Pet Approved Quality 1st in Italy 1999-2018
Vacanze con cane e gatto all'estero: Hotel, agriturismo, B&B, case vacanza, campeggi, spiagge per cani e molto altro

Vacanze con cane e gatto: recensioni inerenti le destinazioni
Francia

- Francia in generale - Destinazioni per viaggi e vacanze con cane e gatto

La Francia ha ricevuto, in generale come paese Dogwelcome, 94 segnalazioni positive !!! (53 per la Corsica)

Due sono nostre, andiamo spesso in Francia ed in Corsica e confermiamo: sono veramente "Dogwelcome" !

Trova con un clic un hotel o altra struttura in Francia tra le strutture consigliate da Dogwelcome 

Le strutture consigliate da Dogwelcome sono al completo?

Trova con un clic un hotel o altra struttura in Francia che accetta cani ed altri animali domestici

Segnalato da: Noi di Dogwelcome

Commenti (8)

Inserito da Dogwelcome, con Chaac, Ken-di e Palluzza, agosto 2008

Francesi in vacanza - Due esperienze negative vissute da noi di Dogwelcome, estate 2008:

In spiaggia in Corsica, in uno dei tantissimi tratti della costa sud-est dove i cani possono accedere, ovvero dove NON vi è alcun divieto di accesso ai cani in spiaggia, abbiamo avuto un battibecco con due madames francesi molto infastidite dal nostro arrivo con i nostri bau al seguito. Le due tizie stavano già togliendo l'ombrellone e stavano ricomponendo le borse, quindi stavano per andarsene, nonostante ciò quando ci hanno visto arrivare hanno guardato malissimo i nostri tre bau, soprattutto Palluzza, la nostra canetta disabile, e una delle due ha addirittura detto all'altra, più volte ed in modo da farsi sentire: "Tu as vu ? Tu l'as vu ?" ovvero "Hai visto ? L'hai visto ?" indicando Palluzza ed ha in seguito esclamato, forse prendendoci per corsi: "Ah. ma in continente non avreste potuto portare i cani in spiaggia !" con un atteggiamento molto scontroso. Parlo francese, quindi ho risposto che ciò non è assolutamente vero, e che ci sono invece vari posti dove è possibile portare i cani anche nella Francia continentale. Mi risponde: "Ma dove vivo io è vietato !" ... Beh, in certi casi è difficile mantenere la calma... ;o) - Ho risposto che avevamo assolutamente il diritto di stare in spiaggia e che visto che se ne stava andando poteva farlo senza disturbare il prossimo, al che finalmente le due madames se ne sono andate, tutte impettite e irritate.
Si è poi avvicinato un signore toscano con un tenerissimo canettino e abbiamo chiacchierato un pochino sull'accaduto... Si erano già mostrate antipatiche anche con lui...


Altra esperienza poco simpatica con una coppia di francesi, questa volta in traghetto: siamo saliti quando già vi era molta gente a bordo, e molti posti dove poter permanere per il viaggio erano già occupati. Abbiamo girato per tutta la parte alta all'aperto del traghetto, abbiamo tra l'altro visto tantissimi cani, e finalmente abbiamo avvistato in fondo al ponte di sinistra un angolo libero, proprio a prua. Ci avviciniamo e una delle ultime due persone che c'erano prima dello spazio libero, che era anche abbastanza grande e faceva angolo a 90° rispetto al ponte (vi sarebbe stata quindi una distanza di circa tre metri tra noi e loro, vedi foto) esclama: "AH NON, LES CHIENS !!!" ovvero: "Oh no, i cani !" Chiedo (un po' stizzita, però, ragazzi: ...E insomma, quando ce vò ce vò !!! ;o) ): "Cosa c'è ? Qualcosa non va ?" Risposta: "Non potete stare qui con i cani" - Rispondo che i cani possono stare eccome. Lei mi dice che è vietato portare lì i cani, e che devono stare nelle gabbie. Le ho risposto che con quella compagnia è assolutamente consentito stare negli spazi comuni esterni con i cani e che è lei che ha la scelta di stare dentro o fuori. Aggiungo che i cani sono passeggeri paganti e che hanno il diritto di stare lì quanto lei, e che in ogni caso i nostri cani non le avrebbero arrecato alcun disturbo, così che saremmo restati lì. E' chiaro che loro avrebbero potuto anche stare all'interno della nave se proprio avevano così fastidio, cosa che invece noi non avremmo potuto fare con i bau (anche se in realtà vi erano cani anche all'interno perchè sono comunque tollerati). Aveva comunque ancora da dire !!!...
Alla fine mi parla di rispetto: è proprio il colmo !! Rispondo quindi che è, al contrario, proprio lei a non avere rispetto del prossimo, ovvero noi cinque, passeggeri paganti proprio come lei...
Insomma noi ci accomodiamo e il viaggio ovviamente trascorre in tranquillità, tanto che il marito (il quale durante lo scambio di opinioni non aveva battuto ciglio continuando a leggere un libro, ovvero non dando minimamente corda alla moglie, evidentemente già nota per intollerante ovvero rompiscatole), dopo un paio d'ore le ha chiesto se stava bene o se voleva andare altrove, e lei ha risposto che era tutto ok...

