presentare spigoli ed in nessun caso fili di ferro o altri materiale appuntiti o che possano ferire l'animale. Le eventuali ruote devono essere rimosse. Gli esemplari delle razze considerate pericolose devono viaggiare in gabbie speciali: consultate perciò la compagnia con largo anticipo. 
Lista delle razze di cui sopra: American Pitbull, American Staffordshire, Staffordshire Bullterrier, Bullterrier (non i mini), American Bulldog, Dogo Argentino, Karabash (Kangal), Pastore del Caucaso, Rottweiler.

Cani guida: ammessi in cabina, con guinzaglio e museruola. 

Torna al menu

Air Italy Info per viaggio aereo con il cane Ammessi gli animali domestici con prenotazione confermata, accompagnati da un passeggero prenotato. Ad ogni passeggero è consentito trasportare un solo animale, in cabina e/o nel vano da carico. 
Gli animali possono essere trasportati solo in conformità ai requisiti posti dalla IATA Live Animals Regulations: l´animale deve essere in grado di assumere la posizione eretta senza che la testa o le orecchie tocchino il soffitto della gabbia, deve avere la possibilità di muoversi e di mantenere la sua posizione naturale, deve avere a disposizione acqua, cibo, una gabbia stabile e pulita, dotata di un fondo impermeabile materiale assorbente. Se la gabbia non è conforme alle norme al momento del check-in, il trasporto dell´animale può essere negato. 
Non possono essere trasportati animali malati o feriti, non ancora svezzati, che possano partorire durante il viaggio o che abbiano partorito 48 ore prima. Gli animali sedati devono essere in grado di reagire se sollecitati. Si possono trasportare cani e gatti fino a 8kg, incluso il peso della gabbia che deve essere permeabile all´aria e impermeabile all´acqua e non deve superare le misure del bagaglio a mano consentito. L´animale non deve essere in grado di affacciarsi dalla gabbia dove deve restare per tutta la durata del viaggio. La gabbia deve poter essere sistemata sotto il sedile del passeggero. 
Sono esclusi dal trasporto alcune razze di animali da combattimento: Pitbull-Terrier, American Pitbull, Am. Staffordshire Terrier, Staffordshire Bullterrier, Bullterrier, Am. Bulldog, Dogo Argentino, Fila Brasileiro, Kangal (Karabash), Kaukasian Owtscharka, Mastiff, Mastino Napoletano. 

In cabina, ogni passeggero può trasportare un cane o un gatto fino a 8 kg, incluso il peso della gabbia, quando il numero massimo di animali consentito da Air Italy non sia stato superato. la prenotazione dev'essere effettuata tempestivamente (almeno 24 ore prima del volo) attraverso il Centro Prenotazioni al numero 800.500.093. Il numero degli animali trasportabili è limitato nell´interesse di tutti i passeggeri. L´animale deve essere sistemato sul pavimento, in una gabbia permeabile all´aria e impermeabile all´acqua, che possa essere chiusa e che non superi le misure del bagaglio a mano (55 x 40 x 20 cm). In cabina non possono viaggiare: uccelli, conigli, criceti o porcellini d´India. Questi animali sono alloggiati in un contenitore da trasporto antievasione omologato, nel settore da viaggio per animali. Il relativo costo è pari a 40,00€ per tratta.
In stiva, il trasporto va effettuato con kennel 
permeabili all´aria, impermeabili all´acqua e antievasione. Consigliamo di acquistare tali contenitori alcuni giorni prima della partenza cosicché l´animale possa adattarsi al nuovo ambiente. Per il trasporto in stiva sono necessarie informazioni sul peso dell´animale inclusa la gabbia e le misure esatte di questa. Per il trasporto di cani è altresí necessario indicare la razza. Il costo è pari a 75,00 € per tratta fino a kg 20 gabbia inclusa; 125,00 € per tratta oltre a kg 20 gabbia inclusa. 

