Dal 1999, in viaggio con i tuoi amici a 4 zampe
Dal 1999, in viaggio con i tuoi amici a 4 zampe
MENU

Rubriche

Chi siamo

Come è nato Dogwelcome e chi lo ha creato

Dogwelcome, dal 1999 viaggi e vacanze con il cane e il gatto

Questo è un sito contro l'abbandono degli animali, nato nel 1999, il primo del genere in Italia.

Il fondatore di Dogwelcome
Gacchan, Il fondatore di Dogwelcome, in Spagna nel 1999

E' possibile portare i nostri amici pelosi con noi dappertutto, in viaggio, a cena fuori... Senza problemi e discriminazioni !

Chaac in spiaggia in Spagna
Chaac Dogwelcome, 2004

Dogwelcome® vi mette a disposizione numerosissime informazioni e spera in questo modo di aiutare a limitare gli abbandoni e ad incentivare le adozioni, perché stare sempre con il proprio quattrozampe, anche in vacanza, si può e si deve !!!

Dogwelcome è un'ottima vetrina per le strutture di ricezione turistica che DAVVERO accolgono volentieri i viaggiatori con animali al seguito, offrendo grande visibilità nell'ambito di un portale gestito con serietà, professionalità  ed autentica motivazione.
Siamo felici di poter offrire ai nostri visitatori, da sempre, il meglio dell'accoglienza.

 


DOGWELCOME - IL SITO PER VIAGGIATORI CON QUADRUPEDI AL SEGUITO è il primo sito del genere nato in Italia. Nel 1999, quando è nato questo servizio a regime non-profit, non c'era nulla del genere nel nostro Paese.

LE ORIGINI


Proprio perché un servizio così mancava e serviva tantissimo, è nato Dogwelcome.
Il portale è stato creato grazie all'esperienza acquisita viaggiando per oltre 50.000 km in Europa con animali domestici al seguito con Gacchan, il baufondatore del sito, poi con 2 cani, Chaac e Ken-di e 2 gatte, Poppa e Pio; dal 2006 lo staff comprendeva 3 cani, con l'aggiunta di Palluzza, la mitica handycanina, e 2 gatte. Attualmente lo staff peloso è composto da 2 cani, Bago e Palluzza, e da una mitica micia, Raki, che ormai è una viaggiatrice provetta e adora le cabine dei traghetti :-) .
Abbiamo vissuto le problematiche che derivano dal viaggiare con animali al seguito e quindi Annalaura, da sempre attivista animalista e veg da oltre 25 anni, ha voluto impegnarsi in prima persona per migliorare le cose.

La creatrice di questo peculiare portale web è una guida turistica professionale abilitata con patentino ufficiale, in esercizio per circa 10 anni. Inizialmente, nel 1999, su una pagina ospitata dallo storico provider americano Geocities (www.geocities.com/greenminz era la url del primissimo Dogwelcome), cresciuta e ospitata in seguito in uno spazio web gratuito di un provider italiano e poi trasformata nel 2001 in www.dogwelcome.it con suo proprio dominio, l'autrice continua a mettere a disposizione la sua passione per l'accoglienza turistica, ma esclusivamente in favore di chi ha problemi nel viaggiare con il proprio animale domestico.

L'antico Dogwelcome
L'antico Dogwelcome

Dall'estate 2006 a fine 2017 Dogwelcome ha creato e sostenuto il progetto parallelo "Associazione Dogwelcome per i diritti di tutti gli Animali e di chi conduce un animale domestico", con lo scopo di portare avanti con maggiore forza la filosofia Dogwelcome e poter aiutare realtà esterne in difficoltà. Stiamo ricostruendo l'attività dell'Associazione in una sezione che sarà presto online, così da farvi conoscere il lavoro effettuato.

Al porto con i pelosi
In attesa dell'imbarco, al porto :)
Nella foto Bago e Raki, con la mamma di Dogwelcome.
Il terzo peloso in quel momento era seduto in macchina :)

Chi vive e viaggia con un animale NON DEV'ESSERE CONSIDERATO UN VIAGGIATORE/CITTADINO DI SERIE B !!!