Due belle soddisfazioni per noi, ma che intolleranza però !!! :o( - Una raccomandazione: mano al regolamento e non fatevi mai mettere i piedi in testa dai prepotenti !!! ;o)))))

Altra cosa simpatica: alla fine del viaggio in traghetto, prima di scendere, abbiamo conosciuto una coppia con una bimba e due yorkini al seguito, che hanno viaggiato sullo stesso ponte a una ventina di metri da noi. Facciamo due chiacchiere e... scopriamo che si trattava di nostri visitatori, perlomeno il marito, in vacanza in Corsica anche grazie alle info di Dogwelcome !
Un saluto a loro e ai loro due pelosini !

Inserito da Noi di Dogwelcome

In alcune città della Francia vengono segnalati, con cartelli uguali dappertutto... (V. foto)

Inserito da Gaia, Marco e banda - maggio 2008

Sono due anni di seguito che andiamo in vacanza in Francia. Il primo anno con 4 cani siamo stati in Borgogna, l'anno dopo in Bretagna e Normandia, solito equipaggio, muniti di camper siamo stati in moltissimi bei posti sempre con i nostri cani, per questioni logistiche preferiamo non portarli con noi negli eventuali ristoranti, ma nessun campeggio, struttura ricettiva ci ha mai rifiutato (nei ristoranti abbiamo visto spesso pelosi con i propri bipedi). In alcuni musei siamo anche entrati con cani al seguito, unica nota dolente le spiagge che sono vietate ai cani, ma se tenuti al guinzaglio o sul tardi quando non c'è quasi più nessuno ho notato che sono ben tollerati, quest'anno proviamo la Germania e l'equipaggio è anche aumentato ;)

Tante spiagge sono aperte ai cani in Francia... Richiedeteci la lista ! [Noi di Dogwelcome]

Inserito da Monica, Alessandro e Tobia

Viaggiatori con cane a seguito fate come noi !!! Sono ormai ben 5 anni che trascorriamo le ns. vacanze in Francia (ovvero l'età del ns. inseparabile amico oltretutto di taglia grande!!!) in quanto i ns. "cugini" d'oltralpe sono da questo punto di vista enormemente più avanti di noi!!! I ns. amici sono infatti ben accettati in qualsiasi struttura sia essa un albergo, un residence, un ristorante/bar (dove addirittura, senza neanche chiederlo, portano la ciotolina con l'acqua), case private (stile b&b), negozi. Figuratevi che lungo le passeggiate alcuni locali lasciano appositamente ciotole con acqua per dissetare i ns. compagni di viaggio!!! Una vera pacchia!!! Ve la consigliamo non solo per l'apertura mentale nei confronti degli animali, ma anche per la sua bellezza e varietà di paesaggi e situazioni. Buon viaggio!!!