Commento su viaggio aereo con il cane In aereo dell'Air Italy verso Capo Verde il cane ha volato in cabina con me nella sua gabbietta (pesa meno di 8 kg) e tutte le hostess venivano e chiedevano se avevamo bisogno di qualcosa...
Commento di: Dayana con il bassotto Ettore - febbraio 2009

Torna al menu

Blue Panorama Info per viaggio aereo con il cane Al momento dell’ acquisto del biglietto, è indispensabile comunicare alla Compagnia che si intende far viaggiare il proprio animale domestico, dichiarandone il peso: fino a 10 Kg comprensivi di gabbia. L’animale può essere accettato a bordo, oltre i 10 kg viaggerà in stiva e la tariffa è di 15 euro al kg. E’ obbligatoria una gabbia di adeguate dimensioni e con fondo impermeabile. Da non dimenticare il libretto sanitario dell'animale, accertante la sua buona salute e le vaccinazioni effettuate. A secondo della destinazione, potrebbe essere imposto un periodo di quarantena. - aggiornato a luglio 2008

Torna al menu

Meridiana Info per viaggio aereo con il cane Il trasporto in cabina di animali domestici (cani e gatti esclusivamente) di piccole dimensioni come bagaglio al seguito, è consentito solo a condizione che il passeggero sia in possesso di tutta la documentazione sanitaria prevista dalla vigente legislazione. L’animale deve essere posto a cura del passeggero in un contenitore rigido, resistente e sicuro con fondo assolutamente impermeabile e provvisto di un’apertura per una sufficiente aerazione; i contenitori imbarcati in cabina non devono eccedere le seguenti dimensioni: cm 48x33x29.
L’animale, il contenitore e l’eventuale cibo, in cabina, non devono superare il peso complessivo di 10 Kg; inoltre, l’animale non deve emanare odore sgradevole e deve rimanere esclusivamente nel contenitore. È comunque facoltà del Comandante provvedere al trasferimento dell’animale nella stiva qualora l’animale arrechi fastidio agli altri passeggeri. In ottemperanza a quanto previsto dagli standard di Compagnia, sul medesimo volo possono essere imbarcati in cabina al massimo due contenitori e non più di uno per passeggero.
Il servizio di trasporto animali in stiva è disponibile sui voli operati con aeromobili MD80 - MD82 e A330. La richiesta deve essere effettuata al momento della prenotazione dei voli ed è soggetta a conferma da parte della Compagnia (è infatti ammesso l’imbarco di non più di quattro contenitori in stiva). Nello sfortunato evento che l’aeromobile non sia abilitato al trasporto dell’animale in stiva, e pertanto nel caso di mancata riconferma da parte del call center a 12 ore dalla partenza, al passeggero proprietario spetta il solo rimborso integrale del biglietto non utilizzato e del costo del trasporto dell’animale in stiva non effettuato.
Per consultare il costo di bagagli speciali quali animali in stiva o in cabina, per voli nazionali ed internazionali, nei vari canali di vendita (sito web, call center, agenzie di viaggio o in aeroporto), cliccare su questo link:
Prezzi bagagli speciali
Nota: Gli acquisti effettuati online (sito web, call center) e tramite Agenti di viaggio sono ad un prezzo scontato rispetto alla vendita in aeroporto, non sono rimborsabili, ma in caso di cambio volo si potrà utilizzare l’eccedenza già pagata ricontattando il canale di vendita utilizzato in fase di acquisto. - aggiornato a giugno 2010

Commento su viaggio aereo con il cane Ho un piccolissimo chihuahua che pesa 2,4 kg, è buonissimo è dolcissimo, ho una casa in Sardegna dove passo le vacanze a spot quando ho tempo... Ebbene quest'anno ho prenotato l'aereo con la compagnia aerea MERIDIANA  tratta Venezia/Olbia i primi di giugno per partire a fine luglio... La prenotazione di noi umani l'hanno recepita subito, per il mio piccolo cagnetto ho dovuto stare le ore attaccata al loro numero per le informazioni a pagamento per sapere se potevo portarlo in cabina, ho scritto anche delle mail ma nessuno si è degnato di risolvermi il problema... Poi finalmente dopo un mese sono riuscita a parlare con un operatore il quale mi ha detto che c'era posto nel viaggio di andata ma non in quello di ritorno. Allora io ho chiesto se c'era almeno posto in stiva e l'operatore mi risponde di sì che c'era, ma non rispondiamo per la salute del suo cane perchè è molto piccolo !!! Ma vi rendete conto ? Mi sono arrabbiata tantissimo allora gli ho chiesto che limite numerico c'era in cabina e lui mi risponde n.2 cani !!! Ma è una follia! Poi fanno 50 milioni di campagne contro l'abbandono degli animali !!! Che facciamo anche delle campagne contro i mezzi di trasporto e le strutture alberghere che non ci permettono di viaggiare con i nostri animali !!! Morale achille (così si chiama il mio tesoro) l'ho lasciato da una amica che ha altri cani... Poi ho effettuato il mio viaggio e quando stavo aspettando di imbarcarmi per il ritorno ho voluto salire per ultima per vedere se effettivamente non c'era posto in cabina... Sorpresa delle sorprese alla fine c'era un cane solo in cabina: il secondo mancava !!! Mi sono arrabbiata tantissimo... Disonesti !!! Compagnia Meridiana posso proprio dirvi vergognatevi !!! Scusate lo sfogo e grazie per la pubblicazione - ciao a tutti
Alessandra - agosto 2010