Dogwelcome non si limita a darvi nominativi di strutture che accettano cani, altrimenti sarebbe stata sufficiente una sola pagina, con scritto: "Compratevi una guida stampata qualsiasi e scegliete le strutture con il simbolino del cane. Di queste guide ce ne sono mille." 
Ma questo lo sapete sicuramente di già, e magari ci avete anche provato: a volte non è sufficiente il fatto che il cane possa semplicemente accedere, perché spesso si rischia di essere discriminati nell'alloggiamento o nella sala da pranzo, o capita di subire assurde restrizioni che obbligherebbero a rinunce e quindi a non potersi godere la vacanza in santa pace. Non è così che la vede Dogwelcome.

La seconda versione di Dogwelcome
La seconda versione di Dogwelcome, online sino a inizio marzo 2018

Dogwelcome è fiero di fare da punto di riferimento per i siti a tema nati anche oltre dieci anni dopo il nostro.
Speriamo che seguano, così come facciamo noi, una filosofia cruelty-free e che siano seri ed autentici quanto Dogwelcome, anche se a questi presunti "primi siti", "vere guide", "più grande community" (!!!!! :) ) come incredibilmente si definiscono, il fatto di costruire delle mere imitazioni e proclamarsi "primi", "veri", "più grandi" di certo non fa onore. :) !
Crediamo che l'utenza possa facilmente individuare chi davvero crea, e chi invece... segue la scia.
Siamo stati i primi, ovvero lo facciamo da ormai quasi vent'anni, a proporre solo strutture che accettano taglie oltre la piccola, a proporre le strutture per Capodanno in cui non si sentono rumori di botti, a selezionare le strutture anche a seconda del supplemento richiesto oltre che a seconda delle condizioni offerte, a proporre strutture Pet & Veg friendly, e molto altro.

Il nostro portale in tutti questi anni ha acquisito una notorietà tale che il vocabolo Dogwelcome, parola di fantasia da noi coniata per il sito e che abbiamo registrato come marchio, è tuttora usato da molti come aggettivo per definire una struttura "pet-friendly" (che è poi la corretta definizione in inglese).

Ci occupiamo inoltre di diffondere la cultura del rispetto per gli animali, incluso vegetariana e vegan, e lavoriamo incessantemente affinché sempre più strutture accettino animali, ovviamente con la nostra "filosofia", in modo da poter contribuire ad evitare gli abbandoni estivi per le vacanze in primis, ed a fare valere i diritti di chi conduce un cane, aspetto da non dimenticare. Inoltre ci occupiamo di incentivare le adozioni (dai canili soprattutto), la prevenzione del randagismo promuovendo le sterilizzazioni, e di diffondere un'idea di vacanze sostenibili nei confronti degli animali, dell'ambiente e delle persone.

I pelosi Dogwelcome al mare
I 3 bau Dogwelcome in Corsica (2006)

 

Biro e Fede
Ecco due dei "Segugi Dogwelcome" assidui nei primi anni di attività del sito: Fede e Biro!
Segugi Dogwelcome: Raffaella, Marco e Lilly
ed ecco Lilly, con Raffaella e Marco, che ci sono stati vicini per diversi anni agli esordi.

PERCHE' DOGWELCOME NON HA SPONSOR?

Ci sono pervenute diverse offerte di sponsorizzazione che non abbiamo voluto accettare. Si trattava di polizze assicurative sanitarie per animali, petfood, database privati di codici di microchip oppure agenzie di viaggi.

La polizza assicurativa sanitaria potrebbe essere un buon servizio da offrire ai nostri visitatori. Il cane di famiglia assicurato però, nelle polizze che abbiamo esaminato, deve essere curato in strutture convenzionate. Ciò vuol dire che, se avete un'urgenza in una città dove il primo centro convenzionato è a 30 km., la polizza sanitaria sarà vana, in quanto il cane verrebbe portato, causa urgenza di trattamento, nel più vicino studio veterinario. Perciò, quando abbiamo letto le condizioni di questi contratti assicurativi siamo rimasti molto perplessi. Leggete bene le condizioni della polizza prima di firmare. 
Siamo ancora in attesa di trovare un ente assicurativo che proponga una polizza efficace per poter rendere un servizio davvero utile a chi viaggia con il proprio cane.