Inserito da Cecilia, con Blu, agosto 2006

Siamo appena tornati dalla Francia. Sono tantissimi i posti dove hanno accolto il nostro peloso: aree di sosta, bar, ristoranti, alberghi, castelli.
Ad Aix en Provence ci siamo fermati alla mostra di Cezanne. Una signora della biglietteria ci ha chjesto se avevamo bisogno che qualcuno ci tenesse il peloso mentre la visitavamo, per non fare i turni !! Peccato che il peloso in questione sia molto timido con gli estranei ! Comunque praticamente ovunque ci hanno offerto acqua e coccole, siamo stati veramente benissimo. In un bellissimo albergo nel Périgord ci hanno dato una suite a prezzo ridotto in quanto era più comoda per il cane... Dando sul parco, lui poteva uscire da solo, senza pericolo dato che non ci sono macchine. Un altro mondo ! Non abbiamo incontrato nessuna difficoltà in nessun posto, abbiamo sempre chiesto se accettavano cani anche dove non avevano più camere e la risposta è sempre stata positiva. Quello che più mi ha stupita sono stati i castelli, da noi è impensabile accedere con un cane in un qualsiasi sito storico, come ben sapete. Resta il fatto che è fastidioso rendersi conto che l'Italia deve fare molta strada per rendersi piacevole. Appena ritornati in Italia, siamo andati in un centro di elettronica per acquistare dei cd. All'entrata ci è stato impedito di accedere al negozio per il peloso ! Ci siamo arrabbiati, o meglio, tantissimo arrabbiatissimi, come dice Blu.

Inserito da Laura e Kobie, settembre 2003

Siamo rimasti soddisfatti perchè, davvero, in Francia (almeno dove siamo stati noi) i quattrozampe non danno fastidio, sono ben tollerati e molte volte benvenuti. Non abbiamo mai avuto problemi al ristorante, al bar e se anche qualche volta andavamo in spiaggia "fuori legge" nessuno ha mai osato dire nulla: vivi e lascia vivere... che bello !!!!
Abbiamo inoltre appurato che spesso i campeggi accettano la presenza di cani nei mobil-homes o bungalows: cosa praticamente inconcepibile in Italia e probabilmente in Spagna !!... Siamo cosi entusiasti, forse perchè proveniamo dal solito paese che invece non ci accetta...

Inserito da Noi di Dogwelcome

Per i proprietari di cani cosiddetti "pericolosi": vedere la nostra sezione dedicata al tema per conoscere la legislazione francese

Inserito da albertobertini@....., 2002

Quasi tutti i campeggi francesi accettano il cane (anche più cani a persona) escludendo Parigi che merita un discorso a parte, quasi tutti gli alberghi e tutti i ristoranti accettano il cane ed offrono a seconda del caso sicuramente una ciotola d'acqua che di solito c'è anche se il cane non è ancora arrivato, ma molti offrono anche cibo e cuccia. Il cane può essere portato sulle spiagge, con l'unico limite che in alcune (solitamente quelle al centro della località) non può fare il bagno, chiedere ai CRS locali dove è vietato, abbondano in informazioni e se avete problemi fanno valere i diritti dei quattrozampe. Anche nei luoghi turistici da visitare non è difficile trovare dove lasciare il cane in buone mani, o dei luoghi con acqua deputati alla loro accoglienza. Parigi è più difficile, comunque anche lì è abbastanza facile vivere con il vostro amico, và in metrò senza pagare, acqua e ristoranti garantiti, un po' di difficoltà con gli alberghi e sugli autobus deve essere contenuto in una borsa.

Aggiungi un commento

Il Sito per Viaggiatori con Quadrupedi al Seguito © 1999-2020
- Ogni riproduzione, anche parziale, è vietata ai sensi dell'art. 3 dir. CE n.9/1996 -

Torna su
Il sito per viaggiatori con Quadrupedi al seguito
Geolocation visitatori Dogwelcome.it
Il sito per viaggiatori con Quadrupedi al seguito

Partners:   logo Booking         logo Prenotazioni24

Gemellaggi: Frida's Friends Onlus - Amici del Goldenretriever.it

Hanno parlato di noi:

www.dogwelcome.it © 1999-2020 - All Rights Reserved -
Il materiale pubblicato NON può essere riprodotto, in qualsiasi formato (pubblicazione sul web, cartacea, o di qualsiasi altro tipo) ai sensi dell' art. 3 dir. CE n.9/1996
Dogwelcome® è un marchio registrato: è quindi vietato l'uso del vocabolo, anche in due parole staccate.