Torna al menu

MistralAir di Poste Italiane Info per viaggio aereo con il cane Previo pagamento di un supplemento, è consentito esclusivamente il trasporto in cabina di animali di taglia piccola.
Devono essere posti in un apposito contenitore "trasportino”, per un peso complessivo tra gabbia, animale e eventuale cibo per lo stesso, non superiore a 10 kg. Il trasporto animali dovrà essere richiesto dal Passeggero all’atto dell'acquisto del biglietto. 
Il trasportino dovrà avere fondo impermeabile ed essere dotato di fori per l’aerazione e potrà avere una dimensione massima di cm 48 x 33 x 29.
Qualora, a giudizio esclusivo del personale di terra o di volo, il contenitore non risulti adeguato o sicuro, l’animale non verrà accettato a bordo dell’aeromobile. 
I recipienti contenenti il cibo e/o le bevande destinate all'animale dovranno essere richiudibili per evitare la fuoriuscita accidentale del loro contenuto. Durante il viaggio, il trasportino dovrà deve essere collocato a terra, ai piedi o sotto la poltrona del passeggero. Il trasportino non potrà in alcun caso essere collocato su poltrone eventualmente non occupate, né sulle gambe del Passeggero. Non sono ammessi a bordo animali che, a insindacabile giudizio del personale di bordo, possano arrecare, per le loro peculiari caratteristiche (cattivo odore, stato sanitario, igiene o comportamento violento), fastidio ai Passeggeri.
L'animale, dall’inizio delle operazioni di imbarco fino al termine delle operazioni di sbarco dell’aereo dovrà sempre essere custodito all’interno del trasportino. In ogni trasportino potrà viaggiare soltanto un animale, fatta eccezione per uccelli ed altri animali di piccola taglia per cui è ammessa la presenza di un numero massimo di 3 animali della stessa specie per gabbia, nel rispetto del limite di peso di 10 kg.
Il Passeggero deve assicurarsi che la normativa del paese di destinazione permetta di trasportare l’animale, che quest'ultimo sia in regola con le previste misure igieniche, e che egli disponga della documentazione necessaria per il possesso e per il trasporto dell'animale stesso. Il Passeggero sarà responsabile di eventuali danni (quali multe imposte dal paese di destinazione del volo, ecc.) causati al Vettore per il trasporto di animali senza idonea documentazione. L’equipaggio si riserva il diritto di far cambiare posto ai Passeggeri con animali al seguito, qualora ciò sia necessario per il rispetto delle norme di sicurezza. In ogni caso, ciascun Passeggero potrà portare con se al massimo un trasportino, per un totale complessivo di non più di due trasportini sul medesimo volo.

Per verificare la disponibilità di spazio a bordo dell’aeromobile, e reperire congrue informazioni sulla trasportabilità dell'animale, è vivamente consigliato di inviare un e-mail a mistralpreflight@posteitaliane.it almeno 5 giorni lavorativi prima del volo. Il trasporto dell’animale è soggetto a un costo di 30,00 Euro per tratta, pagabile al momento del check-in. Qualora non sia rispettata anche solo una delle indicazioni di cui ai paragrafi che precedono, il Vettore non sarà tenuto all'imbarco dell'animale.
Il Vettore non consente il trasporto di animali in stiva - aggiornato ad agosto 2016

