Pet Approved Quality 1st in Italy 1999-2018
Vacanze con cane e gatto all'estero: Hotel, agriturismo, B&B, case vacanza, campeggi, spiagge per cani e molto altro

Vacanze con cane e gatto: recensioni inerenti le destinazioni
Austria

Austria, Svizzera

Salve, ho appena saputo del vostro sito e l'ho visitato con grande piacere, leggendo anche i commenti.
Io ho un cane (o è il cane che ha me?) di taglia medio-grande (passa dai 34 ai 36 kg a seconda), incrocio tra boxer a bullmastiff, devo ammettere un po' aggressivo con gli altri cani (maschi come lui). Ora il mio cane ha 4 anni, l'ho preso da un mio amico che ha sua mamma quando aveva 50 gg, e già nel 2005 siamo andati a farci un giro insieme in Austria: non vi dico la gioia, sua, ma sopratutto mia. Non ho avuto alcun problema da nessuna parte!! Addirittura a Salisburgo, non avevamo prenotato e non sapevo che c'era il Festival (in Agosto!!!), e l'unico albergo libero era un 5 stelle: quando ho chiesto se il cane era un problema mi hanno guardato, quasi non capendo la mia domanda :-). Come altri commentatori, posso anche io confermare la presenza di ciotole d'acqua e se necessario anche di mangiare. Devo dire è stato un piacere. L'anno successivo siamo andati in Francia (sempre x un mese). Anche lì devo dire non ho riscontrato alcun problema, ma ad essere onesti l'accoglienza non è uguale a quella austriaca. Lì i cani entrano gratis anche negli alberghi, in Francia li porti ma paghi (generalmente € 5 o 6 ma devo dire che €12 sono un po' eccessivi), ci sono i giardinetti apposta, ma al mio Jakey facevano alquanto schifo. Comunque sia, ho viaggiato tranquillamente con il mio "peloso tigrato". Poi al ritorno siamo passati dal Sestrière, la frontiera non ci sarà più, ma vai tranquillo, te ne accorgi: sei in Italia. L'unico albergo che ha accettato il mio cane, tra l'altro molto educato, è stato un motel. L'albergo splendido in riva al lago ASSOLUTAMENTE NO. Come altri alberghi più belli (come posizione).
Quest'anno ad aprile siamo andati in Svizzera: nuovamente nessun problema. Come in Francia il cane paga, per entrare ovunque come per prendere treno ecc, ma ENTRA (che è la cosa più importante)!!!! L'Italia l'abbiamo viaggiata poco, principalmente per il problema di DOVE DORMIRE. Mi sono un po' stufata di dover cercare con la lente un albergo che mi accetti il cane, e sopratutto che me lo faccia portare con me anche nella sala colazione. Spesso poi io stessa lo lascio in camera mentre faccio colazione, ma una cosa è una mia decisione per motivi miei, ed un altra un'obbligazione. Tra pochi giorni partiremo alla volta della Germania: vi dirò come è andata al ritorno.

Ehi, ristoratori ed albergatori italiani ! Ehi, Comuni, Società di trasporti !!! Ci sentite ? In Europa ci trattano molto meglio, e noi proprietari di cani che abbiamo provato ad andare all'estero in vacanza, ci andiamo più volentieri che in Italia !
E' un vero peccato... siamo tanti, se ci accoglieste volentieri, verremmo in vacanza da voi...
- Chi vuole intendere, intenda ! - ;o)
[Noi di Dogwelcome]

Segnalato da: Sybille Hoffer - settembre 2008

Aggiungi un commento

Il Sito per Viaggiatori con Quadrupedi al Seguito © 1999-2020
- Ogni riproduzione, anche parziale, è vietata ai sensi dell'art. 3 dir. CE n.9/1996 -

Torna su
Il sito per viaggiatori con Quadrupedi al seguito
Geolocation visitatori Dogwelcome.it
Il sito per viaggiatori con Quadrupedi al seguito

Partners:   logo Booking         logo Prenotazioni24

Gemellaggi: Frida's Friends Onlus - Amici del Goldenretriever.it

Hanno parlato di noi:

www.dogwelcome.it © 1999-2020 - All Rights Reserved -
Il materiale pubblicato NON può essere riprodotto, in qualsiasi formato (pubblicazione sul web, cartacea, o di qualsiasi altro tipo) ai sensi dell' art. 3 dir. CE n.9/1996
Dogwelcome® è un marchio registrato: è quindi vietato l'uso del vocabolo, anche in due parole staccate.