Dal 1999, in viaggio con i tuoi amici a 4 zampe
Dal 1999, in viaggio con i tuoi amici a 4 zampe
MENU

Rubriche

Dedicato ai gestori delle strutture ricettive

Qualche consiglio da parte di Dogwelcome, che da quasi vent'anni si occupa di viaggi e vacanze con animali domestici ed accoglienza presso le strutture

L'accoglienza degli animali nelle strutture turistiche ricettive

(nella foto copertina: una scena dal bellissimo film "Grand Budapest Hotel" di Wes Anderson)

 

Estate 2002: ci scrive una nostra lettrice...

"La mia segnalazione è in senso negativo, non so se per voi potrà essere utile ma io gradirei che quello che è successo a me non capiti a nessun'altro.
Ho alloggiato presso un hotel con il mio cane, accettato dal proprietario al quale ho anche chiesto che nessuno entrasse nella mia stanza se non in mia presenza.
Non solo sono entrati, hanno fatto fuggire il cane ! Nessuno mi ha avvisato di tale evento se non al mio rientro, dopo 2 ore (ero a fare le cure alle fonti dove il cane non è ammesso) ed ho ritrovato il cane investito e con un emorragia cerebrale (la dipendente che lo ha fatto fuggire mi ha insultata dicendomi che del mio cane non le fregava nulla).
Il proprietario, al quale ho chiesto di partecipare alle spese sostenute per il veterinario mi ha detto che il cane lo dovevo tenere in camera a catena..."

NB: L'hotel di cui si parla ovviamente NON è un hotel presente nelle liste di Dogwelcome.

 

Cani in hotel - La gestione - Ph. Credits: Telegraph.co.uk

 

Dedicato ai gestori di hotel, campeggi, strutture agrituristiche che accettano animali: consigli utili per una buona gestione dell'ospite a quattrozampe

Crediamo non ci si possa improvvisare buoni gestori di viaggiatori con animali al seguito: da anni perciò abbiamo deciso di trattare anche questo tema.

Innanzitutto grazie per aver dato accesso al nostro amico del cuore nella Vostra struttura.

Ricordate che i cani, a volte, sono come i bambini: non si possono lasciare da soli, perché non se la sanno cavare, oppure sono talmente interessati dall'ambiente circostante da allontanarsi dalla zona dell'Hotel e cacciarsi nei guai. Ecco perchè è necessario tenere presente alcuni aspetti importanti.

  • A volte il proprietario del cane può allontanarsi lasciando Fido tranquillo in camera se il peloso è abituato a stare solo: è opportuno perciò mettersi d'accordo per trovare il momento adatto per fare entrare gli inservienti che fanno le pulizie. Se ciò non dovesse essere possibile, Vi preghiamo di avvertire da subito il proprietario del cane a proposito dell'orario di pulizia delle camere, in modo che lo stesso eviti di lasciare Fido in quei momenti, quando magari la porta della camera rimane aperta per il servizio.
  • Alcuni hotel non lasciano entrare il cane in sala colazione/pranzo. Le pulizie delle camere vengono effettuate anche nell'orario della colazione. Se gli animali non sono ammessi nelle zone comuni il cliente è costretto a lasciare Fido in camera per andare a fare colazione. Gli addetti alle pulizie perciò devono entrare in stanza quando vi si trova Fido da solo mentre i suoi conduttori stanno mangiando.

Se gli hotel lasciassero entrare i cani in sala colazione/pranzo, tra altri problemi si eviterebbe quello della pulizia delle stanze in presenza di Fido. E se Fido potrà entrare in sala da pranzo con i suoi padroni, non rimarrà in stanza a mugolare tristemente ! Tutti soddisfatti, e tranquillità assicurata !

Un'altra soluzione è quella di predisporre cartellini da appendere alle maniglie, così da avvertire il personale che l'animale è presente in stanza.

  • Spesso si pensa di lasciare le famiglie con cani nella stessa zona dell'hotel o del campeggio, pensando che lì si andrà a concentrare il rumore degli eventuali abbai, e che i clienti dell'hotel senza animali al seguito possano soggiornare senza sentire rumori molesti. Crediamo sia una soluzione sbagliata. A volte (soprattutto nei campeggi) i cani abbaiano proprio perché vedono o sentono i loro simili. Sarebbe meglio collocare le famiglie con cani lontane fra di loro, se si vuole evitare il problema del rumore causato dall'abbaiare dei quadrupedi.
  • Se il cane dovesse sporcare (può capitare che non si senta bene, proprio come i bambini) è assolutamente opportuno che il padrone provveda a pulire, proprio come se il proprio bambino avesse sporcato.
    Ai gestori di hotel e ristoranti ricordiamo che può succedere, ma che non è assolutamente automatico che il cane sporchi o rovini la camera. Anzi, al contrario, i cani di solito amano sporcare durante la passeggiatina, e si guardano bene dal farlo in camera. Se accade qualcosa è proprio perché vi è stato un problema, ed accade di rado.
    E' chiaro che il padrone del cane deve portare fuori in passeggiata il suo quattrozampe prima di andare a nanna... Ma questo i conduttori dei cani lo sanno bene.

Vi preghiamo quindi di usare il buonsenso per evitare che la vacanza dei vostri ospiti che viaggiano con il proprio cane si trasformi in un brutto ricordo.

Dogwelcome tiene al benessere di tutti: intende proteggere la nostra categoria di turisti bau-viaggiatori ma anche chi gentilmente ospita il nostro animale domestico nella sua struttura. A disposizione degli utenti vi è un fondamentale articolo inerente il Bon Ton da seguire quando si recano nelle strutture ricettive: click qui per accedervi.

 

trovate il decalogo per il Perfetto Viaggiatore con Quadrupede al seguito da leggere. 
Se vorrete potrete stamparlo e distribuirlo ai vostri Ospiti con animali al seguito.

Se avete qualche suggerimento da aggiungere, scriveteci: siamo a vostra disposizione per integrare questa importante pagina.

Top