Torna al menu

Neos Info per viaggio aereo con il cane  Il trasporto degli animali domestici da compagnia è soggetto ad alcune condizioni basilari, oltre che al fondamentale rispetto delle norme di legge per la protezione degli animali e le disposizioni per l’importazione e l’esportazione dei paesi interessati. Per animali da compagnia si intendono solo ed esclusivamente cani, gatti e furetti. Tutte le altre specie, quali animali selvatici, rettili e roditori sono trasportabili solo via cargo.
Requisiti necessari: E’ consentito il trasporto di animali in cabina o nella stiva dell’aeromobile, a seconda del loro peso e delle loro dimensioni. Se il peso dell’animale (inclusa la gabbia o portantino) non supera i 10 Kg, il trasporto è autorizzato in cabina (ad es. gatti o cani di piccola taglia), mentre se il peso dell'animale (inclusa la gabbia o portantino) è superiore ai 10 Kg il trasporto è autorizzato nella stiva dell’aeromobile (pressurizzata e ventilata). In entrambi i casi il trasporto è soggetto alle seguenti condizioni:
-  la gabbia per il trasporto in cabina può essere rigida o morbida, purchè omologata, con fondo impermeabile, ben areata, non apribile dall’interno e di dimensioni adeguate a garantire il comfort all’animale (misure massime consentite a norma IATA: 48cmx35cmx29cm)
la gabbia per il trasporto in stiva deve essere di tipo rigido, con fondo impermeabile, ben areata, non apribile dall’interno e di dimensioni adeguate a garantire il comfort dell’animale (misure massime consentite al caricamento attraverso l’apertura della stiva dell’aeromobile 100cmx85cmx75cm).
è obbligatorio esibire all'atto del check-in il libretto sanitario dell’animale, informandosi preventivamente su quali certificati veterinari ed eventuali vaccinazioni siano necessarie per la destinazione del proprio viaggio; inoltre su disposizione dell’Unione Europea, cani, gatti, e furetti, devono avere il passaporto sanitario per poter circolare all’interno dei Paesi U.E. Tale documento deve riportare i dati anagrafici dell’animale, la fotografia e tutte le informazioni dettagliate sui requisiti di certificazione in materia di vaccinazione antirabbica e su altre eventuali informazioni.

L’imbarco degli animali è soggetto a pagamento (vedi tariffario). Poiché su ogni volo è consentito imbarcare un massimo di 2 animali in cabina e un massimo di 2 animali in stiva, si consiglia una tempestiva segnalazione alla propria agenzia viaggi o all’indirizzo linea@neosair.it
ATTENZIONE! Il pagamento si effettua direttamente al check-in in aeroporto.
Imbarco cani guida: I cani da guida per passeggeri non vedenti e non udenti al seguito degli stessi vengono trasportati gratuitamente e sono ammessi in cabina nel numero di uno per volo e sempre muniti di museruola. E’ necessario comunicare la necessità di imbarco di tale tipologia di cani con anticipo, presso la propria agenzia o all’indirizzo linea@neosair.it nel caso di acquisto diretto.
Trasporto animali in Kenya: Il trasporto di cani e gatti a seguito del passeggero verso il Kenya è subordinato ai seguenti requisiti:
- Certificato veterinario di buona salute dell’animale;
- Certificato di vaccinazione antirabbica rilasciato nel Paese di origine almeno un mese e non più di un anno prima dall’ingresso in Kenya;
- Permesso di importazione rilasciato dall’Ambasciata del Kenya in Italia (valido – per un solo viaggio e fino a 30 giorni dalla data di emissione)
Per altri animali è richiesto solo un certificato di buona salute.

Trasporto animali negli Emirati Arabi Uniti UAE: La normativa locale vieta l’ingresso di animali al seguito del passeggero negli UAE. Pertanto eventuali richieste di tal genere non potranno essere confermate - aggiornato ad agosto 2016

Torna al menu

Primera Air - Jetx Info per viaggio aereo con il cane Il passeggero non deve portare animali o bestiame di nessun tipo a bordo dell'aereo tranne che nei casi riportati qui di seguito e previo precedente accordo con noi. Cani guida che accompagnano Passeggeri non vedenti o non udenti o fisicamente disabili saranno trasportati insieme a contenitore e cibo gratuitamente congiuntamente alla normale Franchigia Bagaglio Gratuita sempre secondo i nostri Termini e Condizioni di Trasporto. I passeggeri saranno interamente responsabili per ferite, smarrimento, malattia o morte degli animali accettati per il trasporto. Allo stesso modo sarà sola responsabilità dei passeggeri se, a seconda dello stato dello stopover o della destinazione, agli animali verrà rifiutato l'accesso nel territorio.
www.jetx.it