Per quanto riguarda i microchip, secondo noi i database per essere davvero utili e funzionanti dovrebbero essere gratuiti, cioè senza obbligo di pagamento all'atto dell'iscrizione di Fido nel registro. Questo farebbe sì che molte più persone potrebbero decidere di "fare schedare" il proprio cane.
Inoltre, le nostre perplessità riguardo al microchip sono troppe, viste le informazioni raccolte. Queste "pulci elettroniche", oltretutto, vengono testate su altri animali nei soliti laboratori di tortura che fermamente contestiamo. Ci sembra che anche nel mondo del microchip a regnare, come spesso accade, sia il dio denaro.

La questione inerente le agenzie di viaggi è molto semplice.
Alcune agenzie di viaggi propongono viaggi con animali in alcuni cataloghi o siti specializzati. Qualche anno fa abbiamo avuto dei contatti da parte di questo tipo di agenzie e ci è subito sembrato carino indicarle nel sito, perchè sappiamo bene che non tutti amano i viaggi "fai da te" e magari preferiscono farsi preparare il viaggio da personale esperto e non doversi preoccupare di nulla. 
Ma spesso le agenzie di viaggi, oltre che organizzare un viaggio con il cane ti offrono, in un altro catalogo, una battuta di caccia ai cervi oppure una battuta di pesca con la barca. Ci siamo sentiti veramente imbarazzati, e pensando anche a chi organizza viaggi con partecipazione ad una corrida oppure ad una festa tradizionale con uso improprio di animali, ci abbiamo definitivamente messo una pietra sopra. 
L'agenzia di viaggi vende pacchetti organizzati a seconda della richiesta: ultimamente molta gente, fortunatamente, si è responsabilizzata e decide di viaggiare con il proprio cane ed a quanto pare questo target di clientela fa gola. 
Noi vi invitiamo a scegliere, in ogni caso, agenzie che organizzano tour ETICI nei confronti sia degli animali che, naturalmente, degli esseri umani. Oppure, viaggiate per conto vostro, e lasciate un bel cartello di protesta appeso, per esempio, ad un muro di una plaza de toros. Fido sarà ancora più fiero di voi.

Cibo per animali: nota dolentissima.
Lo sapevate ? Le comuni scatolette, o le crocchette, prodotte dalla maggior parte di aziende presenti sul mercato italiano, sono testate crudelmente sugli animali stessi, come deunuciato dall'associazione "People for Ethical Treatment of Animals", www.peta.org (USA), che ha mostrato al mondo le torture inflitte ai cani nei laboratori della IAMS (multinazionale Procter & Gamble). Per non parlare del contenuto, degli ingredienti...
Come potete leggere sia nel sito PETA che nel sito della Uncaged (UK) solo alcune ditte forniscono cibo per animali ottenuto in modo non crudele.E non capiamo come in alcuni siti che parlano di animali si trovino pubblicità ad aziende certamente non etiche nei confronti degli animali stessi. Alcune ditte che producono crudelmente cibo per animali, infine, si fanno passare addirittura per entità che difendono i diritti degli animali... Incredibile.

In una giungla di siti dedicati ai nostri amici pelosi vi consigliamo perciò di stare in guardia e di sapere riconoscere un sito autenticamente impegnato ad educare al rispetto per gli animali, e siti nati e mantenuti solamente per business.
Chi lavora in rete monitora il traffico, trova l'argomento in voga e costruisce siti con alta probabilità di essere visitati, magari scopiazzando altri siti preesistenti, ovvero proprio ciò che è accaduto a Dogwelcome, che in Italia è stato il primo sito del genere.

Old banner
Alcuni degli  "antichi" banner
Veggie Pride

 

Animal Rights

Buona navigazione su Dogwelcome, il sito originale, nato per dare una zampa a chi ha diritto di vivere una vita normale con il suo peloso sempre accanto.

Top