Dal 1999, in viaggio con i tuoi amici a 4 zampe
Dal 1999, in viaggio con i tuoi amici a 4 zampe
MENU

Situazioni

Milano

Milano

Segnalato da Livia C., 2005

Io vivo a Milano,dove il cane di grossa taglia è bandito dai mezzi pubblici, dai locali, dai negozi e ogni volta che mette il naso fuori di casa dovrebbe andare in giro con la museruola (nessuno la fa indossare al proprio beniamino, rischiando però multe di 430 euro... molto più salate di chi guida senza aver conseguito la patente o passa con il semaforo rosso). Io mi reco solo in esercizi pubblici che accettano i cani. Le aree per cani sono sporche e trascurate: nessuno viene a pulirle,la manutenzione è affidata ai padroni di cani. Sono destinate ai cani le zone più brutte dei giardini (in cui si accumula acqua e la cui superficie è del 50% di cemento). Mi riferisco alle aree di Piazza Aspromonte in particolare. Per ragguingere le aree di Piazza Piola si rischia di essere investiti: non esiste un attraversamento pedonale in tutta la piazza. Per non parlare dell'atteggiamento cinofobo della gente per strada: mi è capitato di essere aggredita verbalmente solo perchè ... ho un cane (pulito, educatissimo, sempre al guinzaglio). Penso che sia arrivato il momento che i proprietari di cani capiscano che non solo hanno dei diritti (visto che abbiamo tanti doveri: guinzaglio, paletta, museruola, anagrafe canina, obbligo di non disturbare la quiete pubblica etc. è ovvio che abbiamo anche dei diritti !), ma che sono anche dei consumatori,con potere economico. Se tutti noi boicottassimo apertamente le catene di negozi "misocine" credo proprio che l'atteggiamento cambierebbe. O almeno, nei Paesi civili funziona così, anche se in Inghilterra o in Francia esiste una cultura di amore e rispetto per gli amici a quattrozampe.
Top