Torna al menu

Silver Air Info per viaggio aereo con il cane linee Lugano/Milano - Isola d'Elba
Regolamento: E’ consentito il trasporto di un animale in cabina, contattando preventivamente il call center (895.895.0881). Il costo del servizio è di € 30 per tratta che andrà pagata contestualmente alla prenotazione.
L’animale dovrà essere nell’apposito contenitore che non dovrà misurare oltre cm. 50 di lunghezza, 40 di larghezza e cm. 20 di altezza e comunque le misure sommate non dovranno superare i cm 110. Il peso massimo dell’animale, incluso il contenitore, non dovrà superare i kg. 20. Vi ricordiamo che l’aeromobile non è pressurizzato.

zampine
 

IL GAZZETTINO - 27 MARZO 2009 Aereo vietato a una coppia di sardi: il loro coniglio non può imbarcarsi 
Paolo Caboni Cagliari - Decidono di prenotare un volo della compagnia Meridiana da Cagliari per Venezia, ma l’imbarco viene negato loro perchè volevano portarsi dietro un coniglio. E' successo nei giorni scorsi a Mario Pau, di 65 anni, e sua moglie Liberata Corona, di 62, entrambi pensionati. Purtroppo per loro, quando un loro figlio che vive a Vittorio Veneto ha chiamato il call center della compagnia e ha spiegato che i suoi genitori desideravano portare in aereo anche il loro affezionatissimo "Gigi", un coniglio di compagnia, si è sentito rispondere che questo... passeggero non era possibile imbarcarlo, in quanto la compagnia accetta cani e gatti, ma non conigli. Da qui la decisione di rimandare la partenza. Impossibile trovare posto con altre compagnie."Dobbiamo per forza raggiungere Vittorio Veneto perché mia moglie, che soffre di depressione deve sottoporsi a una visita specialistica da uno specialista di quella città" afferma Mario Pau "ma mi sembra assurdo che non possiamo portare con noi Gigi, che è il nostro amico più fidato e di cui mia moglie non può fare a meno".Il signor Pau ha anche contattato la responsabile delle relazioni esterne di Meridiana, Loredana De Filippo, che ha comunque aperto loro un filo di speranza."Purtroppo" dice la De Filippo "il nostro manuale operativo di volo non prevede si possano portare a bordo i conigli, se non accompagnati da un certificato di un veterinario. In tutti i casi se il comandante riterrà opportuno fare una deroga, allora potremo imbarcare anche quell’animale". Ma Mario Pau, che ha due figli a Vittorio Veneto e uno a Spresiano e ha già fatto il viaggio un paio di volte con il suo fidato coniglio volando con la compagnia padovana Alpi Eagles, ha deciso di non arrendersi."Dobbiamo per forza raggiungere Venezia" dichiara ancora "e non possiamo farlo senza Gigi. Abbiamo prenotato un volo con Ryan Air per il primo aprile, ma anche in questo caso non si possono imbarcare animali. Attendiamo ora che la stessa Meridiana capisca il nostro caso e ci dia una mano. Altrimenti sarò costretto a raggiungere Venezia comunque in aereo e chiedere a qualche nostro conoscente che porti Gigi con lui in nave per raggiungere il continente".

zampine

Invia feedback su viaggio aereo con il cane Condividi con la Community di Dogwelcome le tue esperienze: invia il tuo feedback inerente un viaggio aereo con il tuo cane o gatto

Buon viaggio

Pagina online da ottobre 1999 - Aggiornata 2016

Il Sito per Viaggiatori con Quadrupedi al Seguito © 1999-2019
- Ogni riproduzione, anche parziale, è vietata ai sensi dell'art. 3 dir. CE n.9/1996 -

Torna su
Il sito per viaggiatori con Quadrupedi al seguito
Geolocation visitatori Dogwelcome.it
Il sito per viaggiatori con Quadrupedi al seguito

Partners:   logo Booking         logo Prenotazioni24

Gemellaggi: Frida's Friends Onlus - Amici del Goldenretriever.it

Hanno parlato di noi:

www.dogwelcome.it © 1999-2019 - All Rights Reserved -
Il materiale pubblicato NON può essere riprodotto, in qualsiasi formato (pubblicazione sul web, cartacea, o di qualsiasi altro tipo) ai sensi dell' art. 3 dir. CE n.9/1996
Dogwelcome® è un marchio registrato: è quindi vietato l'uso del vocabolo, anche in due parole staccate.